La "vacanza perfetta" a New York. Nella casa d'infanzia di Trump

A disposione su Airbnb per 725 dollari a notte

La casa d'infanzia di Donald Trump è su Airbnb: d'ora in poi chi verrà a New York potrà soggiornare nella villa dove il presidente degli Stati Uniti ha vissuto per i primi quattro anni della sua vita. Il prezzo? 725 dollari a notte.

"La perfetta sistemazione per una vacanza newyorchese", recita l'annuncio. Gli ospiti, come specificato sul sito di affitti temporanei, troveranno anche un cartonato a grandezza naturale del magnate dell'immobiliare, "perfetto per farvi compagnia mentre guardate Fox News a tarda notte", riferimento all'emittente preferita dall'inquilino della Casa Bianca.

La casa dove Trump imparò a parlare e mosse i suoi primi passi, una villa da 2,4 milioni di dollari in stile finto-Tudor, si trova a Jamaica Estate, un quartiere del Queens (uno dei cinque distretti in cui è ripartita New York City).

Secondo Time, è stata venduta lo scorso marzo a un compratore ignoto; probabilmente la stessa persona che al momento ci abita e che, spiega nell'annuncio, occupa una delle stanze all'interno, ovviamente non a disposizione degli ospiti. Chi deciderà di affittare, però, potrà scegliere tra altre cinque camere, per un totale di venti posti letto.

"Non è cambiato molto da quando i Trump vivevano qui: la cucina è originale e l'opulento arredamento rispecchia lo stile e la ricchezza in cui i Trump avrebbero poi vissuto", dice l'annuncio su Airbnb. "Si tratta di un'opportunità unica per soggiornare nella casa di un presidente in carica".

Altri Servizi

Trump irritato dai ritardi sull'abrogazione dell'Obamcare, si rivolge direttamente ai democratici

Il presidente ha teso la mano ai democratici, sentendo direttamente il leader di minoranza al Senato, Charles Schumer, per capire se e che tipo di disponibilità ci sia a trattare e collaborare.
White House

Google al lavoro per riportare servizi internet e cellulari a Porto Rico

La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite da Maria.
AP

Hollywood sceglie l'Italia per ambientare i set dei film. Occasione per il turismo

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale.

General Electric punta al rilancio, il nuovo Ceo cambia la squadra manageriale

Via il direttore finanziario Jeff Bornstein, che lascerà a fine anno, il capo del martketing Beth Comstock e John Rice, che si occupa delle attività internazionali.
General Electric

Nate diventa uragano e spaventa Mississippi, Alabama e Louisiana

Si trova circa 150 chilometri a ovest-nordovest dell'estremità occidentale di Cuba e circa a 800 chilometri dalla foce del fiume Mississippi.

Trump celebra Cristoforo Colombo. Ma senza gli accorgimenti di Obama

Lunedì 9 ottobre gli Usa ricordano l'esploratore genovese che nel 1492 arrivò nelle Americhe. Il presidente brinda alla sua "impresa coraggiosa"; il predecessore ne ricordò anche le conseguenze per i nativi. A NY la 72esima parata (con polemiche)
Columbus Citizens Foundation

Italia: Moody's lascia invariato il rating, il settore bancario si stabilizza

E' pari a Baa2. Mantenuto l'outlook negativo. Incertezza dalle prossime elezioni. Rischi al ribasso dell'economia restano "elevati"

Autogrill festeggia in Usa il suo 40esimo anniversario, premiato Gilberto Benetton

Il Ceo Tondato ha partecipato a TechFest del New Yorker
Da sinista, Armando Varrichio (ambasciatore), Gilberto Benetton (presidente di Autogrill) e Lucio Caputo (Gei) Gei

A New York si celebra l'eredità italiana ma Cristoforo Colombo divide

Alcune associazioni italoamericane hanno boicottato l'evento del sindaco Bill de Blasio: non ha difeso le statue dell'esploratore dal destino incerto. Il suo ufficio: la statua non si tocca. L'ambasciatore Varricchio difende il personaggio storico

Media Usa: Ivanka e Donald Trump Jr. furono vicini a essere incriminati per frode

Lo riporta un'indagine di Pro Publica, New Yorker e Wnyc. Decisivo l'intervento dell'avvocato personale del 45esimo presidente
AP