Netflix, male la crescita degli utenti ma il Ceo rassicura

Nonostante utili e fatturato siano in linea con le attese, il colosso dell'intrattenimento non convince sull'elemento più importante per comprendere il suo andamento: i nuovi abbonati
iStock

Netflix non ha inizialmente  convinto il mercato perdendo quota in borsa dopo la pubblicazione dei conti del primo trimestre con ricavi e utili in linea alle stime ma con una crescita deludente degli utenti, la voce più importante per comprendere l'andamento del colosso dell'intrattenimento californiano. Eppure il mercato stesso si è ricreduto dopo la call in cui il Ceo e fondatore Redd Hastings ha rassicurato.

Nei primi tre mesi dell'anno gli abbonati hanno toccato quota 98,75 milioni di abbonati, contro gli 81,5 milioni di un anno fa. Il consensus era fissato a 98,8 milioni, anche se il gruppo ha assicurato che entro la fine della settimana toccherà quota 100 milioni. Il dato ha spinto il titolo a perdere oltre l'1% nel dopo mercato, anche se dopo qualche ora ha ricominciato a salire.

Nel dettaglio Netflix ha registrato utili per 178,2 milioni di dollari, o 40 centesimi ad azione, contro 27,7 milioni di dollari, o 6 centesimi ad azione, dello stesso periodo dell'anno scorso. Il mercato si attendeva 37 centesimi ad azione. Il fatturato invece è arrivato a quota 2,64 miliardi di dollari, in rialzo del 35% rispetto allo stesso periodo del 2016. Gli analisti si attendevano un risultato in linea con quello pubblicato dal gruppo californiano.

Non vanno benissimo invece le previsioni per il trimestre in corso: gli utili scenderanno di molto a causa dei costi di produzione per la quinta stagione di "House of Cards" e di altri film. Si fermeranno a 66 milioni di dollari o 15 centesimi ad azione.

Tornando ai dettagli sugli utenti, Netflix ha raccolto 3,53 milioni di nuovi abbonati a livello internazionale, sotto le sue stesse previsioni di 3,7 milioni. nello stesso trimestre del 2016 aveva avuto 4,51 milioni di nuovi abbonati internazionali.

Anche la crescita degli utenti americani continua rallentando: nei primi tre mesi dell'anno si parla di 1,42 milioni di nuovi arrivati, contro un target di 1,5 milioni.

Nello stesso periodo del 2016 aveva visto crescere il numero di 2,23 milioni di unità. Il mercato internazionale è di sicuro il più importante per Netflix, visto che il mercato degli Stati Uniti è ormai maturo e difficile da ampliare. Per ora Netflix - che è presente in 190 Paesi - non ha ancora aperto in Cina, anche se potrebbe entrare in uno dei mercati più grandi del mondo nei prossimi anni.

Dall'inizio dell'anno fino alla chiusura di lunedì 17 aprile le azioni di Netflix hanno guadagnato il 19%, chiudendo le contrattazioni in rialzo del 3,03% a 147,25 dollari ad azione. Nel dopo mercato il titolo aveva segnato ribassi di oltre l'1% per poi rimbalzare dell'1,3%.

Altri Servizi

Trump, con un video attacca Obama, Clinton e Bush su Gerusalemme

Con un tweet il presidente americano critica i suoi predecessori: avevano annunciato lo spostamento dell'ambasciata Usa in Israele da Tel Aviv nella città contesa ma non lo hanno fatto
AP

Due giorni dopo avere riconosciuto Gerusalemme come capitale d'Israele, Donald Trump ha pubblicato su Twitter un video che mostra tre suoi predecessori - Bill Clinton, George W. Bush e Barack Obama - fare la stessa promessa, poi non mantenute. "Io ho mantenuto le promesse della mia campagna elettorale - altri non lo hanno fatto", ha tuonato il45esimo presidente americano.

Scandali sessuali, tre parlamentari Usa costretti alle dimissioni in tre giorni. Qualcosa di simile accadde solo per la schiavitù

Per il Washington Post, situazione senza precedenti. Quelle dimissioni, prima della Guerra civile, furono un atto politico. Oggi, sono le donne comuni a costringere senatori e deputati a farsi da parte

È stata una settimana straordinaria, quella appena terminata al Congresso statunitense: dopo essere stati accusati di molestie sessuali, tre membri del parlamento si sono dimessi. Per trovare un momento simile, nella storia degli Stati Uniti, bisogna tornare alla Guerra civile e alla schiavitù.

La Nba vuole una squadra della sua lega minore a Città del Messico

La lega professionistica vuole continuare a espandersi e guarda al maggior mercato dell'America Latina. La nuova squadra della G League potrebbe giocare già dalla prossima stagione
Ap

Gerusalemme capitale, rottura tra palestinesi e statunitensi: Abu Mazen non riceverà Pence

Il presidente dell'Autorità palestinese annulla l'incontro con il vicepresidente statunitense previsto a giorni, a causa della decisione di Washington di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele

Gli Usa contro la Russia, a 30 anni dal trattato INF per l'eliminazione dei missili

Da tempo Washington denuncia le violazioni di Mosca. L'amministrazione Trump pronta a sviluppare un'arma per restare al passo dei russi
Ap

Apple verso l'acquisto di Shazam, app per riconoscere le canzoni

TechCrunch: il produttore dell'iPhone potrebbe pagare meno di un miliardo di dollari

Obama paragona Trump a Hitler

Invocando lo spettro della Germania nazista, il 44esimo presidente americano avverte i concittadini: non siate compiacenti
Ap

La Casa Bianca cerca di tranquillizzare gli amici newyorchesi di Trump sulle deduzioni

Gli Stati con tasse altre fanno pressing per non vedere ridotta o eliminata la possibilità di detrarre le imposte statali e locali nella dichiarazione dei redditi
AP

Caterpillar fa mea culpa, ha truffato clienti e gettato in mare le prove

Riparazioni inutile ai vagoni di gruppi attivi nel settore ferroviario. Multa da 5 milioni di dollari e rimborsi per 20 milioni. Cifre modeste ma un colpo alla sua reputazione
Caterpillar

L'occupazione Usa cresciuta più del previsto a novembre, Fed pronta a una stretta

Per l'86esimo mese di fila le aziende hanno reclutato personale. I salari orari però sono saliti meno del previsto