Lo chef Mario Batali accusato di molestie sessuali

Si prende una pausa dai suoi ristoranti e da Eataly USA. Abc gli toglie la conduzione di "The Chew". Food Network ha sospeso il rilancio della trasmissione "Molto Mario"
America24

Dopo Hollywood, la Silicon Valley e Capitol Hill anche il mondo della ristorazione è stato colpito dallo scandalo di molestie sessuali. Quattro donne hanno accusato Mario Batali, uno degli chef più celebri di New York; famoso per i suoi capelli rossi e le Crocs arancioni ai piedi, è il cuoco che ha cucinato l'ultima cena di stato alla Casa Bianca dell'era Obama, quella che aveva come ospite d'onore l'ex presidente del consiglio Matteo Renzi. Ed è uno dei soci di minoranza di Eataly USA, la mecca americana del cibo Made in Italy. Al di fuori degli Stati Uniti, il nome del 51enne Batali non è associato a quello della controllante Eataly, gruppo italiano fondato da Oscar Farinetti (che ne è l'azionista di maggioranza). Il cuoco non ha mai ricoperto alcun ruolo operativo nella galassia Eataly.

Ad America24, Eataly Usa ha rilasciato il seguente commento: "Le accuse che sono state pubblicate stamattina riguardo al comportamento inappropriato dello chef Mario Batali verso alcune donne sono estremamente preoccupanti per noi. Supportiamo appieno la decisione di Batali di ritirarsi da qualsiasi collaborazione attiva con Eataly USA. Riteniamo che le molestie di ogni tipo e nei confronti di chiunque siano altamente inaccettabili. Per Eataly è estremamente importante creare un ambiente di lavoro sicuro e libero da ogni molestia e discriminazione".

Secondo il sito Eater, una donna ha spiegato che Batali l'ha toccata in modo inappropriato e contro la volontà di lei. Le altre sostengono che lo chef abbia palpeggiato i loro seni e il loro sedere durante delle feste di settore. Tre di loro erano sotto le due dipendenze mentre la quarta lavora nella ristorazione ma non per lui.

Dopo le accuse, lo chef si è preso un'aspettativa dai suoi ristoranti e dalla mecca americana del cibo Made in Italy controllata dal gruppo di Oscar Farinetti.  Inoltre è stato rimosso dalla co-conduzione della trasmissione "The Chew", su Abc. Il canale tv Food Network ha invece sospeso i piani per il rilancio, previsto l'anno prossimo, dello show "Molto Mario".

Lo chef si è scusato con le persone che "ho maltrattato e ferito. Anche se le identità di molti di questi individui menzionati in queste storie non mi sono state rivelate, gran parte dei comportamenti descritti corrisponde ai modi in cui ho agito. Quel comportamento è sbagliato e non ci sono scuse. Mi prendo la piena responsabilità e sono profondamente dispiaciuto per ogni dolore, umiliazione o disagio causato ai miei pari, ai dipendenti, ai clienti, agli amici e alla famiglia".

L'aspetto curioso è che alla fine dello scorso ottobre, sulla scia dello scandalo che travolse il produttore cinematografico Harvey Weinstein, Batali disse in un video che "serve un posto di lavoro senza paura, che alimenta sentimenti eccellenti per la collaborazione e la creatività". Secondo lui, "se si vuole essere circondati da persone di talento, serve creare un ambiente che protegga l'eccellenza".

Lo chef si è scusato con le persone che "ho maltrattato e ferito. Anche se le identità di molti di questi individui menzionati in queste storie non mi sono state rivelate, gran parte dei comportamenti descritti corrisponde ai modi in cui ho agito. Quel comportamento è sbagliato e non ci sono scuse. Mi prendo la piena responsabilità e sono profondamente dispiaciuto per ogni dolore, umiliazione o disagio causato ai miei pari, ai dipendenti, ai clienti, agli amici e alla famiglia".

L'aspetto curioso è che alla fine dello scorso ottobre, sulla scia dello scandalo che travolse il produttore cinematografico Harvey Weinstein, Batali disse in un video che "serve un posto di lavoro senza paura, che alimenta sentimenti eccellenti per la collaborazione e la creatività". Secondo lui, "se si vuole essere circondati da persone di talento, serve creare un ambiente che protegga l'eccellenza".

Con all'attivo la conduzione di trasmissioni tra cui “Mario Eats Italy” e “Ciao America” e la partecipazione a “Iron Chef America”, Batali spera di potere attraversare indenne lo scandalo. Nel frattempo Abc ha spiegato che sta cercando di capire se lo chef abbia violato i propri standard di condotta. La controllata di Walt Disney ha detto che "prende seriamente questioni come questa essendo impegnata a garantire un ambiente di lavoro sicuro". Food Network ha usato parole simili.

Non è la prima volta che il nome di Batali viene associato a storie di molestie sessuali. Lo scorso maggio è stato denunciato dall'ex pasticcere del ristorante newyorchese Babbo per via del suo orientamento sessuale: Franco Nava è un omosessuale e nella causa sostiene che i colleghi lo chiamassero "frocio"; secondo lui Batali avrebbe dovuto fare qualcosa per fermarli; Nava fu poi licenziato perché, sostiene lui, accusato di avere rubato una cotoletta di maiale che un altro dipendente gli aveva detto che poteva cucinare.

