La vita all'ombra dei campi di pomodori

Reportage sulle condizioni degli immigrati africani schiavizzati nelle piantagioni della periferia di Foggia

Anche la Puglia ha un suo ghetto. Si trova nella periferia di Foggia, a 15 km dalla città. All’interno ci vivono decine di immigrati - per lo più clandestini – arrivati in Italia con un sogno e finiti a vivere un incubo tra criminalità e pericoli. Molti di loro – per sopravvivere – diventano braccanti a cottimo inpiantagioni di pomodori. Come quelle che si aprono a perdita d’occhio nella provincia pugliese, che richiamano centinaia di africani e attorno alle quali nascono veri e propri ghetti. Schiacciati da un lavoro massacrante, dalla crudeltà dei “caporali”, sottopagati e maltrattati, gli immigrati cercano all’ombra delle capanne di legno e cartone di costruire il loro grazie anche all'aiuto di una piccola rappresentanza sindacale. futuro. http://www.foreignpolicy.com/articles/2014/08/20/exploited_southern_sun_migrants_italy_union