La pizzeria diventa scuola di formazione anche in streaming e sui social

In un momento che si conferma favorevole per i prodotti Made in Italy all'estero, non più solo un simbolo dell'italianità, ma sempre più spunto culturale e turistico. L'esempio di Keste Pizza a New York.
Keste Pizza

In un momento che si conferma favorevole per i prodotti Made in Italy all'estero, non più solo un simbolo dell'italianità, ma sempre più spunto culturale e turistico, si evolve anche la comunicazione dei principi di buona cucina, con una diffusione più allargata ed efficace, utilizzando la rete, i blogger e i social network. Il cibo va gustato, ma anche fotografato e conosciuto, creando una vera e propria "esperienza".

Un esempio di questo nuovo tipo di approccio è Keste Pizza di New York, in Fulton Street, dove si impara l'arte della pizza, un prodotto dichiarato patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. L'idea di portare a New York la pizza Accademy è venuta a Roberto Caporuscio, responsabile dell'Associazione Pizzaiouli Americani, da vent'anni in America, dove con il suo socio Antonio Starita gestisce tre ristoranti, tra cui appunto Keste.

"Il momento è decisamente favorevole. Bisogna essere tuttavia molto attenti: il mondo cambia rapidamente e sui mercati si sono imposti nuovi protagonisti che potrebbero rivelarsi avversari forti e potenti. Quindi, maggiore conoscenza del mercato e della realtà americana, magari prendendo delle esperienze diverse che completino il quadro d'insieme, puntando sempre sulle eccellenze italiane e affinando e ottimizzando le strade della distribuzione", ha detto Caporuscio.

"Il mondo della pizza sta cambiando e sta divenendo sempre più rilevante. Per questo è necessario fare gruppo attraverso una politica partecipativa. Il business dei consumi fuori casa è pari a 72 miliardi di euro e il trend è in crescita", ha detto Raffaele Cercola, docente di marketing strategico alla Seconda università di Napoli. New York ospita 24.000 ristoranti, di cui 1.150 sono italiani (610 solo a Manhattan) e, secondo la National Restaurant Association, il 47% dei pasti è consumato fuori casa.

Interessanti sono i laboratori linguistici e gastronomici che portano a tavola con Barilla gli studenti delle scuole associate all'Italian American Committee on Education oppure il tour mondiale di Lsdm (Le strade della Mozzarella), congresso internazionale di cucina d'autore che mira a indagare le potenzialità dei prodotti dell'agroalimentare italiano di qualità affidandoli alle mani dei grandi chef che è approdato a giugno, per il secondo anno, a New York con due giornate.

Protagonisti, oltre alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, una selezione di eccellenze del Made in Italy agroalimentare ed enogastronomico. In questa occasione proprio Keste Wall Street ha accolto i maestri pizzaioli Jonathan Goldsmith da Chicago e da Gino Sorbillo e Rosario Ferraro direttamente dalla culla della pizza, Napoli.

"Spesso i ristoratori italiani si focalizzano sulla cucina, ma restano carenti sul lato del marketing e questo è un aspetto da non trascurare se si vuole allargare la propria clientela. Una volta lanciato il locale si deve puntare sulla La parte promozionale conta quanto il cibo, non basta essere il miglior pizzaiolo di New York se non si ha alle spalle una strategia promozionale che funziona", ha detto Caporuscio, sottolineando che per questo ha sfruttato la tecnologia che accorcia le distanze.

"Ogni giorno trasmettiamo il corso in streaming, visibile sul nostro sito. Le persone che ci seguono da casa, che ogni giorno arrivano anche a 1.500-2.000, possono imparare come se fossero qui. In più coinvolgiamo nelle nostre lezioni anche alcuni food blogger che hanno profili instagram molto seguiti per diffondere anche su questo social la nostra cultura gastronomica", ha detto.

La richiesta sta cambiando verso un'esperienza che va oltre la semplice degustazione. Il cliente americano oggi è più curioso e attento, vuole mangiare bene, ma allo stesso tempo vuole conoscere e imparare, portarsi a casa una esperienza di cucina per riproporre in famiglia. "E' importante istruire sulla cultura gastronomica di altre Regioni del nostro Paese, sempre attraverso serate tematiche, magari anche con l’abbinamento di vini ad hoc e incentivarne il consumo a vantaggio dei nostri produttori", ha detto Caporuscio.

Altri Servizi

Riforma sanitaria, Trump disposto ad un "accordo temporaneo"

Poi la promessa su Trinity Broadcasting Network: "Avremo una riforma entro le prossime elezioni"
AP

In attesa di superare l’impasse che frena l’abrogazione e la sostituzione dell’Obamacare, il presidente Donald Trump si è detto pronto a perseguire "un accordo temporaneo" sulla riforma sanitaria.

