Macy's: i conti battono le stime grazie a ecommerce e turisti

I grandi magazzini hanno alzato l'outlook per il 2018. Fine di una joint venture in Cina, dove il gruppo resta su Alibaba
Macy's

Il titolo dei grandi magazzini Macy's è protagonista di un rally a Wall Street dopo la pubblicazione di una trimestrale migliore del previsto e del miglioramento dell'outlook. Da inizio anno è salito del 19% e negli ultimi 12 mesi del 29%.

Nei tre mesi al 5 maggio il gruppo ha registrato utili attribuibili ai soci per 139 milioni di dollari contro i 78 milioni dello stesso periodo dell'esercizio precedente. I profitti di gruppo hanno raggiunto quota 149 milioni contro gli 80 milioni dell'anno scorso. Al netto di voci straordinarie, gli utili per azione sono passati a 42 centesimi da 12 centesimi, oltre le stime degli analisti per 36 centesimi per azione.

In quello che per il gruppo rappresenta il primo trimestre fiscale, i ricavi sono saliti a 5,54 miliardi da 5,35 miliardi (+3,6%), anche in questo caso oltre le previsioni per 5,43 miliardi. Le vendite comparate sono salite del 3,9% su base annua, ben oltre il consenso per un rialzo dello 0,7%.

Macy's ha spiegato di avere messo a punto un nuovo approccio in Cina, dove "ha raggiunto un accordo per mettere fine alla joint venture con Fung Retailing Limited". Macy's resterà attiva su TMall, sito parte della galassia del sito di ecommerce Alibaba, e sui canali social media. "Il team di Macy's dedicato al commercio elettronico a San Francisco gestirà le attività in Cina con un sostegno operativo da parte di Fung Omni a Shanghai".

Quanto all'outlook, l'azienda si aspetta utili pro forma per 3,75-3,95 dollari per azione nell'anno fiscale 2018; si tratta di un incremento di 20 centesimi rispetto alle guidance precedenti e di un dato migliore del consensus pari a 3,61 dollari per titolo. Le vendite sono viste spaziare da un calo dell'1% a un incremento dello 0,5% sui 24,8 miliardi messi a segno nel 2017. Le vendite comparate dovrebbero salire dello 0,4%.

Jeff Gennette, Ceo e presidente di Macy's, ha spiegato che c'è stata una "performance forte" nei tre marchi del gruppo (Macy's, Bloomingdale's e Bluemercury) cos" come in tutte le regioni. Dicendo che la ricetta vincente è data da un buon business nei negozi tradizionali, da un e-commerce "robusto" e da una "fantastica esperienza mobile", il Ceo ha aggiunto che "c'è ancora altro lavoro da fare". Il top manager ha citato una crescita a doppia cidra delle attività digitali e un miglioramento del turismo internazionale. "Presi insieme, questi fattori ci danno fiducia nell'alzare le guidance sia delle vendite sia degli utili per l'anno fiscale".

Altri Servizi

Wall Street, attenzione rivolta ai dazi Usa-Cina in vigore da oggi

Il presidente Trump impregnato a New York per i primi impegni alle Nazioni Unite, in attesa del suo discorso, domani, all'Assemblea generale
iStock

Trump alle Nazioni Unite: focus su Iran, commercio e sovranità

Il presidente Usa alla sua seconda apparizione al Palazzo di Vetro di New York, per la 73esima Assemblea generale. Lo scorso anno, minacciò di "distruggere totalmente" la Corea del Nord; ora si vanta dei nuovi rapporti con Pyongyang (con pochi risultati)
Ap

"Sarà la seduta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite più vista di tutti i tempi". Parola dell'ambasciatrice statunitense al Palazzo di Vetro, Nikki Haley, parlando di chi, di audience, certamente capisce: il presidente statunitense Donald Trump, che mercoledì presiederà la riunione del Consiglio, a rotazione tra i 15 membri e destinata, in concomitanza con la 73esima Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, proprio agli Stati Uniti. La riunione sarà dedicata alla non proliferazione e sarà l'occasione per attaccare l'Iran, denunciando il suo tentativo di destabilizzare il Medio Oriente.

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Nel mondo, la gente ricomincia ad avere la fiducia che aveva nell'economia nazionale prima della grande recessione di dieci anni fa; notevoli, soprattutto, i miglioramenti registrati in Germania, Giappone, Russia e Stati Uniti, secondo l'ultimo studio del Pew Research Center. Nel complesso, però, non si può non sottolineare che continua a regnare un forte pessimismo per il futuro e che è molto diffusa la nostalgia per il passato, soprattutto in Europa.

Trump sta con Kavanaugh: "Accuse totalmente politiche"

Il presidente sostiene il giudice nominato per la Corte Suprema

Le accuse contro il giudice Brett Kavanaugh sono "totalmente politiche". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, parlando dell'uomo da lui nominato per la Corte Suprema, accusato di tentato stupro da una donna e ora anche di molestie da un'altra donna.

Trump difende Kavanaugh ("difficile immaginare che sia successo qualcosa") e si augura che l'accusatrice parli

Il giudice nominato dal presidente alla Corte Suprema accusato di tentato stupro
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha detto che dovrà "prendere una decisione" sul futuro della nomina del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema, se la sua accusatrice, Christine Blasey Ford, darà "una testimonianza credibile". Sarebbe "meraviglioso" se si presentasse davanti alla commissione Giustizia del Senato, "spiacevole" se non lo facesse, ha aggiunto il presidente.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Dopo una battaglia di 21 mesi, Sky ha battuto 21st Century Fox nello scontro per l'acquisizione di Sky. Il più grande operatore via cavo degli Stati Uniti ha prevalso nell'asta in tre round imposta dalle autorità britanniche per concludere l'affare riguardante la pay-tv.

La guerra di Trump contro gli immigrati poveri

L'amministrazione non vuole concedere visti provvisori e Green Card agli stranieri che ricevano, o potrebbero ricevere, aiuti statali: no al "carico pubblico". E ha già abbassato ai minimi storici il numero massimo di rifugiati da accogliere

L'amministrazione Trump vuole rendere più difficile l'arrivo di immigrati e la permanenza di quelli regolari che hanno ricevuto, o potrebbero ricevere - avendone diritto - dei sussidi statali, come i fondi per pagare l'affitto di una casa popolare, gli aiuti alimentari o il Medicaid, l'assistenza sanitaria per i poveri.

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare giovedì

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap