La serie tratta da "L'amica geniale" di Elena Ferrante coprodotta da Rai e Hbo

Le riprese inizieranno d'estate e saranno in italiano. Dopo "The Young Pope", il canale di Time Warner torna in Italia

A trasmettere negli Stati Uniti la serie tv tratta dal primo libro della tetralogia de "L'amica geniale" di Elena Ferrante sarà Hbo. La serie, di cui si parla da mesi e che inizierà a essere girata quest'estate in Italia, vedrà alla regia Saverio Costanzo e sarà una co-produzione di Rai e Hbo a cui lavoreranno le case di produzione italiane Fandango e Wildside (quest'ultima è già dietro al successo di "The Young Pope").

Le riprese saranno in italiano (diversamente dalla serie di Paolo Sorrentino con Jude Law nel ruolo del Papa, che è stata trasmessa negli Usa sempre da Hbo e realizzata in collaborazione con Canal+ e Sky), e la sceneggiatura sarà scritta da Elena Ferrante, Saverio Costanzo, Francesco Piccolo e Laura Paolucci.

Per il momento si parla di una prima stagione composta da 8 episodi, trasposizione tv del primo di quattro libri: "L'amica geniale", pubblicato in Italia da Edizioni E/O e negli Usa dalla casa editrice sorella Europa Editions, di proprietà dei fondatori di E/O Sandro Ferri e Sandra Ozzola Ferri. Si sa già che saranno girate altre tre stagioni, per un totale di 32 episodi, che completeranno la vicenda raccontata nei restanti tre libri: Storia del nuovo cognome, Storia di chi fugge e di chi resta, e Storia della bambina perduta. Hbo al momento ha firmato solo per la prima, ma ha già annunciato di avere i diritti anche per le tre successive.

Elena Ferrante, che scrive con uno pseudonimo e che non ha mai voluto rivelare la sua identità, ha avuto in tutto il mondo un successo straordinario e venduto milioni di copie. Parte di questo successo è da attribuire anche al seguito enorme che ha generato negli Stati Uniti, dove il fenomeno ha preso il nome di "Ferrante Fever".

"Siamo entusiasti di collaborare con Wildside, RAI e Fandango per dare vita alla narrazione potente ed epica di Elena Ferrante e della sua saga 'L’amica geniale'. Attraverso i personaggi di Elena e Lila, saremo testimoni di un'amicizia lunga una vita che si sviluppa sullo sfondo dell'affascinante rete di relazioni sociali della città di Napoli", ha dichiarato in un comunicato ufficiale il presidente della programmazione di Hbo Casey Bloys. "Questo ambizioso racconto, che esplora la complessa intensità dell'amicizia al femminile, catturerà senz'altro l'attenzione e i cuori del pubblico di HBO".



Altri Servizi

Al via la guerra tra Comcast e Disney per aggiudicarsi gli asset di Fox

La controllante di NBCUniversal offre 65 miliardi di dollari in contanti contro la proposta in azioni da 52,4 miliardi del gruppo guidato da Bob Iger. Murdoch al bivio

La guerra tra Comcast e Walt Disney è ufficialmente iniziata. E Rupert Murdoch studia la situazione.

Usa impongono dazi su 50 miliardi di dollari di importazioni cinesi

Camera di Commercio americana: "Non è il giusto approccio". Pechino promette risposta "immediata" e della stessa portata. Guerra tra le due potenze mondiali sempre più vicina

La guerra commerciale tra Usa e Cina è sempre più vicina. Il presidente americano Donald Trump ha dato il via libera a dazi del 25% contro prodotti tecnologici cinesi per 50 miliardi di dollari e ha messo in guardia la nazione asiatica: eviti di reagire altrimenti Washington farà scattare altre tariffe doganali. Pechino ha ignorato l'avvertimento e ha promesso una risposta "immediata" e di pari portata alla mossa americana. Tutti i "risultati" delle consultazioni che le due nazioni hanno avuto fino ad ora non sono più validi, ha aggiunto il ministero cinese del Commercio.

Fmi mette in guardia gli Usa e cita il rischio di recessione

L'istituto guidato da Christine Lagarde ha ottime prospettive nel breve termine per l'America ma le politiche commerciali e fiscali non convincono. E nel 2023 stime di crescita del Pil pari alla metà di quella della Casa Bianca

Il Fondo monetario internazionale ha lanciato un avvertimento all'amministrazione Trump spingendosi a citare il rischio di una possibile recessione tra quelli individuati. La causa scatenante potrebbe essere la sua politica fiscale prociclicia. E le misure commerciali non fanno che peggiorare il quadro. Non a caso l'istituto di Washington ha presentato stime di cresciuta più conservative di quelle della Casa Bianca nel lungo termine. Con il venire meno, dal 2020, dell'effetto positivo dato dagli stimoli fiscali Usa, la crescita americana secondo il Fondo rallenterà a un +1,4% nel 2023 contro il +1,8% previsto dalla Federal Reserve e la promessa di Trump di un +3%.

General Motors si colora di rosa: una 39enne diventa direttore finanziario

Risponderà al Ceo Mary Barra, la prima donna al volante di un gruppo automobilistico

Wall Street, nuovi timori di guerre commerciali

I dazi di Trump alla Cina pesano sui mercati
iStock

Apple annuncia partnership sui contenuti con Oprah Winfrey

La regina dei talk show americana creerà "programmi originali"
AP

Trump: "Il report della Giustizia è un disastro totale per Comey e l'Fbi"

Il presidente all'attacco su Twitter dopo il rapporto dell'ispettore generale sulla gestione delle indagini sul 'caso e-mail' di Clinton

Con la sua Boring Company, Musk si aggiudica contratto a Chicago

Costruirà sistema sotterraneo di treni super veloci: dall'aeroporto O'Hare al centro della città in 12 minuti anziché 40
AP

Usa pronti a fare scattare dazi contro la Cina

Attese ritorsioni da Pechino. Guerra commerciale più vicina

Wall Street reagisce alla Bce

Il Fondo monetario internazionale tiene una conferenza stampa alle 13 (le 19 in Italia) sull'analisi annuale dell'economia Usa
iStock