La vendetta di Rosenstein, l'uomo che mette nei guai Trump

Il vicesegretario alla Giustizia ha incaricato un procuratore speciale di indagare sui legami tra lo staff del presidente e la Russia, avvisando la Casa Bianca solo a decisione presa

La scorsa settimana, era stato 'l'eroe' della Casa Bianca, l'uomo che aveva permesso al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di licenziare il capo dell'Fbi, James Comey. Rod Rosenstein, vicesegretario alla Giustizia, non aveva però apprezzato di essere dipinto come il maggiore responsabile della decisione di Trump e, secondo le fonti del Washington Post, aveva persino minacciato le dimissioni. Ieri, ha preso una decisione contro la Casa Bianca, in autonomia, portando il 'caso Russia' a un nuovo livello, molto pericoloso per Trump, con l'affidamento delle indagini sull'interferenza di Mosca nelle elezioni presidenziali statunitensi e sui possibili legami tra lo staff del presidente e funzionari del Cremlino a un procuratore speciale, Robert Mueller III, capo dell'Fbi dal 2001 al 2013.

Trump aveva affermato di aver solo agito su raccomandazione del segretario alla Giustizia, Jeff Sessions, e di Rosenstein, figura centrale nel 'caso Russia', visto che è a lui che Comey riferiva, dato che Sessions si era dovuto fare da parte, a causa dei suoi incontri con l'ambasciatore russo in campagna elettorale. Trump si era fatto scudo di Rosenstein, definendolo un uomo "universalmente rispettato" e una figura apolitica, da tempo funzionario del dipartimento di Giustizia.

Infuriato, Rosenstein si è preso una rivincita otto giorni dopo il licenziamento di Comey, nominando Mueller come procuratore speciale, che ha ottenuto un'autonomia molto ampia per le indagini. È autorizzato a indagare "su qualsiasi legame o coordinamento tra il governo russo e le persone associate con la campagna elettorale del presidente Trump", ha spiegato Rosenstein. "È nel pubblico interesse, per me, esercitare la mia autorità e incaricare un procuratore speciale che assuma le responsabilità su questa materia".

Trump sarebbe stato informato della decisione solo dopo la firma di Rosenstein, meno di un'ora prima dell'annuncio pubblico, e contemporaneamente alla maggior parte dei media statunitensi, secondo il sito Axios. Trump si è augurato che l'inchiesta su una possibile collusione tra i suoi uomini e la Russia sia "rapidamente" portata a termine. "Come ho già detto più volte, un'inchiesta completa confermerà quello che sappiamo già: non c'è stata alcuna collusione tra la squadra della mia campagna elettorale e un'entità straniera" ha indicato in un comunicato.

Pubblicamente, la Casa Bianca non può criticare la decisione di Rosenstein, di cui per giorni ha lodato capacità di giudizio e decisioni. Già questa mattina, però, l'insofferenza di Trump è esplosa in due tweet, in cui ha definito l'inchiesta sull'interferenza della Russia come "la più grande caccia alle streghe contro un politico nella storia americana", aggiungendo che "con tutti gli atti illegali avvenuti durante la campagna di Clinton e l'amministrazione Obama, non è mai stato incaricato alcun procuratore speciale!".

Le indagini di Mueller ricadono sotto l'ombrello del dipartimento di Giustizia e, con Sessions escluso dal caso, l'ex direttore dell'Fbi, altra figura al di sopra delle parti, riferirà proprio a Rosenstein. Non ci sarà modo, per Trump, di influenzare in alcun modo le indagini. Secondo molti resoconti della stampa statunitense dei giorni scorsi, Trump, infuriato con Comey per il 'caso Russia', avrebbe chiesto a Sessions e Rosenstein di trovare un motivo per licenziarlo. Le raccomandazioni del dipartimento di Giustizia sarebbero quindi state scritte solo per dare una copertura al presidente, che si è poi contraddetto nei giorni seguenti, affermando che avrebbe comunque licenziato il direttore dell'Fbi, considerato incapace di comandare il Bureau e sfiduciato, secondo lui, da democratici e repubblicani.

Altri Servizi

"Hawaii sotto attacco missilistico. Cercate riparo". Il falso allarme scatena il caos nelle isole

Le "Hawaii sono sotto attacco missilistico. Cercate riparo immediato. Questa non è un'esercitazione". Questo messaggio è comparso sui cellulari degli americani, facendo immediatamente scattare l'allarme. Era un falso allarme

Banca centrale indonesiana contro bitcoin: rischio per la stabilità del sistema

L'istituto centrale già in passato non aveva riconosciuto le valute digitali come strumento legale di scambio, impedendo di fatto che potessero essere usate come forma di pagamento nel Paese asiatico.

Wsj accusa: 130.000 dollari a pornostar per silenzio su rapporti sessuali con Trump

Uno dei legali del presidente avrebbe predisposto il pagamento a Stephanie Clifford, il cui nome d'arte è Stormy Daniels. Si sarebbero conosciuti nel 2006, quando Trump era già sposato con Melania. La Casa Bianca smentisce.
AP

Trump gode di una salute eccellente (ma fa poco sport)

Lo ha fatto sapere la Casa Bianca, commentando il check up annuale a cui il presidente americano si è sottoposto all'ospedale militare Walter Reed.
AP

Troppi estremisti sui social: Facebook e Google al Senato Usa per spiegare cosa faranno

Nonostante le promesse e gli sforzi degli ultimi anni, sembra infatti che i colossi non riescano a eliminare queste posizioni radicali e radicalizzate dai loro siti.
iStock

Italia, Dbrs avverte: stabilità prossimo governo a rischio, non escluse nuove elezioni

L'agenzia canadese conferma il rating BBB (High) e l'outlook stabile. La ripresa continua. Debito pubblico e Npl ancora alti. Dalla chiamata alle urne del 4 marzo non si aspetta un vincitore. Ipotizza coalizione guidata da M5S

Usa: inflazione rafforzata a fine 2017, Fed verso rialzo tassi a marzo

Il rendimento del Treausry a due anni sopra il 2%, prima volta dal 2008. La banca centrale americana sarà più "falco" che "colomba"?

Trump lascia intatto (per ora) l'accordo sul nucleare, ultimatum ai partner Ue

Il presidente ha mantenuto il congelamento di sanzioni legate alla storica intesa raggiunta nel 2015 da Teheran e le principali potenze mondiali. Bruxelles ha 120 giorni per modificarla. Sanzionato capo magistratura iraniana

Bezos dona 33 milioni di dollari per studenti Dreamers: mio padre (adottivo) arrivò in Usa da minore e solo

Il Ceo di Amazon ricorda il caso personale: il secondo marito della madre atterrò in America da Cuba come parte del più grande esodo di minori non accompagnati dell'emisfero occidentale

Facebook annuncia cambiamenti al News Feed. Titolo giù del 5%

Più storie di amici e meno aziende e notizie. E si teme per la macchina pubblicitaria del colosso