La visione di Musk, in dieci anni l'uomo sarà su Marte

Il guru di SpaceX e Tesla presenta il suo progetto per creare colonie umane sul pianeta rosso. Ci vorranno 10 miliardi di dollari e i primi viaggi saranno molto rischiosi. Il costo di un biglietto sarà di 200.000 dollari e il viaggio durerà 115 giorni

Per anni in molti hanno provato a spiegare perché Marte potrebbe essere una parte del futuro della razza umana, facendoci diventare una specie multiplanetaria. Adesso, dopo brusche frenate e progetti abbandonati da parte della stessa Nasa, Elon Musk prova a ridare fiducia a un sogno: creare colonie umane sul pianeta rosso. Ieri l'amministratore delegato di SpaceX ha spiegato che entro dieci anni, se saranno investite le risorse adeguate, ci sarà la prima missione che porterà un centinaio di uomini su Marte, questo dopo diversi viaggi senza persone, per testare i razzi e le navi spaziali prodotte dal suo gruppo.

Una presentazione visionaria, quella tenuta ieri da Guadalajara in Messico, che i media americani hanno paragonato a quelle di Apple: stesse luci, stesso pathos. "Guardate come paragona i diversi tripi di carburante, lo stesso modo in cui Steve Jobs presentava lo spazio disponibile negli iPhone", scrive The Verge.

"Quattordici anni fa, quando ho fondato SpaceX, la mia idea era quella di portare prima o poi l'uomo su Marte", ha detto Musk, che è anche fondatore di Tesla, il principale produttore di auto elettriche al mondo. L'obiettivo, continua, Musk, è quello di creare "città che si possono autosostenere" sulla superficie del pianeta, che proprio in questi anni continua a essere esplorato da una serie di rover della Nasa.

Musk ha anche mostrato un video, in cui si vede come sarà la navicella spaziale, in che modo uscirà dalla nostra atmosfere per viaggiare nello spazio e arrivare sul pianeta rosso. Il filmato si conclude con una vista di Marte dallo spazio che lentamente attraverso il processo di terraformazione, vede comparire oceani, nubi, l'atmosfera e le piante, come fosse la Terra.

Quanto tempo ci vorrà per vedere questo sogno avverarsi, ma soprattutto quali saranno i costi? Secondo Musk se tutto dovesse andare per il verso giusto i primi umani potrebbero toccare il suolo del pianeta nel prossimi dieci anni. L'investimento invece dovrebbe essere di 10 miliardi di dollari. Ci sono pericoli: certo, le prime missioni saranno rischiose, ma anche molto costose: un biglietto varrà circa 200.000 dollari, per poi abbassarsi a 100.000. E poi ci sono i tempi: oggi si parla di sei mesi almeno per raggiungere Marte quando si trova nel punto più vicino alla terra. Per Musk inizialmente le sue navi spaziali ci impiegheranno 115 giorni, che potrebbero scendere a trenta in futuro. Musk, parlando dalla 67esimo International Astronautical Congress, ha poi aggiunto che ogni 26 mesi partiranno più di 1000 navi spaziali, ricordando che quelle di SpaceX potranno essere riusate 12-15 volte.

Resta infine da capire dopo è possibile recuperare il denaro. Il guru di SpaceX crede che si debba passare attraverso una collaborazione tra pubblico e privato, aggiungendo di esser pronto a mettere le proprie ricchezze per riuscire a rendere la specie umana multiplanetaria. Molti analisti sostengono che sia impossibile sul breve periodo, ma per altri osservatori sarebbe un errore sottovalutare uno che nel 2000 andò in Russia cercando di tornare a casa con un razzo. Non ci riuscì per questioni di budget, ma nel 2002 fondò SpaceX e sei anni dopo, nel 2008, la su azienda fu il primo ente privato a condurre una missione spaziale.

Altri Servizi

Il Calendario Pirelli 2017: Peter Lindbergh e l'emozione della bellezza

Durante la settimana della moda di New York, una serata per celebrare "The Cal" con il fotografo tedesco e Steve McCurry, Jessica Chastain, Fran Lebowitz e Derek Blasberg

Non c'è concetto che sia insieme più chiaro eppure più indefinibile della bellezza: non quella data da un'emozione e nemmeno quella interiore, ma la bellezza oggettiva. Che cos'è? Ha a che fare con l'armonia dei tratti del volto? Con l'equilibrio? Con la simmetria? Nessuno è davvero capace di dirlo, eppure resta un fatto: quando c'è, mette tutti d'accordo. Dall'antica Grecia a oggi, passando per ogni altra epoca, possono essere cambiati gli archetipi, le caratteristiche che ci fanno dire di un corpo "è bello", eppure c'è una cosa che non cambia mai: l'inevitabilità della bellezza. La chiarezza con cui, di epoca in epoca, di un viso o un corpo che è bello riusciamo a dire solo che è bello.

Il rischio di un'uscita dell'Italia dall'Eurozona "resta molto basso". Lo dice Moody's. In un rapporto pubblicato il 14 febbraio, l'agenzia di rating spiega tuttavia che nel nostro Paese "un sentimento anti-euro sta crescendo così come altrove nell'Area euro".