Nel 2011 un cameriere dello stesso ristorante, Eugene Gibbons, fece denuncia sostenendo che i dipendenti gli toccavano costantemente il sedere e i genitali mentre Batali e il co-proprietario Joe Bastianich non avevano fatto nulla per fermarli. E la cameriera Stephanie Capsolas ha capitanato un'altra causa sostenendo che uno chef - non Batali - facesse ripetutamente commenti e gesti luridi.

Nel libro del 2006 "Heat" - con cui l'autore Bill Buford offre uno sguardo dietro le quinte di Babbo - Batali viene citato mentre risponde alle lamentele di una chef, stanca di essere oggetto di molestie e di sentire discorsi a sfondo sessuale in cucina. Lui le rispose: "Questa è New York. Abituati". Lo scorso ottobre, in un articolo di Page Six sulla cucina interamente al femminile del ristorante Del Posto, Batali veniva citato dicendo: "Non è perché hanno una vagina. E' perché sono le persone migliori per questo lavoro".

Altri Servizi

Usa 2020, Biden: il partito democratico non si è spostato a sinistra

"Media e rivali sbagliano a leggere la realtà"
Ap

Il partito democratico statunitense non si è spostato a 'sinistra'. Ne è convinto l'ex vicepresidente statunitense, Joe Biden, che ha detto che i media e i suoi rivali alle primarie sbagliano a leggere la realtà, pensando che Alexandria Ocasio-Cortez, la neodeputata più famosa del Paese, rappresenti la direzione intrapresa dal partito.

Pelosi: "Procediamo con gli articoli di impeachment per Trump"

La speaker della Camera chiede alla commissione Giustizia di redigere le accuse. Trump: "Impeachment? Fatelo in fretta, così poi torniamo al lavoro"
Ap

La speaker Nancy Pelosi ha annunciato che la Camera statunitense comincerà a redigere gli articoli per l'impeachment di Donald Trump, in un discorso durato meno di sei minuti in cui ha dichiarato che è ormai chiaro, dopo due mesi di indagini, che il presidente ha violato il suo giuramento, facendo pressioni su una potenza straniera per ricevere aiuto per le elezioni del 2020. "La nostra democrazia è in gioco. Il presidente non ci lascia altra scelta che agire, perché sta cercando di manipolare, ancora una volta, le elezioni a suo vantaggio".

Wall Street, attenzione sempre rivolta ai rapporti Usa-Cina

Tra i dati attesi oggi, le nuove richieste dei sussidi di disoccupazione
AP

Usa 2020, primarie Dem: si ritira la senatrice Kamala Harris

Dopo un inizio promettente, era finita nell'anonimato. "Non abbiamo i soldi per andare avanti" ha spiegato ai suoi sostenitori

La senatrice Kamala Harris ha annunciato il ritiro della sua candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi. Nelle ore precedenti, era stata annunciata la cancellazione di un evento di raccolta fondi a New York.

Trump: "Forse meglio aspettare le elezioni prima di un accordo con la Cina"

Il presidente Usa: "Non ho una scadenza, mi piace l'idea di attendere"

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha dichiarato che potrebbe essere meglio aspettare che si svolgano le elezioni del 2020 prima di firmare un accordo commerciale con la Cina. "In un certo modo, mi piace l'idea di aspettare fin dopo le elezioni per un accordo con la Cina, ma loro vogliono farlo ora; vedremo. Non ho una scadenza" ha dichiarato Trump, che ha parlato da Londra, dove si trova per il vertice della Nato.

Walt Disney

‘Frozen 2’ batte ogni record. Il film che narra la storia delle due sorelle, Elsa e Anna, ha incassato 123,7 milioni di dollari negli Stati Uniti ed in Canada durante i cinque giorni del weekend di Thanksgiving, superando il precedente record di 110 milioni di dollari detenuto da ‘Hunger Games: La Ragazza di Fuoco’ del 2013.

L’ex segretario di Stato Usa, John Kerry, ha creato una nuova coalizione formata da leader globali, esponenti militari e star di Hollywood con lo scopo di promuovere iniziative pubbliche per contrastare il cambiamento climatico.

Trump: "Dem antipatriottici". Oggi il rapporto sulle indagini per l'impeachment

I democratici vogliono un voto alla Camera entro Natale; in questo caso, a gennaio partirebbe il processo in Senato
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha definito i democratici "molto antipatriottici" perché vogliono metterlo in stato d'accusa, mentre la commissione Intelligence della Camera si prepara a rendere noto il proprio rapporto sulle prove e le testimonianze raccolte nel corso delle ultime settimane; in base a questo rapporto, la commissione Giustizia deciderà se e quali articoli di impeachment redigere e far votare alla Camera. In settimana, la commissione darà il via alle proprie audizioni e ha invitato Trump a partecipare.

Audizione per l'impeachment di Trump, tre costituzionalisti su quattro a favore

Quattro esperti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deciderà se procedere con la messa in stato d'accusa del presidente Usa
Ap

In base a prove e testimonianze, il presidente statunitense Donald Trump ha commesso reati passibili di impeachment. Lo ha detto Noah Feldman, professore di Harvard, primo dei quattro costituzionalisti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deve decidere sull'impeachment di Trump.