Netflix: la sua prima acquisizione è un editore di fumetti

Il fumettista Millar, a capo di Millarworld, considerato come "la cosa più vicina allo Stan Lee moderno"
millarworld

Per la prima volta nei suoi 20 anni, Netflix ha annunciato un'acquisizione. Si tratta di Millarworld, editore di fumetti fondato e guidato dallo scozzese Mark Millar, definito dal sito di video in streming come il "creatore leggendario" di personaggi che hanno ispirato film di successo come "The Avengers" e "Logan".

Con questa operazione, di cui non sono stati resi noti i termini finanziari, Netflix intende "dare vita" ai personaggi Millarworld in film, serie e show per bambini accessibili "esclusivamente" agli abbonati del sito sparsi nel mondo. L'editore di fumetti, ha precisato il gruppo Usa in una nota, "continuerà a creare e a pubblicare storie e caratteri nuovi a marchio Netflix".

L'acquisizione segue quelle realizzate a Hollywood: nel 2009 Walt Disney ha riveltato Marvel Entertainment (tra i cui personaggi ci sono Spider Man e X Men) e Warner Bros (studio cinematografico di Time Warner) controlla DC Comics, il gruppo a cui fanno capo Superman e Batman.

Per Netflix, l'acquisizione è un passo avanti "naturale dello sforzo del gruppo per lavorare direttamente con creatori prolifici e pieni di competenze e per acquisire proprietà intellettuale e il controllo di storie con personaggi coinvolgenti".

Ted Sarandos, a capo dei contenuti di Netflix, ha spiegato che Millar "è la cosa più vicina allo Stan Lee moderno", riferimento al fumettista, editore e produttore americano che ha permesso alla Marvel di diventare un gigante globale. Lo scozzese - che ha lavorato a sua volta per la Marvel (ora di proprietà di Walt Disney) - ha spiegato di amare Netflix e di essere entusiasta dei suoi piani: "Netflix è il futuro e Millardworld non potrebbe avere una casa migliore", ha dichiarato.

Con la sua azienda, gestita insieme alla moglie Lucy, Millar ha dato vita a 18 personaggi; tre fumetti (Wanted, Kick-Ass e Kingsman) hanno generato incassi cinematografici di quasi un miliardo di dollari contro gli oltre tre miliardi generati dai film "Captain America: Civil War", "Logan" e "The Avengers" ispirati dai fumetti scritti da Millar quando era in Marvel.

Secondo Sarandos, il fumettista scozzese ha "creato un universo di fumetti della prossima generazione, pieno di personaggi indelebili che vivono situazioni con cui la gente nel mondo può identificarsi facilmente". Con la sua creatività, Netflix punta a creare nuovi contenuti originali basati su supereroi esistenti e su storie che Millar e colleghi creeranno.

Il titolo Netflix sul nasdaq cede lo 0,3% a 179,64 dollari; da inizio anno ha guadagnato il 45% e negli ultimi 12 mesi l'85%.

iStock
Altri Servizi

Trump irritato dai ritardi sull'abrogazione dell'Obamcare, si rivolge direttamente ai democratici

Il presidente ha teso la mano ai democratici, sentendo direttamente il leader di minoranza al Senato, Charles Schumer, per capire se e che tipo di disponibilità ci sia a trattare e collaborare.
White House

Google al lavoro per riportare servizi internet e cellulari a Porto Rico

La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite da Maria.
AP

Hollywood sceglie l'Italia per ambientare i set dei film. Occasione per il turismo

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale.

General Electric punta al rilancio, il nuovo Ceo cambia la squadra manageriale

Via il direttore finanziario Jeff Bornstein, che lascerà a fine anno, il capo del martketing Beth Comstock e John Rice, che si occupa delle attività internazionali.
General Electric

Nate diventa uragano e spaventa Mississippi, Alabama e Louisiana

Si trova circa 150 chilometri a ovest-nordovest dell'estremità occidentale di Cuba e circa a 800 chilometri dalla foce del fiume Mississippi.

Trump celebra Cristoforo Colombo. Ma senza gli accorgimenti di Obama

Lunedì 9 ottobre gli Usa ricordano l'esploratore genovese che nel 1492 arrivò nelle Americhe. Il presidente brinda alla sua "impresa coraggiosa"; il predecessore ne ricordò anche le conseguenze per i nativi. A NY la 72esima parata (con polemiche)
Columbus Citizens Foundation

Italia: Moody's lascia invariato il rating, il settore bancario si stabilizza

E' pari a Baa2. Mantenuto l'outlook negativo. Incertezza dalle prossime elezioni. Rischi al ribasso dell'economia restano "elevati"

Autogrill festeggia in Usa il suo 40esimo anniversario, premiato Gilberto Benetton

Il Ceo Tondato ha partecipato a TechFest del New Yorker
Da sinista, Armando Varrichio (ambasciatore), Gilberto Benetton (presidente di Autogrill) e Lucio Caputo (Gei) Gei

A New York si celebra l'eredità italiana ma Cristoforo Colombo divide

Alcune associazioni italoamericane hanno boicottato l'evento del sindaco Bill de Blasio: non ha difeso le statue dell'esploratore dal destino incerto. Il suo ufficio: la statua non si tocca. L'ambasciatore Varricchio difende il personaggio storico

Media Usa: Ivanka e Donald Trump Jr. furono vicini a essere incriminati per frode

Lo riporta un'indagine di Pro Publica, New Yorker e Wnyc. Decisivo l'intervento dell'avvocato personale del 45esimo presidente
AP