Le morti da inquinamento costano 5mila miliardi di dollari l'anno

E' quanto ha calcolato la Banca Mondiale. Nel 1990 la cifra era di 2.600 miliardi. Aumenta il carico sulle nazioni asiatiche, protagoniste di una rapida industrializzazione

I decessi prematuri provocati dall’inquinamento costano all'economia globale ogni anni 5.100 miliardi di dollari, il doppio circa del Pil del Regno Unito. Il peso maggiore è sulla Cina - con gli Usa la nazione che inquina di più - e altre economie asiatiche in via di sviluppo. A dirlo è un rapporto della Banca Mondiale, che per la prima volta fornisce il costo per il welfare di un problema che è cresciuto a dismisura negli ultimi 25 anni.

Quel costo era di 2.600 miliardi di dollari nel 1990, con l'Asia orientale che si faceva carico di solo un terzo della cifra totale. L'industrializzazione e l'urbanizzazione della Cina e dei Paesi dell'Asia hanno portato il numero per solo quella regione a quota 2.300 miliardi di dollari nel 2013, l'ultimo anno a cui fa riferimento lo studio dell'istituto di Washington.

Secondo il documento, 5,5 milioni di decessi prematuri ci sono stati nel 2013 a causa dell'inquinamento. Oltre il 90% di quelle morti c'è stato nelle nazioni in via di sviluppo con bambini sotto i 5 anni che rischiano di contrarre malattie fatali circa 60 volte in più rispetto ai Paesi con un reddito pro capite alto.

L'esposizione continua alle polveri sottili aumenta il rischio di sviluppare tumori, infarti e problemi polmonari. Malattie che richiedono cure immediate e un’assistenza medica continua per milioni di persone. Un costo economico gigantesco che, se i paesi in questione non mettono in atto misure preventive, continuerà ad aumentare.

“I Paesi stanno reagendo", spiega Urvashi Narain, che ha compilato il rapporto della Banca Mondiale, pubblicato dopo il G20 ospitato dalla Cina in cui le principali 20 economie al mondo si sono impegnate a ratificare l'accordo sul clima raggiunto nel dicembre 2015 a Parigi sotto l'egida Onu. "La Cina ha dichiarato guerra all'inquinamento. L'India ha fatto lo stesso. Allo stesso tempo però se ci città come Londra o Parigi dove ancora c'è preoccupazione" su questo fronte.

Altri Servizi

Cristiana Pegoraro: l'arte di suonare per promuovere (e raccontare) la musica classica

La pianista e compositrice italiana è tornata a Carnegie Hall. Di origini ternane, vuole svecchiare un genere musicale che secondo lei sopravviverà. Il suo messaggio: aprire il cuore all'arte

 

Dopo l'Expo, 'Orgoglio Brescia' va a Chicago con l'opera Leosphere

Il consorzio confindustriale che ha piantato l'Albero della vita all'esposizione universale a Rho festeggia il 45esimo anniversario del gemellaggio tra Milano e la Windy City con la creazione di Florian Boje

Dopo avere piantato l’Albero della Vita all'Expo 2015 di Milano, il consorzio confindustriale “Orgoglio Brescia” dimostra le sue ambizioni internazionali con una nuova opera: Leosphere.  Si tratta di una sfera in legno alta 45 metri ispirata agli studi di Leonardo da Vinci, che la cordata composta da 18 aziende bresciane ad alta specializzazione porterà al centro di Chicago nel 2018 per celebrare il 45esimo anniversario del gemellaggio tra la città dell'Illinois e Milano. L'opera, creata da Florian Boje, è pensata per rappresentare l'incontro, la contaminazione, il dialogo tra l'ingegno italiano e tecnologia americana.

Molestie sessuali, una conduttrice Usa accusa il senatore democratico Al Franken

Leeann Tweeden: "Mi ha baciata e palpeggiata" nel 2006. L'ex comico e sceneggiatore: "Le chiedo scusa"

Dopo quelle a Roy Moore, candidato repubblicano al Senato, arrivano le prime accuse di molestie sessuali nei confronti di un senatore in carica, il democratico Al Franken. Ad accusarlo è Leeann Tweeden, modella, commentatrice sportiva e conduttrice radiofonica.

L'amministrazione Trump conferma: riforma fiscale entro Natale

Resta da vedere se la promessa del presidente Usa verrà mantenuta. La Camera ha approvato la bozza ma l'iter al Senato sembra più complicato. Mnuchin: siamo fiduciosi

L'amministrazione Trump continua a essere convinta che una riforma fiscale verrà sottoscritta dal presidente in carica entro Natale. Per Donald Trump sarebbe la prima vittoria legislativa da quando mise piede alla Casa Bianca il 20 gennaio 2016. A confermare la tempistica promessa dal governo è il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin.

Il Mondiale delle escluse, l'idea che arriva dagli Usa

Molte nazionali di rilievo non andranno in Russia. Perché, allora, non organizzare un torneo tra loro, sull'esempio del basket universitario statunitense?
Ap

L'idea nasce negli Stati Uniti, dove il precedente - nel basket - esiste già: perché non organizzare un Mondiale di calcio con le nazionali escluse? A proporlo è il giornalista statunitense Andrew Joseph su Usa Today, ma l'idea era già da ore in circolo sui social network. Italia, Stati Uniti, Paesi Bassi e Cile sono solo alcune delle grandi escluse dal Mondiale del prossimo anno in Russia, che hanno fatto sprofondare nella tristezza i fan e provocato danni enormi anche a chi aveva investito sulla loro qualificazione, come le televisioni. Perché, allora, non organizzare un Mondiale a inviti, come succede per il basket universitario negli Stati Uniti con il Nit? Nit sta per National Invitational Tournament, sarcasticamente ribattezzato 'Not in Tournament', corrispondente peraltro alla verità: nata prima del campionato Ncaa, è poi diventata la competizione di consolazione per le squadre escluse dal grande torneo.

Wall Street in cerca di direzione nel finale di ottava

Attenzione alle trimestrali di Foot Locker e A&F, sul fronte macroeconomico notizie dal fronte immobiliare e manifatturiero.
AP

Trump pagherà di tasca propria spese legali Russiagate. Studia modo per aiutare staff Casa Bianca

Tecnicamente non c'è una legge che vieta al presidente di fare doni al proprio staff, ma nel caso specifico c'è il dubbio che il contributo del presidente finirebbe per influenzare la testimonianza delle persone che lo hanno ricevuto.
AP

Trump e Putin cercano intesa sulla Siria, ma le difficoltà sono molte

L'intesa, ancora alle fasi iniziali, traballa già dopo uno scontro alle Nazioni Unite. Questo getta acqua sul fuoco dell'ottimismo e solleva dubbi in vista delle riunioni internazionali sulla spinosa questione.
AP

Trump vuole nuove misure per difendere Usa da Nordcorea

Il presidente americano ha suggerito al Congresso di approvare lo stanziamento di 4 miliardi di dollari: serviranno per costruire sistemi informatici in grado di fermare le testate di Pyongyang prima che escano dai confini dello Stato.
AP

Disegni "hot" in cielo con l'aereo, nei guai un pilota della Us Navy

Gesto provocatorio mentre in America piovono accuse di molestie. La Marina "si scusa con chiunque sia stato offeso da questa azione inaccettabile".