Nasa: a Lockheed Martin la progettazione di un jet supersonico 'silenzioso'

Non deve creare il tipico boom che c'è con il superamento del cosiddetto "muro del suono"

Lockheed Martin si è aggiudicato una commessa della Nasa da quasi 250 milioni di dollari per lo sviluppo di un jet supersonico capace però di non creare il tipico boom che si crea con il superamento del cosiddetto "muro del suono"; in genere, la velocità di un tale aereo è cos" alta che le molecole dell'aria non fanno in tempo a spostarsi e vengono urtate creando appunto il bang supersonico. Così facendo, l'azienda e l'agenzia spaziale americana sperano di spianare la strada a regolamentazioni nuove per consentire questo tipo di voli.

Il contratto permetterà alla divisione Skunk Works del contractor americano della difesa di continuare a lavorare alla cosiddetta Quiet Supersonic Technology (o QueSST) in aggiunta a quello definito Low-Boom Flight Demonstration.

In base all'intesa, Lockheed Martin completerà la progettazione e la produzione di un aereo sperimentale, chiamato aereo X, che viaggerà a un'altitudine di 16.764 chilometri e a una velocità di 1.513 chilometri orari creando un suono "tanto rumoroso quanto quello di una portiera di un'auto che si chiude". Il contratto, iniziato il 2 aprile, si concluderà il 31 dicembre del 2021. Una volta che avrà accettato il jet supersonico, la Nasa effettuerà test addizionali per verificare che sia davvero silenzioso e sicuro e per accertarsi che la sua performance sia "robusta".

Un portavoce di Lockheed Martin ha detto ai microfoni di Cnbc che questo "aereo X è il primo in una generazione". Il gruppo "è impaziente di utilizzare il lavoro completato su QueSST per progettare, realizzare e testare un aereo X fornendo alla Nasa la dimostrazione che viaggi commerciali supersonici per passeggeri sono possibili in giro per il mondo", ha detto Peter Iosifidis, direttore del programma.

Come spiegato dall'agenzia aerospaziale americana, a partire dalla metà del 2022, la Nasa stessa farà volare l'aereo X nei cieli di città Usa selezionate e raccoglierà dati relativi alle reazioni della popolazione. Le informazioni così collezionate verranno inviate ai regolatori Usa e internazionali per tenerne conto nella definizione di nuove regolamentazioni relative a voli supersonici sopra la terra ferma (attualmente vietati) "che potebbero permettere la creazione di nuovi mercati per il trasporto cargo e passeggeri a una velocità superiore a quella del suono". L'ultimo volo di questo tipo fu quello di un Concorde nell'ottobre del 2003. Nuove aziende come Boom Supersonic stanno lavorando a una tale tecnologia per rotte transoceaniche con il sostegno di investitori come Richard Branson e Japan Airlines.

Altri Servizi

A Wall Street, preoccupazione per la Cina

Il coronavirus sta cominciando a produrre i primi effetti negativi sull'economia globale: Apple non crede di poter rispettare le stime per il fatturato del secondo trimestre
AP

Wall Street attende le minute della Fed

L'attenzione resta anche sul coronavirus
AP

Wall Street, giornata di dati macro

L'attenzione resta naturalmente anche sul coronavirus
AP

Bloomberg cresce nei sondaggi, parteciperà per la prima volta a un dibattito Dem

L'ex sindaco di New York salita sul palco a Las Vegas, in vista dei caucus in Nevada
iStock

Cresce il consenso democratico attorno all'ex sindaco di New York, Michael Bloomberg, che potrà partecipare domani - per la prima volta - al dibattito previsto a Las Vegas, in vista dei caucus in Nevada del 22 febbraio. Secondo un sondaggio nazionale di Npr, Pbs NewsHour e Marist pubblicato oggi, infatti, il miliardario americano ha superato la soglia minima del 10% dell'ipotetico consenso, necessaria per ricevere un invito al dibattito.

A Wall Street, fa paura il coronavirus

Oggi, atteso il dato sui sussidi di disoccupazione
AP

Primarie Dem, sondaggio Nbc/Wsj: Sanders saldamente in testa con il 27%, crolla Biden, irrompe Bloomberg

Il senatore è stabile, l'ex vicepresidente alle sue spalle perde 11 punti; l'ex sindaco, invece, guadagna 5 punti
Ap

Il senatore Bernie Sanders è saldamente in testa a livello nazionale, secondo l'ultimo sondaggio di Nbc News/Wall Street Journal sulle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi. Alle sue spalle, come già testimoniato da altre rilevazioni, perde punti l'ex vicepresidente Joe Biden, mentre irrompe il miliardario Mike Bloomberg. Inoltre, il sondaggio mostra un tasso di approvazione per il presidente Donald Trump di nuovo ai massimi.

Usa 2020, Bloomberg presenta un piano finanziario 'progressista'

Vuole una tassa dello 0,1% su tutte le transazioni finanziarie e un team contro i crimini aziendali che persegua non solo le società, ma anche gli individui

Michael Bloomberg ha presentato un ambizioso piano finanziario che include una tassa sulle transazioni finanziarie e maggiori restrizioni sui rischi che possono sostenere le banche. L'ex sindaco di New York, candidato alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi, vuole inoltre creare una squadra all'interno del dipartimento di Giustizia dedicata ai crimini aziendali con l'intento di "incoraggiare non solo i procedimenti contro le aziende, ma anche contro gli individui".

Usa 2020, Bloomberg si affida a un esercito di mercenari social

Una portavoce al Wsj: "È il futuro delle campagne politiche". L'esperimento in California potrebbe essere ripetuto a livello nazionale

Michael Bloomberg prepara il suo ingresso ufficiale nelle primarie democratiche statunitensi con un esercito di utenti sui social network, pagato per pubblicare messaggi a suo sostegno e invitare tutte le persone tra i contatti a votare per lui. Si tratta di una nuova tattica elettorale, resa possibile da una disponibilità praticamente illimitata di fondi.

Pelosi con Trump: "Non vi avvicinate a Huawei"

La speaker della Camera Usa avverte gli alleati: "Non mettete le vostre comunicazioni in mano a un governo autocratico che non condivide i nostri valori"
Ap

"Questa è la più insidiosa forma di aggressione, avere le comunicazioni, la 5G, dominate da un governo autocratico che non condivide i nostri valori". L'attacco è contro Huawei, il colosso cinese delle telecomunicazioni accusato dagli Stati Uniti di essere al servizio del governo di Pechino per spiare l'Occidente, ma l'autore non è, come potrebbe sembrare, il presidente Donald Trump, bensì la democratica Nancy Pelosi, la speaker della Camera, che per una volta, almeno, è della stessa opinione della Casa Bianca.

Iraq, razzi vicino ad ambasciata americana di Baghdad

Non ci sono vittime. Si tratta del 19 attacco che coinvolge gli Usa in quattro mesi

Numerosi razzi sono stati esplosi nella notte tra sabato e domenica vicino all’ambasciata americana situata nella Green Zone di Baghdad, in Iraq. Secondo quanto riferito da fonti diplomatiche statunitensi le deflagrazioni hanno fatto scattare le sirene dell’ambasciata Usa mentre, per il momento, non si hanno notizie di vittime.