Marchionne torna al Nyse: Ferrari ha prospettive "fenomenali"

Il Ceo celebra il 70esimo anniversario della nascita del gruppo. Dopo il flop in F1 in Giappone resta ottimista: la stagione non è persa ma "sciocchezze tecniche danno veramente fastidio". Apre a un Suv del Cavallino Rampante. No scorporo Jeep da Fca

Due anni dopo la quotazione di Ferrari, Sergio Marchionne è tornato al New York Stock Exchange. Lo ha fatto per celebrare il settantesimo anniversario dalla nascita del gruppo di Maranello, il cui titolo ha guadagnato oltre il 110% dall'ottobre 2015, quando sbarcò in Borsa con un prezzo di collocamento di 52 dollari. Ora ne vale 116. Di questo il Ceo e presidente si è detto "felice" anche perché ha dimostrato al mercato che aveva ragione a esigere una valutazione tipica di gruppi appartenenti alla categoria del lusso. Non a caso lui è "long" sul titolo dal simbolo RACE (corsa), ha fiducia in un marchio in cui ha creduto ancora prima di entrate in Fiat quando era "un aspirante cliente della Scuderia" ed è convinto che l'azienda - che apre all'elettrificazione e ai Suv mentre esclude uno scorporo di Jeep da Fca e nozze con Great Wall - abbia prospettive "fenomenali". E questo nonostante l'ennesimo flop tecnico nella Formula Uno.

Il problema di Amazon con i prodotti di lusso

Regole poco rigide sulla contraffazione e sui rivenditori non autorizzati tengono lontani dal colosso dell'E-commerce marchi come Gucci, Fendi, Louis Vuitton, Moet&Chandon e tanti altri

All’inizio di quest’anno Swatch Group, conglomerata svizzera che opera nel campo degli orologi, aveva manifestato l’intenzione di vendere alcuni dei suoi prodotti di lusso su Amazon. Dopo mesi di colloqui l’accordo tra le due compagnie si è concluso con un nulla di fatto e il motivo lo spiega un articolo del Washington Post.

Aig: effetto uragani da tre miliardi di dollari

Il gruppo rischia di chiudere il terzo trimestre in perdita. Soffre nel dop mercato. Il Ceo: "catastrofi senza precedenti".
AP

A causa degli uragani che hanno colpito gli Stati Uniti e del terremoto che ha fatto tremare il Messico, American International Group subirà nel terzo trimestre una perdita al lordo delle imposte tar 2,9 e 3,1 miliardi di dollari. Lo ha comunicato il gruppo assicurativo americano.

La California del Nord brucia

Almeno 10 morti e oltre 1500 tra case, aziende e altre strutture ridotte in cenere. E' tra i peggiori incendi nella storia dello Stato
AP

Almeno 10 persone sono morte, più di 170 sono finite all'ospedale e oltre 1500 tra case, aziende e altre strutture come scuole sono state ridotte in cenere da più di 14 incendi che stanno bruciando da domenica 8 ottobre otto contee nella California del Nord tra cui Napa, famosa per il suo vino, e Sonoma. Le cause sono ancora oggetto di inchiesta.

Las Vegas: il killer sparò a una guardia prima di iniziare la strage

Le forze dell'ordine cambiano la tempistica della notte della tragedia. Escluso un secondo omicida
AP

Stephen Paddock, l'autore della peggiore sparatoria nella storia moderna Usa, ha sparato a una guardia sei minuti prima di aprire il fuoco sulla folla riunitasi il primo ottobre scorso a Las Vegas per un concerto. La guardia stava reagendo a un allarme scattato e che segnalava che una porta era rimasta aperta sullo stesso piano dell'albergo dove si trovava la stanza di Paddock. Lo ha spiegato in conferenza stampa lo sceriffo Joseph Lombardo. E' lui ad avere fornito una nuova tempistica di quella serata tragica nella quale si esclude ancora il coinvolgimento di un secondo killer così come un legame con organizzazioni terroristiche internazionali.

Wall Street attende la stagione delle trimestrali

Oggi, attenzione rivolta al Fondo monetario internazionale
AP

Google sfida Apple e Amazon con nuovi smartphone e casse intelligenti

Arrivano anche le prime cuffie wireless del gruppo e la fotocamera Clips che preoccupa GoPro
Pixel 2 XL Google

Google affila le armi contro la concorrenza, a cominciare da Apple e Amazon. Il gruppo parte di Alphabet ha presentato vari prodotti tra cui due nuovi smartphone chiamati Pixel 2 e Pixel 2 XL, due nuovi speaker per la casa (uno dalle dimensioni piccole, Google Home Mini, e un'altro di alta gamma, Google Home Max), un nuovo Chromebook chiamato Pixelbook, un nuovo visore per la realtà virtuale e le sue prime cuffie wireless battezzate Google Pixel Buds. Come se non bastasse, l'azienda di Mountain View (California) ha sorpreso il pubblico riunito per l'occasione a San Francisco lanciando Google Clips, una nuova macchina fotografica che sembra preoccupare GoPro: il titolo del produttore di dispositivi usati dagli amanti di sport estremi per scattare immagini e registrare video ha accelerato subito al ribasso con gli investitori che chiaramente temono la concorrenza del nuovo arrivato.

Las Vegas: Paddock, giocatore da 1 milione di dollari a notte e Valium

L'autore della strage si raccontava nel 2013 in tribunale; gli investigatori alla ricerca di tracce per comprendere cosa abbia portato l'uomo a organizzare il piano che ha provocato la morte di 58 persone
AP

Era un giocatore compulsivo di videopoker, a cui si dedicava per tutta la notte, spendendo fino a un milione di dollari girando in ciabatte e tuta per i casinò di Las Vegas, e certe volte prendeva il Valium per controllare l'ansia. Così Stephen Paddock, l'autore della strage di Las Vegas di otto giorni fa, si descriveva in tribunale, nel 2013, durante una deposizione per una causa civile contro il Cosmopolitan Hotel.