Nasa: il Congresso ha minimizzato pericoli delle missioni umane

Intanto Donald Trump si prepara a cambiare l'agenzia dall'interno
Nasa

Alcuni funzionari di primo piano della Nasa hanno detto che a lungo il Congresso e l'opinione pubblica ha sottovalutato e allo stesso tempo cercato di minimizzare i rischi legati a missioni umane nello spazio. Lo ha detto di recente nel corso di una conferenza, William Gerstenmaier, che lavora per l'agenzia spaziale americana da 30 anni.

L'allarme arriva in un momento molto importante per il futuro del programma spaziale americano: gli Usa hanno sviluppato nuovi razzi per portare l'uomo nello spazio e ancora ci sono buone possibilità che nel prossimo decennio ci siano nuove missioni sulla Luna e la primo viaggio verso Marte.

"I nostri voli avranno dei rischi, non importa quanto ci impegneremo per eliminarli", ha detto Gerstenmaier sottolineando come siano problemi legati alla fisica e alle caratteristiche intrinseche dei viaggi spaziali. "Nessuna quantità di promozione entusiastica riduce il rischio o rende il rischio meno reale", ha aggiunto il funzionario.

Proprio in questi mesi la Nasa sta attraversando un periodo molto importante: la nuova amministrazione di Donald Trump ha intenzione di fare alcuni cambiamenti sostanziali all'agenzia e alle sue attività. In particolare dovrebbe aumentare la concentrazione sulle attività spaziali e diminuire in modo sostanziale quella dedicata alle ricerche sul clima.

Allo stesso tempo il Congresso continua a tenere sotto pressione la Nasa sui progetti di nuova generazioni per le prossime missioni e sul programma in vista del viaggio verso Marte previsto per la fine del prossimo decennio. Ma i problemi sono ancora molti: ci si continua a basare su razzi di fabbricazione Russa e quelli di nuova generazione hanno visto un lancio fallito su tre test.

Altri Servizi

Vertice Nato, Trump: sull’energia la Germania è “prigioniera” della Russia. Poi assicura: "Rapporto eccezionale" con Berlino

Bilaterale tra il presidente Usa e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, per provare a dissipare le tensioni
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha assicurato di avere "dei rapporti molto buoni" con la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante il summit della Nato, a Bruxelles. Trump aveva attaccato la Germania, questa mattina, affermando che Berlino "è prigioniera" della Russia e non contribuisce sufficientemente agli sforzi militari della Nato. Merkel aveva risposto che la Germania prende le sue decisioni in modo "indipendente".

Dalle ingerenze russe nelle elezioni Usa alla Siria: i temi sul tavolo del vertice Trump-Putin

L'incontro di lunedì 16 luglio, a Helsinki, avrà al centro delle discussioni anche l'Ucraina e la corsa agli armamenti
Ap

Quattro questioni saranno probabilmente al centro del summit di Helsinki di lunedì 16 luglio tra Donald Trump e Vladimir Putin: le ingerenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2016, l'Ucraina, la Siria e le armi nucleari. Le delegazioni statunitense e russa hanno fatto, finora, pochi progressi su ciascun argomento. Secondo Stephen Sestanovich del Council on Foreign Relations, però, ci sono buoni motivi per pensare che una o entrambe le parti approcceranno queste questioni in modo nuovo.

Messico, la prossima crisi arriverà da Sud

Il presidente eletto Lopez Obrador potrebbe entrare in contrasto con Donald Trump sull'immigrazione. Il rischio è che ne esca perdente
iStock

Dopo la vittoria di Andres Manuel Lopez Obrador alle elezioni presidenziali messicane, i mercati si sono concentrati sulle prospettive economiche di un Paese che rischia la crisi finanziaria. Eppure, il primo e più grande problema della futura amministrazione, in carica dal primo dicembre, potrebbe essere l'immigrazione dall'America Centrale, come scritto da Shannon O'Neil, senior fellow per gli Studi sull'America Latina del Council on Foreign Relations.

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali delle banche

Seguita anche la visita del presidente Trump in Europa
iStock

Russiagate, Mueller incrimina 12 agenti dell'intelligence russa

Le accuse sono state mosse a tre giorni dall'incontro tra il presidente statunitense, Donald Trump, e l'omologo russo, Vladimir Putin
AP

Trump a May: su Brexit fate come volete, basta che poi facciamo affari

Solito show del presidente Usa nella conferenza stampa con la premier del Regno Unito. Smentisce le critiche e definisce la sua intervista al Sun una 'Fake News'
AP

Trump: "Credo nella Nato, gli alleati pagheranno di più". Ma Macron e Conte lo smentiscono

Il presidente Usa: "La Nato è molto più forte ora. Gli alleati aumenteranno la spesa per la difesa, e anche velocemente". Il presidente francese: "Il comunicato è chiaro: riafferma l'impegno del 2% entro il 2024"
AP

Wall Street, attenzione rivolta al dato sull'inflazione

Occhi puntati anche sulle dispute commerciali
iStock

Vertice Nato, Trump chiede agli alleati un nuovo obiettivo: il 4% del Pil alla difesa

Gli alleati faticano ad avvicinarsi al 2%, come promesso nel 2014 (entro 10 anni)
Ap