Mls, delusione Giovinco. Vincono i Seattle Sounders ai rigori

Finisce a reti inviolate nei supplementari, dal dischetto fatali gli errori di Bradley e Morrow

I Seattle Sounders sono i nuovi campioni della Major League Soccer dopo aver battuto 5-4 ai calci di rigore i Toronto Fc di Sebastian Giovinco. I ragazzi di Brian Schmetzer, passato la scorsa estate dal ruolo di assistente a quello di allenatore al posto dell'esonerato Sigi Schmid, hanno coronato la clamorosa rimonta che li ha visti partire lo scorso luglio dall’ultimo posto della Western Conference fino ad alzare l’Mls Cup. Si tratta di un risultato inaspettato che rappresenta il primo grande trionfo per la squadra del presidente Garth Lagerwey e che garantirà ai verde-blu la partecipazione alla prossima Concacaf Champion’s League.

La gara, disputatasi al BMO Field, casa di Toronto, in un clima glaciale ha visto i giocatori di Seattle meno propositivi ma più compatti e attenti tatticamente per cercare di contrastare le avanzate di Giovinco, Altidore e Osorio. Questi ultimi due in particolare hanno più volte impegnato Frei, portiere svizzero di Seattle che a fine gara è risultato un fattore determinante. Almeno tre sono state le parate decisive durante i tempi regolamentari.

La partita di Sebastian Giovinco, Mvp e scarpa d’oro della scorsa stagione, invece è stata tra le più incolore che l'ex Parma e Juve ha disputato nella sua avventura americana. Incapace di incidere e di creare superiorità numerica, è stato sostituito al 103’ minuto supplementare per far spazio Antony Ricketts che è sembrato invece molto più incisivo. L'attaccante canadese sfiora prima il palo e poi pennella il cross per il colpo di testa di Altidore che fa volare Frei all’incrocio dei pali.

Nella prima serie dal dischetto sbagliano l’ex Roma Bradley per Toronto e Fernandez per Seattle. L’errore decisivo è però quello di Morrow al sesto rigore con un tiro centrale che colpisce la traversa, e che ricorda molto l’errore di Gigi Di Biagio nei Mondiali di Francia ‘98. Chi non sbaglia, invece, è Torres che calcia alla destra del portiere mandando in estasi tifosi e compagni e regalandogli la prima MLS Cup della loro storia.