La 'tolleranza zero' di Trump è già alla fine

La strategia dell'attuale amministrazione si sta scontrando con problemi logistici, legali e sociali. L'ordine esecutivo firmato dal presidente provocherà il ritorno alla politica del 'rilascio immediato'
iStock

Il presidente Donald Trump potrà pure non ammetterlo, ma la sua strategia della 'tolleranza zero' con i migranti irregolari è di fatto conclusa. I massimi funzionari del dipartimento della Sicurezza nazionale hanno riconosciuto la realtà dei fatti in un incontro avvenuto giovedì pomeriggio, secondo un ex funzionario a conoscenza del vertice che ne ha parlato con Politico.

Si tornerà, inevitabilmente, alla politica del 'catch and release', ovvero all'immediato rilascio degli immigrati arrestati, "perché non ci sono abbastanza letti per loro", ha detto l'ex funzionario. Lo stesso messaggio è stato diffuso da Brandon Judd, presidente di un sindacato degli agenti del Border Patrol - l'agenzia federale che si occupa di pattugliare e controllare i confini - che alla Cnn ha detto che l'ordine esecutivo firmato da Trump mercoledì, che prevede che le famiglie arrestate al confine restino unite anche durante la detenzione, non lascia altra scelta. "Dovremo rilasciarli tutti". Il dipartimento di Giustizia e quello della Sicurezza nazionale non hanno rilasciato commenti.

 

I limiti

L'applicazione della politica della 'tolleranza zero', che prevede che tutti gli adulti entrati irregolarmente siano perseguiti penalmente, si è scontrata con evidenti difficoltà: lo spazio insufficiente per detenere migliaia di famiglie, gli stretti limiti legali sulla durata della detenzione dei minori, il contraccolpo politico e d'immagine dato dalle immagini dei bambini separati dai genitori.

La decisione di Trump di porre fine alla separazione delle famiglie è di fatto l'epilogo della 'tolleranza zero' semplicemente perché i centri di detenzione sono già pieni, come risulta dai dati dello U.S. Immigration and Customs Enforcement. C'è poi il discorso legale: secondo l'accordo Flores, raggiunto in tribunale nel 1997 dopo anni di battaglie sul trattamento dei migranti bambini non accompagnati, questi minori non possono essere detenuti per più di 20 giorni; nel 2015, la giudice Dolly Gee di un tribunale distrettuale ha esteso la protezione ai bambini arrivati con i genitori, criticando le condizioni in cui l'amministrazione Obama deteneva bambini e mamme entrati irregolarmente nel Paese. La separazione delle famiglie, poi, è stata enormemente criticata da molti repubblicani; anche la first lady Melania è intervenuta per chiedere che le famiglie restino unite, pur dando eco alle parole del marito nel chiedere a repubblicani e democratici di lavorare insieme per risolvere la situazione, attribuendo un'inesistente responsabilità al partito di minoranza in Congresso, visto che la separazione delle famiglie è stata provocata da una decisione esclusivamente della Casa Bianca.

Un funzionario dello U.S. Customs and Border Protection, l'agenzia a cui fa capo il Border Patrol, ha detto al Washington Post che gli adulti arrivati irregolarmente negli Stati Uniti con figli minorenni non saranno più perseguiti penalmente, un ritorno di fatto alla policy delle precedenti amministrazioni.

 

La task force

Intanto, ieri, il dipartimento della Salute e dei Servizi umani ha creato una task force per riunire i circa 2.500 bambini separati dalle famiglie, secondo quanto riferito da Politico. La task force è stata messa in piedi dal braccio del dipartimento che si occupa delle risposte alle emergenze sanitarie, come in caso di uragani o epidemie: una chiara indicazione del fatto che il problema di riunire migliaia di famiglie va al di là delle capacità dell'ufficio del dipartimento che si occupa di profughi.

Altri Servizi

Airbnb sogna di premiare padroni di casa migliori con titoli del gruppo

Chiede all'autorità di borsa Usa un cambiamento delle regole sullo stock-sharing

Airbnb "non sarebbe nulla" senza le persone che mettono a disposizione le proprie case per affitti di breve durata. Per questo il gruppo che mette in contatto chi offre e chi cerca una sistemazione vuole che i padroni di casa "più fedeli" siano soci dell'azienda americana. Brian Chesky, Ceo di Airbnb, ha spiegato al sito Axios che affinché ciò sia possibile "le regole devono cambiare".

Nafta: Usa e Canada tornano a trattare

Sembra difficile che un accordo possa essere raggiunto entro la scadenza del 30 settembre
AP

A Washington sono ripresi i negoziati tra Usa e Canada per riscrivere il North American Free Trade Agreement (Nafta), l'accordo di libero scambio siglato nel 1994 e che include anche il Messico. E' stato il presidente americano, Donald Trump, a spingere affinché il Nafta - giudicato "l'accordo peggiore di sempre" - fosse rivisto.

Wall Street: nel giorno delle "quattro streghe" solo il Dow da record

Scaduti future e opzioni. Per gli indici S&P, la maggiore riclassificazione dal 1999. Fed verso il terzo rialzo dei tassi del 2018. Nafta in bilico
AP

All'indomani di una seduta in cui il Dow Jones Industrial Average aveva messo a segno il primo record dal 26 gennaio scorso e l'S&P 500 il primo dal 29 agosto, a Wall Street c'è stata un po' di volatilità. L'indice delle 30 blue chip ha messo a segno il secondo record di fila, il tredicesimo del 2018 e il 101esimo da quando, nel novembre 2016, Donald Trump vinse alle elezioni presidenziali americane. Il listino benchmark ha raggiunto nuovi massimi intraday salvo poi annullare tutti i guadagni giornalieri. Partito in rialzo, il Nasdaq Composite ha invece sofferto.

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap

Wall Street, i dazi non fanno paura

Record di S&P e Dow nonostante le tensioni tra Usa e Cina
iStock

Usa: patrimonio famiglie gonfiato dall'azionario, nel II trimestre sfiora i 107mila miliardi

Nel pieno della recessione del 2008 il dato era sceso a 55.000 miliardi

Wall Street: S&P 500 e Dj da record, Trump si congratula con gli Usa

Timori contenuti per le tensioni commerciali. Cina pronta a tagliare dazi medi sulle importazioni dai principali partner commerciali. Domani il "giorno delle quattro streghe. Facebook e Twitter fuori dal settore tech
AP

Google consente ancora a sviluppatori di app di 'leggere' email dei suoi utenti

Il gruppo ha fermato la pratica l'anno scorso ma continua a permetterla ad altri

Sky, la battaglia tra Comcast e Fox si deciderà all'asta

Lo scontro finale tra venerdì e sabato; al momento, l'offerta di Comcast è la più alta
iStock

Wall Street, attenzione rivolta ai dati macroeconomici

In programma i sussidi di disoccupazione, il superindice dell'economia e le vendite di case esistenti
iStock