Minniti a Politico: la "visione" d'Italia sulla Libia ha funzionato. Bruxelles paghi

Il ministro italiano dell'Interno avanza tre richieste alla Ue. Perché ora la guardia costiera libica salva più vite dell'intero apparato internazionale
Ministero dell'Interno

La "visione" dell'Italia, secondo cui bisognava investire sulla Libia per fermare il flusso di migranti disposti ad attraversare il Mediterraneo, ha dimostrato di funzionare. Ne è convinto Marco Minniti, ministro degli Interni forte di dati secondo cui nei primi 10 giorni di agosto il numero di migranti che ha attraversato il mare per raggiungere le coste italiane (in larga maggioranza dalla Libia) è sceso del 76% rispetto allo stesso periodo del 2016; ciò si traduce in 1.572 persone sbarcate contro le 6.554 dell'anno scorso.

In una intervista a Politico condotta dal Viminale, Minniti ha spiegato che "avevamo una strategia, una visione che come tale può essere giusta o sbagliata ma almeno ne avevamo una". Il 61enne calabrese, un ex comunista che ha trascorso un decennio al governo, ha spiegato che "nessuno era davvero convinto che la vera operazione da condurre fosse in Libia. L'idea generale era di intervenire nei Paesi vicini dal momento che la linea che andava per la maggiore era che la Libia fosse strutturalmente instabile e quindi che tutti gli sforzi sarebbero stati sprecati".

Forte del successo di quella visione, il ministro intende fare pressing su Bruxelles affinché si faccia carico delle spese affrontate dal nostro Paese.

Forte del fatto che ora la guardia costiera libica salva più migranti "dell'intero apparato internazionale", Minniti ha spiegato a Politico di avere tre richieste per Bruxelles.

La prima: destinare all'Africa, e in particolare alla Libia, lo stesso ammontare di "sforzi e risorse" investite lo scorso anno per fermare i flussi migratori attraverso i Balcani. Si tratta di una cifra intorno ai 3 miliardi di euro.

La seconda: affrontare i problemi riscontrati nei centri in Libia che ricevono migranti; Minniti vuole "di più" dei 90 milioni di euro stabiliti dalla Ue ad aprile per la nazione nordafricana ma desidera anche il lancio di nuovi progetti il più in fretta possibile.

La richiesta finale, forse la più grande, è un impegno in cinque anni dell'Europa per investire nelle 14 principali città libiche dove il traffico di migranti va in scena. Perché quel traffico "è l'unica attività funzionante in questo momento in Libia". Per questo serve spingere per alternative economiche fattibili.

Altri Servizi

Irma rallenta e vira verso Tampa, ma Miami in pericolo. Il governatore Scott: rischio potenzialmente mortale

Complessivamente, secondo gli esperti, Irma potrebbe lasciarsi alle spalle danni per oltre 200 miliardi di dollari, di cui 135 miliardi solo in Florida. Circa 9 milioni di persone potrebbero restare senza energia elettrica. Coprifuoco a Miami.
Ap

Ray Dalio punta sulla Cina: Bridgewater studia creazione maxi fondo

Bridgewater già gestisce miliardi di dollari investiti fuori dal Paese della Muraglia da istituzioni cinesi e dal Governo di Pechino.

La pizzeria diventa scuola di formazione anche in streaming e sui social

In un momento che si conferma favorevole per i prodotti Made in Italy all'estero, non più solo un simbolo dell'italianità, ma sempre più spunto culturale e turistico. L'esempio di Keste Pizza a New York.
Keste Pizza

Sale bilancio vittime terremoto in Messico, prosegue ricerca superstiti

Il presidente Enrique Pena Nieto, che ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale, si è recato nelle zone terremotate dello stato di Oaxaca.
AP

Irma tocca terra a Cuba e marcia verso la Florida

Lo stato della Florida ha ordinato l'evacuazione di 5,6 milioni di persone mentre il potente uragano Irma minaccia la zona sudorientale Paese. Allarme anche in South Carolina e in Georgia.
White House

I resort di Trump sulla rotta dell'uragano Irma

Mar-a-Lago, la "Casa Bianca d'inverno", dovrebbe resistere ai forti venti grazie anche all'uso di pietra italiana nella sua costruzione. Altri tre club a rischio in Florida. Se subirà danni, il presidente potrà accedere a fondi federali

Florida, curatore della casa-museo di Hemingway si rifiuta di lasciare le Key West

Si trova sulle isole a sud di Miami dove l'uragano Irma dovrebbe arrivare entro domenica. la casa fu residenza dello scrittore dal 1931 al 1939

I nazionalisti bianchi d'America amano Bashar al Assad

Ha la stessa visione di società "in salute" e "omogenea" che hanno i nazisti negli Stati Uniti
iStock

Equifax: oltre la metà degli americani colpita dal mega attacco hacker

Sono 143 milioni. Lo Stato di New York avvia un'inchiesta sull'intrusione dei pirati informatici nell'agenzia di controllo dei crediti. Verso audizione in commissione parlamentare. Titolo soffre seduta peggiore da 18 anni
Shutterstock

Uragano Irma, il governatore della Florida: "Il tempo per scappare sta per finire"

Ripetuti appelli delle autorità a lasciare le zone a rischio. La Fema: "In Florida mai vista una tempesta così". Sarà il quinto uragano a colpire la Florida con venti oltre 241 km/h
Ap