Maryland: primo passo verso l'abrogazione della pena di morte

Dopo l'ok del Senato, la legge ora al vaglio della Camera. Se dovesse passare sarebbe il 18esimo Stato ad abolirla

Il Senato dello Stato del Maryland ha dato il via libera all'abrogazione della pena di morte con 27 voti a favore e 20 contrari, dopo quattro giorni di acceso dibattito. Adesso la questione passerà alla Camera, dove i sostenitori della legge hanno dichiarato di avere i voti. Se la pena capitale dovesse essere abrogata, il Maryland diventerebbe il 18esimo Stato americano ad abolirla, facendo scendere gli Stati che la praticano a 32. In Maryland le esecuzioni sono ferme dal 2005.

Intanto nello Stato dell'Ohio, Frederick Treesh, 48 anni, è stato ucciso con un'iniezione letale alle 10.30 (le 16.30 in Italia). L'uomo, nel braccio della morte da 18 anni, era accusato di aver ucciso un agente durante una sparatoria. È stata la prima esecuzione del 2013 in Ohio, la quarta negli Stati Uniti dall'inizio dell'anno.

Altri Servizi

Trump alla Casa Bianca, primo mese tra caos e immobilismo

Polemiche e scandali, ordini esecutivi ma, in realtà, pochi fatti. Il senatore McCain: "Nessuno sa chi fa cosa"

Ordini esecutivi, polemiche, litigi, scandali, tribunali; infine, le dimissioni di Michael Flynn da consigliere per la sicurezza nazionale. Donald Trump non ha ancora festeggiato il primo mese da presidente degli Stati Uniti, eppure le cronache sono già piene di episodi che mettono in dubbio le sue capacità, e quelle dell'intera amministrazione, di essere all'altezza del compito.

Wall Street chiude in rialzo

Giornata senza dati. Venerdì, chiusura record per i tre maggiori indici
AP

Trump presidente, ma si scommette già su dimissioni e impeachment

I bookmaker non sembrano credere molto alla possibilità che The Donald resti alla Casa Bianca per quattro anni
AP

La presidenza di Donald Trump è iniziata da poco più di tre settimane, eppure la sua permanenza alla Casa Bianca per quattro anni non è data per scontata dalle società di scommesse, che puntano (è proprio il caso di dire) sull'impeachment.

Prosegue il momento d'oro a Wall Street

Ieri, quinta seduta consecutiva di record
AP

Etan Patz, dopo 38 anni c'è un colpevole di omicidio

Era un bambino di 6 anni, quando fu rapito e ucciso nel 1979. Fu il primo a finire, con la sua foto, sui cartoni del latte

A quasi 40 anni dalla sua morte, è stata ormai raggiunta la verità giudiziaria sul caso di Etan Patz, il bambino di 6 anni rapito e ucciso a New York nel 1979, divenuto purtroppo famoso anche per essere stato il primo a finire, con la sua foto, sui cartoni del latte, come poi successo a molte altre persone scomparse. Pedro Hernandez, un ex commesso con problemi mentali, è stato ritenuto colpevole di rapimento e omicidio da una giuria della Corte Suprema dello Stato di New York, dopo due lunghi processi che hanno portato di nuovo all'attenzione dei media il caso di Etan, scomparso il 25 maggio 1979 mentre camminava, da solo per la prima volta, verso la fermata dello scuolabus. Il suo caso diede forma alle peggiori paure di qualsiasi genitore e cambiò il modo di agire di mamme, papà e forze dell'ordine.

Il rischio di un'uscita dell'Italia dall'Eurozona "resta molto basso". Lo dice Moody's. In un rapporto pubblicato il 14 febbraio, l'agenzia di rating spiega tuttavia che nel nostro Paese "un sentimento anti-euro sta crescendo così come altrove nell'Area euro".

Il prossimo iPhone? Per Tim Cook è la realtà aumentata

A dieci anni dal primo telefonino di Apple, il gruppo pensa a nuove strategie per continuare a crescere

Quando nel 2007 Apple mise sul mercato il primo iPhone, non creò nulla di nuovo. Riusc" invece a fare bene e a semplificare quello che già esisteva da qualche tempo: lo smartphone.

Il Calendario Pirelli 2017: Peter Lindbergh e l'emozione della bellezza

Durante la settimana della moda di New York, una serata per celebrare "The Cal" con il fotografo tedesco e Steve McCurry, Jessica Chastain, Fran Lebowitz e Derek Blasberg

Non c'è concetto che sia insieme più chiaro eppure più indefinibile della bellezza: non quella data da un'emozione e nemmeno quella interiore, ma la bellezza oggettiva. Che cos'è? Ha a che fare con l'armonia dei tratti del volto? Con l'equilibrio? Con la simmetria? Nessuno è davvero capace di dirlo, eppure resta un fatto: quando c'è, mette tutti d'accordo. Dall'antica Grecia a oggi, passando per ogni altra epoca, possono essere cambiati gli archetipi, le caratteristiche che ci fanno dire di un corpo "è bello", eppure c'è una cosa che non cambia mai: l'inevitabilità della bellezza. La chiarezza con cui, di epoca in epoca, di un viso o un corpo che è bello riusciamo a dire solo che è bello.

Tom Price confermato a guida dipartimento Salute. Ora andrà all'attacco dell'Obamacare

Il repubblicano, un chirurgo ortopedico che rappresenta alla Camera una zona settentrionale di Atlanta, in Georgia, è uno dei maggiori critici, in Congresso, dell'Obamacare
AP

La squadra di Governo del presidente Donald Trump ha, ufficialmente, un pezzo in più. Il Senato, con 52 voti favorevoli e 47 contrari, ha confermato la nomina di Tom Price a segretario alla Salute e ai servizi umani. 

Luca Maestri (Apple): il prossimo Steve Jobs può essere italiano

Il direttore finanziario del produttore dell'iPhone sostiene che la nostra nazionalità è un "asset enorme". Cupertino? Un esercito e un monastero insieme. Juventino, difende la diversità. E consiglia: inseguite la vostra passione, avrete successo
Apple

Il prossimo Steve Jobs potrebbe essere italiano. Parola di Luca Maestri, il direttore finanziario di Apple ospite di una conversazione organizzata nella serata del 10 febbraio dal consolato italiano a New York sotto la guida del console generale Francesco Genuardi.