Mueller si 'avvicina', Trump: "Io interrogato? Vedremo, improbabile"

Il presidente sulle indagini sulle interferenze russe: "Non c'è stata collusione, a che servirebbe?"

Lo scorso anno, aveva detto di essere pronto a parlare, sotto giuramento, con Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle ultime elezioni presidenziali statunitensi. Ieri, invece, il presidente Donald Trump non è stato altrettanto netto nel dare la propria disponibilità a parlare, ora che il procuratore sembra intenzionato a volerlo ascoltare.

"Parlerò con gli avvocati" ha detto Trump durante la conferenza stampa con la prima ministra norvegese, Erna Solberg, rispondendo alla domanda se accetterà di essere interrogato. "Vedremo cosa succederà". Una risposta molto lontana dalle sue affermazioni di giugno, quando Trump difese il licenziamento del direttore dell'Fbi, James Comey, negando che fosse legato alle indagini sul cosiddetto Russiagate, e disse di essere "disponibile al 100%" a testimoniare sotto giuramento davanti a Mueller.

Trump ha poi ribadito le sue critiche all'indagine, definita una "caccia alle streghe", mentre le inchieste portate avanti dalle commissioni parlamentari sarebbero delle "bufale democratiche per giustificare la sconfitta elettorale". "Per undici mesi - ha detto - abbiamo avuto quest'ombra fasulla sull'amministrazione". Trump, parlando con i giornalisti, ha ribadito che "non c'è stata collusione e nessuno ha trovato alcuna collusione. Quand'è così, sembra improbabile che vi sia un interrogatorio".

Secondo la stampa statunitense, Mueller avrebbe segnalato alla fine di dicembre il suo desiderio di interrogare Trump nel corso di un incontro con i suoi avvocati, John Dowd e Jay Sekulow. Lo staff legale sta ora studiando come evitare a Trump l'incontro faccia a faccia e se imporre dei limiti; per esempio, vorrebbe garantire al suo cliente la possibilità di rispondere in forma scritta ad almeno una parte delle domande.

Se l'inchiesta sui rapporti tra la Russia e lo staff di Trump condurrà Mueller a indagare sulle finanze del presidente statunitense, il capo di Stato "finirà nei guai", secondo Michael Wolff, l'autore del controverso libro 'Fire and Fury' sulla Casa Bianca di Trump.

Altri Servizi

Bezos dona 33 milioni di dollari per studenti Dreamers: mio padre (adottivo) arrivò in Usa da minore e solo

Il Ceo di Amazon ricorda il caso personale: il secondo marito della madre atterrò in America da Cuba come parte del più grande esodo di minori non accompagnati dell'emisfero occidentale

L'amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, ha deciso di donare 33 milioni di dollari in mille borse di studio destinate ai cosiddetti Dreamers, le persone entrate quando erano bambine negli Stati Uniti e che tutt'ora sono prive di un permesso di soggiorno.

Golden Globe: Oprah Winfrey invoca un "nuovo giorno"

"Tre manifesti a Ebbing, Missouri" vince quattro premi, tanti quanti "Big Little Lies". Guillermo del Toro migliore regista con "La forma dell’acqua". Italiani a bocca asciutta
AP

L'edizione 2018 dei Golden Globe verrà forse ricordata per il suo tono moderato, per nulla entusiasmante e insolitamente piatto. In una Hollywood ancora sconvolta dallo scandalo di molestie sessuali, esploso a ottobre con le accuse di molestie che hanno travolto il produttore Harvey Weinstein e che hanno poi travolto altri pesi massimi del settore, il mondo del cinema si è riunito al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles all'insegna della pacatezza. Persino Seth Meyers, non proprio a suo agio nei panni di presentatore di un evento simile, è stato misurato nelle sue comparse centellinate durante la cerimonia ma il comico ha toccato con la sua tipica ironia da precisione il tema dominante della serata, un tema che grazie a Oprah Winfrey ha raggiunto l'apice dando una maggiore autorevolezza al neo nato "Time's Up", fondo per il sostegno legale a donne che sono state vittime di molestie sul posto di lavoro. L'accessorio politico della serata sono state spille a tema.

