Matteo Ramon Arevalos porta il suo pianoforte a New York

Per il musicista la metropoli americana (dove si sta per trasferire) è "una delle più belle e vivibili in cui sia stato". A gennaio altri concerti

Matteo Ramon Arevalos si è avvicinato alla musica a soli 6 anni. Si definiva un vero rockettaro e la batteria era la sua passione. Ma quella della musica era una passione condivisa da tutta la famiglia: "Dopo cena ci mettevamo tutti insieme a suonare" racconta ad America24. "Solo qualche anno dopo ho deciso che il ritmo della batteria non mi bastava, e così mi sono innamorato del pianoforte" continua. La musica per lui "è come un organo che non è fisicamente attaccato al mio corpo ma lo è in un modo o nell’altro, non potrei farne a meno. Acqua, cibo e musica, è come un alimento. A volte ho persino difficoltà a descrivere cosa provo".

Uno dei maestri da cui trae ispirazione è John Cage, compositore del Novecento che Matteo Ramon Arevalos definisce “mostro sacro”. L’ispirazione più grande però deriva dalla musica classica indiana, la sua preferita. Quest’anno si è esibito a New York per la prima volta all’Istituto culturale italiano, nel quale si è presentato con varie composizioni: da Ennio Morricone a Fausto Razzi.

Da novembre è in viaggio per il mondo con vari concerti che lo vedranno in Argentina, Strasburgo e Berlino. Ma la voglia di trasferirsi nella Grande Mela per qualche tempo è tanta. A gennaio infatti ha già in programma altri concetti nella città.  “Per me New York è una delle città più belle e vivibili in cui sono mai stato. Molti pensano a questa città come a una costante confusione ma ci sono tanti quartieri come Brooklyn che mi hanno rapito il cuore. La mia intenzione infatti è quella di stare qui a New York per un periodo”.

Il pianista e compositore è nato a Ravenna, dove ha passato la sua infanzia. La città gli è stata di grande ispirazione per le sue opere. “Ho frequentato l’istituto d’arte per il mosaico alle superiori. Mi è sempre interessato collegare la musica con l’arte figurativa. Cerco di riprodurre con il suono l’effetto e gioco dei riflessi che provoca la luce quando si specchia nei mosaici bizantini”. Infatti i suoi ultimi pezzi sono stati realizzati proprio volendo unire musica e arte. Prima di esibire alcuni pezzi, posiziona nelle corde del pianoforte una serie di tasselli di mosaici i quali rendono il suono completamente diverso. “Non sento di far parte di un filone musicale, infatti a volte faccio fatica a propormi nell’ambiente musicale: non è jazz, non è classica o contemporanea. Ma io, faccio quello che mi sento”, dice.

Dopo aver vissuto la sua infanzia a Ravenna si è diplomato nel 1995 in pianoforte al Conservatorio B. Maderna di Cesena, col massimo dei voti e la lode. Da qui però ha iniziato a viaggiare in giro per il mondo, perfezionando i suoi studi: con Rudolf Kehrer all'Hochschule di Vienna, a Parigi e con Oxana Yablonskaya, insegnante della scuola delle arti “Juilliard”, a New York.

Altri Servizi

Usa 2020, Biden: il partito democratico non si è spostato a sinistra

"Media e rivali sbagliano a leggere la realtà"
Ap

Il partito democratico statunitense non si è spostato a 'sinistra'. Ne è convinto l'ex vicepresidente statunitense, Joe Biden, che ha detto che i media e i suoi rivali alle primarie sbagliano a leggere la realtà, pensando che Alexandria Ocasio-Cortez, la neodeputata più famosa del Paese, rappresenti la direzione intrapresa dal partito.

Pelosi: "Procediamo con gli articoli di impeachment per Trump"

La speaker della Camera chiede alla commissione Giustizia di redigere le accuse. Trump: "Impeachment? Fatelo in fretta, così poi torniamo al lavoro"
Ap

La speaker Nancy Pelosi ha annunciato che la Camera statunitense comincerà a redigere gli articoli per l'impeachment di Donald Trump, in un discorso durato meno di sei minuti in cui ha dichiarato che è ormai chiaro, dopo due mesi di indagini, che il presidente ha violato il suo giuramento, facendo pressioni su una potenza straniera per ricevere aiuto per le elezioni del 2020. "La nostra democrazia è in gioco. Il presidente non ci lascia altra scelta che agire, perché sta cercando di manipolare, ancora una volta, le elezioni a suo vantaggio".

Wall Street, attenzione sempre rivolta ai rapporti Usa-Cina

Tra i dati attesi oggi, le nuove richieste dei sussidi di disoccupazione
AP
Walt Disney

‘Frozen 2’ batte ogni record. Il film che narra la storia delle due sorelle, Elsa e Anna, ha incassato 123,7 milioni di dollari negli Stati Uniti ed in Canada durante i cinque giorni del weekend di Thanksgiving, superando il precedente record di 110 milioni di dollari detenuto da ‘Hunger Games: La Ragazza di Fuoco’ del 2013.

Usa 2020, primarie Dem: si ritira la senatrice Kamala Harris

Dopo un inizio promettente, era finita nell'anonimato. "Non abbiamo i soldi per andare avanti" ha spiegato ai suoi sostenitori

La senatrice Kamala Harris ha annunciato il ritiro della sua candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi. Nelle ore precedenti, era stata annunciata la cancellazione di un evento di raccolta fondi a New York.

Trump: "Forse meglio aspettare le elezioni prima di un accordo con la Cina"

Il presidente Usa: "Non ho una scadenza, mi piace l'idea di attendere"

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha dichiarato che potrebbe essere meglio aspettare che si svolgano le elezioni del 2020 prima di firmare un accordo commerciale con la Cina. "In un certo modo, mi piace l'idea di aspettare fin dopo le elezioni per un accordo con la Cina, ma loro vogliono farlo ora; vedremo. Non ho una scadenza" ha dichiarato Trump, che ha parlato da Londra, dove si trova per il vertice della Nato.

Trump: "Dem antipatriottici". Oggi il rapporto sulle indagini per l'impeachment

I democratici vogliono un voto alla Camera entro Natale; in questo caso, a gennaio partirebbe il processo in Senato
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha definito i democratici "molto antipatriottici" perché vogliono metterlo in stato d'accusa, mentre la commissione Intelligence della Camera si prepara a rendere noto il proprio rapporto sulle prove e le testimonianze raccolte nel corso delle ultime settimane; in base a questo rapporto, la commissione Giustizia deciderà se e quali articoli di impeachment redigere e far votare alla Camera. In settimana, la commissione darà il via alle proprie audizioni e ha invitato Trump a partecipare.

L’ex segretario di Stato Usa, John Kerry, ha creato una nuova coalizione formata da leader globali, esponenti militari e star di Hollywood con lo scopo di promuovere iniziative pubbliche per contrastare il cambiamento climatico.

Audizione per l'impeachment di Trump, tre costituzionalisti su quattro a favore

Quattro esperti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deciderà se procedere con la messa in stato d'accusa del presidente Usa
Ap

In base a prove e testimonianze, il presidente statunitense Donald Trump ha commesso reati passibili di impeachment. Lo ha detto Noah Feldman, professore di Harvard, primo dei quattro costituzionalisti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deve decidere sull'impeachment di Trump.