"La vita è una campagna", il ritorno di Donald Trump alla sua "comfort zone"

Il presidente americano ha arringato i suoi sostenitori in Florida sullo stile della sua campagna elettorale

"La vita è una campagna" così come lo è "rendere l’America di nuovo grande". Parole di Donald Trump che si è espresso in questo modo davanti ai giornalisti al suo seguito sull’Air Force One che l’ha portato in Florida, dove sta trascorrendo il suo terzo weekend in quattro settimane da quando si è insediato alla Casa Bianca. Prima di dirigersi nel suo resort di Mar-a-Lago, a Palm Beach, il presidente americano ha però arringato una folla di un migliaio di sostenitori riunitisi in un hangar all’aeroporto di Melbourne, in Florida, dove l’aereo presidenziale è atterrato, con la verve e con i toni che hanno contraddistinto la sua campagna elettorale.

La Cina pronta a lavorare con Trump. E dalla stampa locale arrivano le prime lodi

Faccia a faccia Wang-Tillerson al vertice dei ministri degli Esteri a Bonn. Da un'analisti del Global Times, testata cinese dell'ala conservatrice del Partito comunista, emerge la soddisfazione di Pechino

La Cina è pronta a lavorare con l'amministrazione Trump. È quanto emerge dal primo faccia a faccia tra le due amministrazioni, che si sono incontrate alla riunione dei ministri degli Esteri del G20 a Bonn, in Germania.

Il profumo di Ivanka Trump è al primo posto su Amazon

Dopo la decisione di Nordstrom di non vendere più i prodotti della figlia del presidente Usa, sono aumentati gli acquisti sul sito di e-commerce

Ivanka Trump Eau de Parfum, il profumo prodotto dalla figlia del presidente degli Stati Uniti, è il più venduto su Amazon da almeno tre giorni. Effetto della decisione della catena Nordstrom di non vendere più i vestiti e i profumi di Ivanka Trump nei suoi grandi magazzini di lusso. Altri prodotti Trump stanno ottenendo grande successo su Amazon, anche perché, come si legge in una recensione sul sito di e-commerce, "questo prodotto, prima, lo compravo da Nordstrom".

Pence: "L'impegno degli Stati Uniti nella Nato è incrollabile, ma gli alleati facciano di più"

Il vicepresidente degli Stati Uniti è a Monaco di Baviera, dove è in corso la Conferenza per la Sicurezza. Washington vuole cercare un "nuovo terreno comune" con la Russia, ma Mosca deve rispettare gli accordi di Minsk

L'impegno degli Stati Uniti nella Nato è "incrollabile". L'ha detto oggi il vicepresidente statunitense, Mike Pence, parlando alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera, in Germania. Un discorso con cui l'ex governatore dell'Indiana ha voluto rassicurare gli alleati, dopo alcune dichiarazioni del presidente Donald Trump che sembravano poter mettere in discussione il ruolo di Washington.

Incontrare o non incontrare Trump? Il nuovo dubbio per i campioni dello sport

Sei giocatori dei New England Patriots hanno già detto che non andranno alla Casa Bianca. Il problema se lo stanno già ponendo all'Università del Connecticut, visto che la squadra di basket femminile potrebbe vincere il quinto titolo consecutivo
Il 44esimo presidente degli Usa, Barack Obama, riceve la canottiera delle Huskies e un pallone commemorativo

Un viaggio alla Casa Bianca, con la cerimoniale consegna di una maglia al presidente, è da tempo un riconoscimento per i campioni dello sport e delle squadre vincitrici di un campionato. Ma la frattura senza precedenti che si è creata negli Stati Uniti con l'elezione alla presidenza di Donald Trump ha stimolato una partecipazione di atleti e allenatori ai movimenti di protesta come non si vedeva dai tempi della guerra in Vietnam.

Azionario da record grazie a Trump ma i rialzi sono stati migliori con altri presidenti Usa

Nel primo mese con il miliardario alla Casa Bianca, Dj +4,02%: è la migliore performance dal 1945; S&P 500 +3,5%: rialzo maggiore dal 1997
AP

Donald Trump se ne vanta spesso: l'azionario americano è stato protagonista di un bel rialzo da quando è stato eletto. Gli indici hanno inanellato una serie di record con gli investitori che hanno scommesso su un taglio alle tasse, che ancora deve essere annunciato, e su uno stimolo fiscale che teoricamente permetterà all'economia Usa di crescere ancora di più. L'effetto Trump su Wall Street nel suo primo mese alla Casa Bianca lo ha misurato Dow Jones.

Trump sceglie Dubke, uomo di Rove, come direttore della comunicazione

I fedelissimi del presidente irritati: "Premia chi lo ha ostacolato". L'incarico era stato inizialmente affidato a Jason Miller, che poi ha rifiutato

Un uomo di Karl Rove alla Casa Bianca. Mike Dubke, fondatore di Crossroads Media, sarebbe stato scelto dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, per ricoprire l'incarico di direttore della comunicazione. Lo hanno riferito due funzionari dell'amministrazione alla Cnn. L'annuncio potrebbe essere dato già in giornata.

Viaggio in Europa del vice Pence per rassicurare gli alleati

Ribadirà l'impegno degli Usa sulla Nato e l'importanza del rispetto da parte della Russia degli accordi di Minsk per la pace in Ucraina

Rassicurare gli alleati in Europa sul fronte della Nato e della Russia. E' questo l'obiettivo del viaggio nel Vecchio Continente del vice presidente americano Mike Pence. Il braccio destro di Donald Trump, partito venerdì 17 febbraio, farà la prima tappa alla Conferenza sulla Sicurezza a Monaco di Baviera (Germania) per poi recarsi a Bruxelles (Belgio).