Wall Street torna a livelli record

C'è ottimismo per l'avvio della stagione delle trimestrali. Domani i conti di JP Morgan, Wells Fargo e BlackRock
AP

NY Times: Basilicata, Emilia Romagna e Sudtirol da visitare nel 2018

Sulle 52 destinazioni consigliate, si collocano rispettivamente al terzo, 40esimo e 50esimo posto. L'anno scorso nella classifica c'era solo la Calabria (al 37esimo gradino)
Matera Wikimedia Commons

Tra i 52 luoghi da visitare nel 2018, il New York Times ne consiglia tre in Italia. Nell'annuale classifica del quotidiano americano, il nostro Paese vince tra quelli stranieri con tre raccomandazioni contro l'unica fatta nell'edizione del 2017.

Pressing di oltre 100 Ceo sul Congresso Usa per salvare i Dreamers

C'è tempo fino al 19 gennaio, quando va trovato un accordo per evitare la paralisi del governo Usa. Intanto retate in un centinaio di minimarket a caccia di lavoratori illegali

Gli amministratori delegati di oltre 100 tra grandi aziende e organizzazioni commerciali americane stanno intensificando il loro pressing sul Congresso Usa affinché approvi entro la fine della settimana prossima una legislazione che protegga le persone che vivono in Usa senza permesso di soggiorno e dove vi arrivarono da bambini. Il tutto succede mentre le forze dell'ordine chiamate a lottare contro l'immigrazione illegale ieri hanno compiuto una serie di retate in quasi un centinaio di negozi a marchio 7-Eleven in 18 Stati americani per stanare chi dà lavoro a migranti privi dei documenti necessari. Ventuno persone sospettate di trovarsi illecitamente in Usa sono state arrestate. E' stata l'azione più forte ad essere stata compiuta direttamente nei posti di lavoro da quando Donald Trump è diventato presidente Usa il 20 gennaio 2017.

Allarme dei democratici Usa: alle elezioni del 4 marzo l'Italia rischia l'interferenza della Russia

In un rapporto di 206 pagine, chiedono che Washington aiuti il nostro Paese a proteggere il suo processo democratico. Motivo? E' un membro "essenziale" della Nato e un membro "chiave" della Ue. Accuse contro M5S e Lega
AP

L'opposizione democratica al Congresso Usa ha sollevato nuove preoccupazioni sull'interferenza della Russia nelle elezioni di almeno 19 nazioni europee, Italia inclusa. Lo ha fatto in un rapporto commissionato dal senatore Benjamin L. Cardin.

Dieselgate: Ford accusata in una class action di avere barato sulle emissioni

I proprietari di pickup truck Super Duty sostengono che l'azienda abbia usato su almeno 500.000 vetture un software che ha consentito di ingannare il governo Usa e di inquinare oltre i limiti su strada

Ford Motor è accusata in una class action di avere barato sulle emissioni, la stessa accusa che travolse la tedesca Volgswagen nel settembre 2015 e che la costrinse a un mea culpa riguardante quasi 11 milioni di vetture.

Fed: per il secondo anno di fila, cala il denaro trasferito al Tesoro Usa

Cifra pari a 80,2 miliardi di dollari. Al netto delle spese sostenute, quanto generato dalla banca centrale deve essere girato nelle casse federali. Il picco risale al 2015, poi è iniziato un ribasso con il rialzo dei tassi

Per il secondo anno di fila, il denaro trasferito per legge dalla Federal Reserve al dipartimento americano del Tesoro è calato nel 2017. Stando a quanto comunicato dalla banca centrale Usa, quest'ultima ha spedito al Tesoro 80,2 miliardi di dollari dei profitti stimati a 80,7 miliardi. Si tratta di un calo di 11,7 miliardi dal 2016. I dati sono preliminari.

Whirlpool ha annunciato che nel 2018 metterà fine alle attività della controllata Embraco con sede nel comune di Riva presso Chieri (Torino), provocando circa 500 esuberi. E' stata poi l'azienda  italiana specializzata nei compressori per frigoriferi a precisare che il licenziamento collettivo chiama in causa 497 persone sulle 537 occupate nella fabbrica piemontese.