Leonardo e Telespazio puntano sulla geoinformazione con costellazione di mini satelliti

Accordo tra Thales Alenia Space, Telespazio e Spaceflight Industries. Parla Luigi Pasquali, coordinatore delle attività spaziali del colosso italiano e Ceo della jv tra l'azienda e Thales

Leonardo vuole crescere ancora di più nei servizi spaziali della geoinformazione, un mercato mondiale da 8,3 miliardi di euro che nel giro di al massimo un decennio è visto raddoppiare in valore. Per farlo, il colosso italiano dell'aerospazio ha deciso di puntare su una costellazione speciale di mini-satelliti per l'osservazione della Terra con cui arrivare a distinguersi come "global data operator". Perché ormai, l'obiettivo non è quello di fornire alla clientela immagini satellitari ma informazioni da esse estratte attraverso la capacità di elaborazione dei dati.

In quest'ottica si inserisce l'annuncio fatto oggi dal salone "Satellite" a Washington, la capitale americana. La Space Alliance formata da Thales Alenia Space e da Telespazio - rispettivamente, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%) e jv tra Leonardo (67%) e Thales (33%) - ha annunciato di avere ufficialmente acquisito una partecipazione di minoranza (di circa il 10%) in Spaceflight Industries; si tratta di un'azienda con sede a Seattle (nello Stato americano di Washington) che attraverso tre round ha raccolto fondi per oltre 200 milioni di dollari. La Space Alliance ha participato al terzo round da 150 milioni, investendone la metà circa.

E così la controllata di Spaceflight dedicata all’intelligence geospaziale - BlackSky - potrà lanciare una costellazione di mini-satelliti per l’osservazione della Terra che ha una caratteristica particolare: un’alta frequenza di rivisitazione su ogni punto del Pianeta. Grazie all’integrazione dei dati provenienti da sensori spaziali e terrestri, ottenuta con il trattamento automatizzato delle informazioni e all’applicazione di tecniche di big data analytics, BlackSky potrà offrire soluzioni innovative di monitoraggio dell’ambiente e del territorio, nonché servizi e prodotti di geoinformazione per attività di intelligence.

"Il nostro obiettivo non è essere azionisti finanziari ma azionisti industriali e dunque avere un ruolo nello sviluppo del business", ha spiegato ad America24 Luigi Pasquali, coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e amministratore delegato di Telespazio. "Questo investimento", ha continuato Pasquali, "abilita Thales Alenia Space a essere il partner di Spaceflight, attraverso una joint venture paritetica che verrà costituita (LeoStella, con sede a Seattle, ndr), nella produzione dei satelliti della costellazione. Quello stesso investimento abilita Telespazio ad avere un ruolo in determinate geografie dove abbiamo l'esclusiva nello sviluppo dei servizi e delle applicazioni associate alla costellazione stessa". In base all'accordo commerciale, Telespazio distribuirà i prodotti e servizi BlackSky nel mercato istituzionale europeo.

I primi quattro satelliti di nuova generazione BlackSky saranno lanciati nel corso dei prossimi 12 mesi, mentre il nuovo finanziamento garantirà la produzione e il lancio di ulteriori 20 satelliti entro il 2020; due anni dopo ce ne saranno altri 20. Gli utili generati dalle attività dei primi satelliti consentiranno in seguito la produzione e il lancio dell’intera costellazione, costituita complessivamente da 60 mini-satelliti.

Pasquali ha sottolineato la caratteristica determinante della costellazione di mini-satelliti in questione: l'alta rivisita, come si dice in gergo tecnico. Si tratta della capacità di osservare alcuni punti del pianeta con una certa frequenza, superiore non solo a quella di un singolo satellite ma anche a quella di costellazioni composte da pochi satelliti. "Vedere lo stesso punto della Terra con una frequenza molto rapida consente di identificare fenomeni in rapida evoluzione", ha continuato Pasquali, convinto che la frequenza di rivisita resa possibile da BlackSky "oggi più che mai sia necessaria per arricchire il nostro portafoglio di offerta". L'idea è "mettere insieme componenti di diversi sistemi e diverse costellazioni con qualità di prestazioni differenti" - come le immagini ad altissima risoluzione di COSMO-SkyMed, un sistema satellitare di osservazione della Terra - per ottenere "un elemento di forza".

Rivolgendosi a un mercato globale, Leonardo e Telespazio scommettono sulla geoinformazione sapendo di dovere contare su due ingredienti: "Dati di varia tipologia e tecnologie per estrarre quelle informazioni e rispondere alle esigenze dei mercati", ha detto Pasquali.

Un esempio di applicazione? L'agricoltura. In questo caso l'intenzione non è certo quella di fornire semplicemente immagini di un terreno coltivato ma magari lo stato di salute della vegetazione e di conseguenza la necessità di irrigare alcune zone o di fertilizzarne altre. Con l'analisi di big data, i mercati di riferimento comprendono poi quelli storici di difesa e intelligence, gestione delle emergenze (per indicare per esempio vie di accesso per soccorsi e vie di fuga) e disaster recovery ma anche nuovi segmenti come quello minerario, dell’energia, dei trasporti, della finanza, dell’industria e del monitoraggio ambientale, fino alle applicazioni B2C. "Un altro ambito interessante su cui stiamo crescendo è quello legato alle assicurazioni e alla capacità di osservare lo stato di determinate infrastrutture", ha aggiunto Pasquali citando anche il monitoraggio degli effetti del cambiamento climatico, "cosa che poi può consentire di adottare misure per la riduzione dei suoi effetti".

