Media Usa: Ivanka e Donald Trump Jr. furono vicini a essere incriminati per frode

Lo riporta un'indagine di Pro Publica, New Yorker e Wnyc. Decisivo l'intervento dell'avvocato personale del 45esimo presidente
AP

Anni fa, Donald Trump Jr. e sua sorella Ivanka sarebbero stati a un passo dall'incriminazione per frode, per aver ingannato i potenziali acquirenti delle loro proprietà, che non riuscivano a vendere. Ad affermarlo è un reportage investigativo frutto della collaborazione tra Pro Publica, The New Yorker e Wnyc.

Tra le prove contro i due figli maggiori del presidente degli Stati Uniti, ci sarebbero state delle e-mail in cui Donald Jr. e Ivanka si coordinavano sulle false informazioni che stavano fornendo. In un'altra, emergerebbero le preoccupazioni sul fatto che un giornalista fosse vicino a scoprire la presunta frode.

Quando il Major Economic Crimes Bureau di New York apr" un'inchiesta sui due figli dell'attuale presidente, nel 2010, la Trump Organization assunse i migliori avvocati difensori sul mercato. Dopo due anni, nonostante gli sforzi della difesa, il caso era ancora aperto e un rinvio a giudizio sembrava una reale possibilità, secondo il reportage investigativo.

Donald Trump, allora, mise in campo il suo avvocato personale, Marc Kasowitz, che aveva donato 25.000 dollari alla campagna per la rielezione del procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance Jr., diventando uno dei suoi maggiori donatori. Kasowitz decise di ignorare gli altri procuratori e di andare direttamente da Vance, per chiedergli di chiudere il caso.

Alla fine, Vance disse ai procuratori del suo ufficio di procedere con l'archiviazione. Secondo fonti di Pro Publica, Kasowitz si sarebbe vantato con i colleghi "per averli tirati fuori" da un caso "veramente pericoloso" (Kasowitz ha sempre negato di aver pronunciato queste parole). Vance ha sempre difeso la propria decisione e, prima di incontrare Kasowitz, la sua campagna elettorale restitu" all'avvocato i 25.000 dollari donati, come previsto in questi casi. Sei mesi dopo la fine del caso, però, Kasowitz fece una donazione ancor più consistente alla campagna del procuratore e lo aiutò anche a raccogliere donazioni da altre persone; in tutto, grazie a Kasowitz, Vance ottenne oltre 50.000 dollari.

Già lo scorso anno, il New York Times aveva riportato l'esistenza di un'indagine penale sul progetto Trump SoHo, ma non erano mai stati resi pubblici il coinvolgimento dei figli di Trump, l'esistenza di prove contro di loro e nemmeno il ruolo di Kasowitz e di Vance, che ancora guida la procura di Manhattan.

Altri Servizi

Wall Street attende il summit Trump-Kim

Venerdì, si è conclusa la migliore settimana da marzo
iStock

Papa Francesco alle compagnie petrolifere: "Il mondo deve convertirsi all'energia pulita"

Incontro in Vaticano con i manager di alcuni colossi del settore, tra cui la statunitense Exxon, spesso criticata dagli ambientalisti. Il pontefice: "Rispettate l'accordo di Parigi"

Il mondo deve convertirsi all'energia pulita. È l'appello lanciato da papa Francesco in Vaticano, alla fine di una conferenza di due giorni a cui hanno partecipato i manager dei principali gruppi petroliferi. "La civiltà richiede energia, ma l'uso di energia non deve distruggere la civiltà", è stato il suo messaggio, sottolineando la necessità di rispettare l'ambiente e le condizioni di vita delle persone.

AP

"Gli attivisti per definizione hanno una visione di breve termine ma molte delle cose in cui siamo coinvolti non sono soluzioni di breve termine, al contrario di quanto si pensi". Lo ha detto Paul Singer, l'investitore attivista a capo di Elliott e particolarmente dinamico in Europa (Italia inclusa).

Wall Street teme tensioni commerciali al G-7

Oggi e domani il summit in Canada
iStock

Morto suicida lo chef superstar Anthony Bourdain

Era a Strasburgo, in Francia, per la prossima puntata del suo programma tv; aveva 61 anni

Anthony Bourdain, chef statunitense conosciuto in tutto il mondo anche per i suoi libri e i programmi televisivi che lo hanno visto protagonista, è morto oggi; aveva 61 anni. Secondo la Cnn, si sarebbe suicidato.

Dalla Puglia al Diamond district di New York. L'arte del gioiello secondo Sara Greco

La designer 35enne racconta la sua avventura professionale
Sara Greco

Dalla Puglia al Diamond district a Manhattan. Sara Greco, 35enne designer di gioielli ha scelto New York per concretizzare una passione coltivata sin da adolescente nei laboratori di provincia intorno a Lecce, da dove viene. Con una velocità tipica della città che non dorme mai, Greco si è adattata all'arte americana del gioiello per promuovere il suo motto: “Arte Sensibile. Perfezione Irregolare”.

Trump e Kim a Singapore per il summit, cautela dagli Usa

Il presidente americano cerca di contenere le aspettative dell'incontro che potrebbe essere più simbolico che altro

Prima Kim Jong Un. Poi Donald Trump. Nel giro di qualche ora, il presidente nordcoreano e quello americano sono arrivati a Singapore per un summit potenzialmente storico. Sarà il primo incontro tra un leader nordcoreano e un presidente americano in carica, il primo tra  due leader di due nazioni che sono nemiche da quasi settanta anni.

AT&T e Time Warner: la decisione sulle nozze condizionerà l'M&A

L'annuncio di un giudice federale atteso il 12 giugno intorno alle 22 italiane. Ricadute per la sfida di Comcast a Disney e l'acquisto di Aetna da parte di CVS

E' iniziato il conto alla rovescia per la decisione di un giudice federale sulle nozze da 85,4 miliardi di dollari tra AT&T e Time Warner. Da quella decisione, attesa martedì 12 giugno, dipenderanno accordi di fusione e acquisizione che sono destinati a rivoluzione il settore delle tlc e quello dei media. 

Dimon e Buffett contro le guidance trimestrali sugli utili delle aziende Usa

I numeri uno, rispettivamente, di JPM e Berkshire Hathaway fanno pressing: il focus suia sul lungo termine

Con l'intento di spostare l'attenzione verso la crescita di lungo termine, James Dimon e Warren Buffett stanno facendo pressing sulle aziende americane affinché valutino se smettere di fornire le guidance trimestrali sui rispettivi conti. Per il Ceo di JP Morgan e il numero uno di Berkshire Hathaway, quella pratica incoraggia a concentrarsi in modo "non salutare" sui profitti di breve termine.

Trump, linea dura sulla denuclearizzazione con Kim? I dubbi degli esperti

Il presidente Usa sembra aver abbandonato l'aggressività delle settimane scorse e l'idea di un risultato immediato con la Corea del Nord: "Il 12 giugno daremo inizio a un processo"

L'immediata denuclearizzazione della Corea del Nord è stata a lungo l'obiettivo dichiarato di Washington con Pyongyang. Ora, però, il presidente statunitense, Donald Trump, ha pubblicamente abbassato le sue pretese e ora molti esperti si chiedono quali saranno le richieste che presenterà al leader Kim Jong Un, nel tanto atteso incontro del 12 giugno a Singapore.