Le nuove sanzioni Usa contro la Russia bocciate da Germania e Austria

Per i due Paesi, "si rischia il peggioramento dei rapporti tra Usa ed Europa". Le sanzioni potrebbero colpire le aziende europee che lavorano con Gazprom per il gasdotto Nord Stream 2. "Questa faccenda non riguarda gli Usa"

Germania e Austria hanno criticato le nuove sanzioni contro la Russia approvate oggi dal Senato statunitense. In un comunicato congiunto, il cancelliere austriaco, Christian Kern, e il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, hanno dichiarato che è importante per Europa e Stati Uniti formare un fronte unito sulla questione ucraina, dove i separatisti filorussi combattono contro le forze governative dal 2014.

Le nuove sanzioni, approvate quasi all'unanimità dopo un accordo tra repubblicani e democratici statunitensi, colpirebbero settori chiave dell'economia russa per punire le interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali dello scorso novembre e le sue azioni in Ucraina e Siria. Le misure contro la Russia - che dovranno passare al vaglio della Camera - sono state inserite con un emendamento a una proposta di legge per nuove sanzioni contro l'Iran. Le nuove sanzioni, secondo Austria e Germania, potrebbero avere delle ripercussioni sulle aziende europee che lavorano con quelle russe nel settore energetico.

"Non possiamo accettare la minaccia di sanzioni illegali ed extraterritoriali contro aziende europee" hanno dichiarato i due leader, citando un comma della proposta approvata dal Senato che chiede che gli Stati Uniti continuino a opporsi al gasdotto Nord Stream 2, che porterebbe il gas russo in Germania attraverso il mar Baltico. Metà del costo del nuovo gasdotto dovrebbe essere pagato da Gazprom, il gigante del gas russo, mentre l'altra metà sarebbe coperta da un gruppo di multinazionali, tra cui l'anglo-olandese Royal Dutch Shell, la francese Engie, l'austriaca Omv e le tedesche Uniper e Wintershall.

Gabriel e Kern accusano gli Stati Uniti di voler aiutare i fornitori statunitensi di gas naturale a danno dei rivali russi. I due hanno poi aggiunto che la possibilità di sanzionare le società europee che partecipano al progetto Nord Stream 2 "introduce una dimensione completamente nuova e molto negativa nelle relazioni tra europei e americani". Nel loro appello, i due leader hanno chiesto agli Stati Uniti di tirarsi indietro dal collegare la situazione in Ucraina al problema di chi possa vendere gas all'Europa. "La fornitura di energia dell'Europa è una faccenda dell'Europa, non degli Stati Uniti d'America" hanno concluso.

Altri Servizi

Fca si unisce a Bmw e Intel per sviluppo guida autonoma

Il gruppo automobilistico italo americano ha firmato un memorandum of understanding con la rivale tedesca e Mobileye, controllata del produttore Usa di microprocessori
AP

Mentre il mercato continua a domandarsi se e quale gruppo cinese abbia fatto un'offerta per rilevare Fiat Chrysler Automobiles (Geely ha negato) e se ci sarano altri spin-off (Magneti Marelli?) dopo quello di Ferrari, il gruppo guidato da Sergio Marchionne continua a siglare intese per rafforzarsi nella tecnologia della guida autonoma. Se nel maggio 2016 Fca era diventata la prima azienda automobilistica a siglare un accordo non esclusivo con Google (Waymo), ora è il primo costruttore automobilistico ad unirsi alla tedesca Bmw e all'americana Intel per lo sviluppo di una piattaforma di guida autonoma all’avanguardia. I tre gruppi hanno infatti siglato un Memorandum of Understanding.

Dopo l'uscita di diversi a.d., Trump scioglie due consigli

Decine di amministratori hanno lasciato dopo la decisione di Trump di non condannare in modo univoco i razzisti e i suprematisti bianchi per i fatti di Charlottesville, in Virginia

Anche in questo caso ha voluto dare l'impressione di essere lui a decidere il gioco. Cos", dopo la fuoriuscita di diversi amministratori delegati dai consigli del presidente americano, Donald Trump ha preferito scioglierli. "Invece di fare pressione agli uomini d'affari del Manufacturing Council e dello Strategy and Policy Forum, metto fine a entrambi. Grazie a tutti!", ha scritto il presidente su Twitter, poco dopo l'ennesima mossa degli amministratori delegati: nel primo pomeriggio infatti Stephen A. Schwarzman, a.d. di Blackstone e una delle persone più fidate di Trump all'interno della comunità del business di New York, ha organizzato una riunione telefonica per decidere in che modo procedere. La decisione finale è stata quella di lasciare tutti insieme il consiglio.

Dopo il pressing, Trump condanna i suprematisti bianchi

Per il presidente Usa, il razzismo è il male. "Criminali" gli autori delle violenze a Charlottesville. Il segretario alla Giustizia lo aveva difeso. Il sito neonazi Daily Stormer cavalcava l'assenza di un messaggio duro. Il Ceo di Merck lo ha abbandonato
AP

Nel giorno in cui Donald Trump ha deciso di interrompere la sua "vacanza di lavoro" nel suo golf club in New Jersey per fare una tappa di qualche ora alla Casa Bianca prima di recarsi a New York City, l'America e i membri del suo partito hanno continuato a fare pressing su di lui. E lui li ha accontentati denunciando per nome i suprematisti bianchi.

Trump all'attacco di uno dei leader del suo partito

Nel mirino del presidente, il senatore McConnell "reo" di non essere riuscito ad unire il Gop per abrogare e sostituire l'Obamacare. Il leader Usa verso la rottura con il Congresso a maggioranza repubblicana. Legislatore verso le dimissioni?
AP

In circa 24 ore, Donald Trump ha attaccato tre volte uno dei leader chiave del suo stesso partito: il numero uno della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell. Come suo solito, lo ha fatto prima su Twitter e poi parlando alla stampa dal suo golf club nel New Jersey. Da là ha insinuato possibili dimissioni (forzate?) del legislatore.

Usa: Egitto collabori pienamente con Italia su morte Regeni

Secondo il dipartimento di Stato, serve un'inchiesta imparziale e completa. Pressing di Washington sul Cairo per la trasparenza. No comment su contatti tra amministrazione Trump e governo italiano e su scambio intelligence

Fed divisa su tutto, dai tassi alla riduzione del suo bilancio

E' quanto emerso dai verbali della riunione dell'Fomc di luglio. Il vista del meeting di settembre, l'attenzione si sposta sul summit della banca centrale Usa a Jackson Hole
AP

Trump sotto attacco dopo la retromarcia sui suprematisti bianchi

Il partito repubblicano imbarazzato, i vertici dell'esercito e la Casa Bianca senza parole per i nuovi commenti del presidente che prende di mira la sinistra e difende Steve Bannon, suo consigliere e guru della destra razzista americana

Wall Street attende le minute della Fed

Dati: oggi le richieste di nuovi mutui e l'avvio di nuovi cantieri
AP

Charlottesville: Trump cambia idea, accusa anche "l'Alt-Left"

Il presidente Usa paragona manifestanti contro il razzismo ai suprematisti bianchi. Si difende dalle critiche post violenze in Virginia e dimostra di non volere sentirsi dire da nessuno che dichiarazioni rilasciare

Sei leader scaricano Trump, lui: non fanno il loro lavoro seriamente

Dopo i Ceo di Merck, Intel e Under Armour, altri tre lasciano il consiglio per la manifattura voluto dal presidente Usa. L'ex segretario al Tesoro Summers chiede perché altri Ceo non facciano altrettanto
AP