A commento dell'annuncio odierno, Jason Andrews, presidente e amministratore delegato di Spaceflight Industries, ha dichiarato: “Questo accordo con due tra i più importanti attori dell’industria spaziale europea conferma la validità del modello di business di BlackSky, riducendo rischi finanziari e operativi per la nostra costellazione satellitare di osservazione della Terra. La joint venture LeoStella con Thales Alenia Space rappresenta un punto di svolta per la produzione di mini e micro-satelliti negli Stati Uniti. Inoltre, la partnership con Telespazio, cos" come il coinvolgimento significativo di Mitsui & Co, accelera la nostra strategia di go-to-market e determinerà sinergie vincenti per tutte le parti coinvolte”.

Jean Loic Galle, presidente e Ceo di Thales Alenia Space, ha invece spiegato che “questa partnership riflette la strategia di trasformazione del 'new space' che Thales Alenia Space sta sviluppando allo scopo di diventare il più importante produttore di satelliti miniaturizzati per costellazioni con alta frequenza di rivisitazione, sia in Europa che negli Stati Uniti”.

Luigi Pasquali, Ceo di Telespazio
Altri Servizi

Wall Street incerta, attenzione rivolta ai colloqui sul commercio con la Cina

Prosegue il secondo round di colloqui ad alto livello tra Washington e Pechino
iStock

Gli Usa aprono l' ambasciata a Gerusalemme, per Israele un momento storico

Mentre israeliani e statunitensi celebrano la nuova sede, nella Striscia di Gaza si muore: almeno 52 persone sono state uccise dalle forze dello Stato ebraico. Casa Bianca: colpa di Hamas
Ap

Sessantanove anni dopo che Israele l'ha dichiarata capitale e 23 anni dopo che il Congresso statunitense ha approvato una legge per riconoscerla come tale, gli Stati Uniti hanno formalmente aperto la loro ambasciata a Gerusalemme. Mentre Usa e Israele celebravano, i soldati israeliani sparavano sulle migliaia di palestinesi che hanno protestato lungo il confine tra la Striscia di Gaza e lo stato ebraico. Almeno 52 palestinesi sono stati uccisi e - stando al ministero della Salute palestinese - oltre 1.200 sono rimasti feriti. La Casa Bianca non ha condannato l'accaduto attribuendo la colpa esclusivamente ad Hamas, l'organizzazione politica che controlla Gaza e che secondo Washington "sfrutta in modo cinico la situazione".

Bassa affluenza alle elezioni in Iraq, Usa e Iran attendono i risultati

Washington e Teheran si contendono l'influenza nel Paese
iStock

Gli iracheni hanno disertato in massa le urne facendo avanzare, secondo le prime indicazioni, le liste anti-sistema nelle prime elezioni politiche dopo la vittoria delle truppe governative sull'Isis, guardate molto da vicino da Stati Uniti e Iran. Secondo la commissione elettorale, il 44,52% degli iscritti ha votato per eleggere i 329 parlamentari. Si tratta della partecipazione più bassa registrata nel Paese dall'instaurazione delle elezioni multipartitiche nel 2005, dopo la caduta di Saddam Hussein.

Wall Street ritrova forza

Il rendimento del Treasury a 10 anni resta però sopra il 3%
iStock

Ford riprende la produzione di pickup F-Series, lo stop peserà su utili Q2

Il gruppo ha confermato le guidance per l'intero esercizio

Ford sta per riprendere prima del previsto la produzione di uno dei suoi veicoli più popolari e redditizi parte della famiglia di pick-up truck F-Series. Lo stop c'era stato dopo un incendio che il 2 maggio aveva colpito un suo fornitore, Meridian Magnesium Products of America con sede in Michigan, causando una carenza di componentistica.

La Cina tende la mano a Trump

Pechino smentisce l'offerta per ridurre di 200 miliardi di dollari l'avanzo commerciale annuo che vanta sugli Stati Uniti. Ha però eliminato dazi sul sorgo Usa

La Cina non ha offerto a Donald Trump una riduzione di 200 miliardi di dollari dell'avanzo commerciale annuo che vanta sugli Stati Uniti ma ha comunque teso la mano agli Stati Uniti.

Oltre la Russia. Anche alcuni paesi del Golfo offrirono aiuto a Trump

Il New York Times parla di incontri tra Trump Jr. e altri membri del comitato elettorale del presidente con funzionari dei governi del Medio Oriente e una società israeliana

Tre mesi prima delle elezioni presidenziali del 2016, un piccolo gruppo si è riunito alla Trump Tower, a Manhattan, per incontrare Donald Trump Jr., il figlio maggiore del presidente. Uno di essi era uno specialista israeliano nella manipolazione dei social media. Un altro era un emissario di due ricchi principi arabi. Il terzo era un donatore repubblicano, con un passato controverso in Medio Oriente dove si è occupato di sicurezza privata.

Dopo lo scandalo di Philadelphia, Starbucks studia nuove regole per gli "ospiti che non consumano"

Nessuno potrà più essere cacciato negli 8.000 negozi americani del gruppo
Starbucks

Starbucks ha annunciato che sta studiando una serie di regole ufficiali che consentiranno a tutti gli ospiti di entrare e usare i bar, inclusi i servizi igienici, indipendentemente dal fatto che effettuino o meno un acquisto.

Wall Street, attenzione a disoccupazione e Fed

Oggi il dato sui sussidi. Il Fondo monetario internazionale tiene il suo consueto briefing bisettimanale con la stampa alle 9:30 (le 15:30 in Italia)
iStock

Ottimismo a Wall Street, si attenuano le tensioni commerciali tra Usa e Cina

Il presidente Trump disposto a lavorare insieme all'omologo Xi per salvare ZTE
iStock