I legislatori Gb contro Facebook: ha "intenzionalmente" violato le leggi

In un rapporto da 108 pagine, i parlamentari GB accusato il social network di compostarsi come un 'gangster digitale'. Chiesta stretta regolatoria su privacy e antitrust. Al via altre inchieste. Il gruppo: siamo cambiati ma c'è molto da fare

Facebook ha "intenzionalmente e consapevolmente" violato leggi per la tutela della privacy e leggi antitrust nel Regno Unito, infischiandosene della tutela degli utenti come parte degli sforzi volti a massimizzare i ricavi generati dai dati loro associati. E' questa l'accusa pesante lanciata dai legislatori britannici domenica 17 febbraio. E' stato chiesto il lancio di un'inchiesta sulle pratiche dell'azienda americana, che ha risposto negando di avere violato le leggi e sostenendo di avere fatto tanti cambiamenti: "Sebbene ci sia ancora molto da fare, non siamo la stessa azienda di anni fa", ha detto Karim Palant, che lavora per il gruppo nel Regno Unito.

La tesi dei membri del Parlamento Gb è contenuta in un rapporto di 108 pagine in cui si sostiene la necessità di adottare nuove regolamentazioni con cui di fatto incastrare Facebook e gruppi rivali per via delle loro pratiche online.

"Ad aziende come Facebook non dovrebbe essere permesso di compostarsi come 'gangster digitali' nel mondo online e di considerare sé stessi come superiori alla legge", recita il documento frutto di uno studio sulle attività di Facebook lanciato nel 2017, dunque prima del marzo 2018, quando esplose lo scandalo di Cambridge Analytica, la ormai defunta società londinese di dati accusata di avere impropriamente condiviso i dati di 87 milioni di utenti Facebook senza il loro permesso. Quello scandalo in Usa potrebbe costare a Facebook una maxi multa miliardaria.

Sostenendo che Facebook ha deliberatamente svantaggiato i suoi rivali limitando l'accesso al sito e ai dati preziosi dei suoi utenti, i legislatori britannici intendono capire se l'azienda "sta usando in modo ingiusto la sua posizione dominante nei social media per decidere chi dovrebbe avere successo e chi dovrebbe invece fallire".

Stando al rapporto, "ai grandi gruppi tecnologici non dovrebbe essere consentito di allargarsi in modo esponenziale, senza limiti o la giusta supervisione regolatoria. Solo i governi e la legge sono sufficientemente potenti per contenerli". Stando al rapporto Facebook ha agito in "cattiva fede" e ha cercato di aggiustare il tiro solo quando le violazioni sono emerse pubblicamente. "Questo è quel che successo nel 2015 e 2018".

Mentre studia il da farsi, il Regno Unito a maggio si prepara a un incontro con altri otto Paesi con cui ha sottoscritto nel 2018 un patto internazionale per cooperare sulla regolamentazione riguardante i social media. Essi sono Argentina, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Irlanda, Lettonia e Singapore.

Altri Servizi

Fca: richiama in Usa quasi 900mila vetture, non rispettano standard su emissioni

Epa soddisfatta dell'azione volontaria del gruppo. La mossa segue test condotti dall'azienda e dall'Agenzia per la protezione ambientale. Fca: veicoli sicuri, nessuna multa
FCA

Fiat Chrysler Automobiles ha deciso di richiamare quasi 900mila vetture negli Stati Uniti, per l'esattezza 862.520. La mossa segue test sulle emissioni condotti dall'Agenzia per la protezione ambientale americana (l'Epa) e dall'azienda stessa come richiesto dalla legge. A dare l'annuncio è stata l'Epa, che "dà il benvenuto all'azione di Fiat Chrysler di richiamare volontariemente i suoi veicoli che non rispettano gli standard sulle emissioni Usa".

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la sua campagna presidenziale

La senatrice è la sesta donna in campo per le primarie democratiche
Ap

La senatrice Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la propria candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi del prossimo anno, con un video intitolato "Il coraggioso vince", che parte da un verso dell'inno nazionale (Di' dunque, sventola ancora la nostra bandiera adorna di stelle sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi?) per affermare che il coraggio degli americani può aiutare il Paese a raggiungere risultati come il sistema sanitario universale, il congedo parentale per tutti e una nuova riforma per l'ambiente. "Abbiamo bisogno di un leader che faccia delle scelte notevoli e coraggiose. Qualcuno che non sia spaventato dal progresso. Ecco perché mi candido alla presidenza".

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Wall Street, speranze su accordo Usa-Cina

Atteso il dato sulla fiducia dei consumatori di marzo
AP

Trump propone budget da 4.700 mld di dollari, Congresso pronto a bocciarlo

Chiede 8,6 miliardi aggiuntivi per il muro. A ottobre rischio shutdown

Il presidente americano, Donald Trump, ha presentato una proposta di budget per l'anno fiscale 2020 che vale 4.700 miliardi di dollari ma che rischia già in partenza di creare tensioni al Congresso, che deve approvare la manovra (la prima, firmata Trump, con una Camera controllata dall'opposizione democratica).

Boeing: "piena fiducia" nel 737 Max ma vari Paesi ne impediscono l'uso

Regno Unito, Francia e Germania tra le nazioni che puntano su sicurezza. Romney primo senatore Gop a chiedere lo stop all'uso del jet. L'aviazione civile Usa dalla parte del gruppo. Passeggeri preoccupati. Trump: aerei troppo complessi.

Messo sotto pressione dalle autorità dell'aviazione civile nel mondo, Boeing ha diffuso un comunicato difendendo la sicurezza dei suoi jet 737 Max, nei quali ha "piena fiducia".

Federcalcio Usa sorpresa dalla causa per discriminazione intentata dalle giocatrici della nazionale

Carlos Cordeiro ha detto che le atlete non si erano mai lamentate del contratto collettivo. Le campionesse del mondo chiedono di essere pagate (e trattate) come gli uomini
Ap

Il presidente della Federcalcio statunitense, Carlos Cordeiro, ha manifestato la propria sorpresa, e quella dell'organizzazione che presiede, nel prendere atto della causa intentata dalle calciatrici della nazionale per discriminazione di genere. Cordeiro ha detto che non aveva mai sentito lamentele sull'accordo collettivo contrattato e firmato tra le due parti due anni fa.

Lyft lancia il road show per la sua Ipo da 2 miliardi di dollari

Sarà la prima del settore dei trasporti on-demand a quotarsi a Wall Street, ma sarà presto seguita da Uber

Parte lunedì il road show di Lyft per la sua Ipo, durante la quale cercherà di raccogliere fino a due miliardi di dollari, per arrivare a una valutazione di oltre 20 miliardi di dollari. Lyft dovrà cercare di convincere gli investitori a preferire la sua Ipo a quella di Uber, che dovrebbe lanciarla il prossimo mese.