New York City vuole far causa ai big del petrolio per i gas serra

Intanto la città disinveste dal settore fossile. Lo scorso mese, già lo Stato di New York aveva annunciato un piano simile. Dalla parte del sindaco de Blasio anche il Rockefeller Brothers Fund

La città di New York annuncerà oggi la decisione di cancellare i propri investimenti nelle società di petrolio e gas e la volontà di citarle in giudizio per danni climatici. Nel mirino i grandi gruppi petroliferi - del calibro di Exxon, Bp, Chevron, Royal Dutch Shell - per il loro ruolo nell'emissione di gas serra.

Il sindaco Bill de Blasio e il Comptroller Scott Stringer (responsabile delle finanze) annunceranno la volontà di disinvestire circa 5 miliardi dal settore fossile, su un totale di 189 miliardi di dollari dei cinque fondi pensione della città. "Salvaguardare la pensione dei nostri poliziotti, insegnanti e vigili del fuoco è la nostra priorità e crediamo che il loro futuro finanziario sia legato alla sostenibilità del pianeta" ha detto Stringer.

Clara Vondrich, della campagna 'DivestInvest', ha detto che la città ha deciso di unirsi a un movimento nato circa sei anni fa, che ha portato centinaia di investitori istituzionali in tutto il mondo, che gestiscono 5.500 miliardi di dollari, a disinvestire dal settore fossile. Tra le città che hanno deciso di rinunciare a questo tipo di investimenti si annoverano Washington D.C., Berlino (Germania) e Città del Capo (Sudafrica). Lo scorso mese, già il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, aveva annunciato che gli investimenti nel settore fossile saranno eliminati.

A favore di questa iniziativa anche il Rockefeller Brothers Fund, che si è detto "fiero" di essere al fianco di de Blasio. Si tratta di una fondazione filantropica fondata dalla famiglia che ha basato la sua fortuna proprio sul petrolio.

Altri Servizi

Donald Trump contro l'Europa: è un nemico

In una intervista a Cbs il presidente americano contro l'Unione europea a pochi giorni dalla sua visita ufficiale
©AP

Il presidente americano, Donald Trump, ha definito l'Unione europea un "nemico" degli Stati Uniti in un'intervista a seguito di un incontro controverso la scorsa settimana con gli alleati della NATO.

La settimana americana (ovvero, Trump incontra Putin)

Lunedì sarà il giorno dei giorni. Il presidente americano incontra quello russo. Poi è tutto in discesa, con tantissime trimestrali a Wall Street, la Fed e Facebook al Congresso
AP

Lunedì sarà il giorno più atteso degli ultimi mesi per la politica internazionale. Donald Trump incontra Vladimir Putin a Helsinki, in Finlandia. La Casa Bianca ha detto che i due presidenti discuteranno di Medio Oriente, Ucraina e di interferenze russe nelle elezioni americane del 2016. Uno dei punti fondamentali è l'annessione russa della Crimea, che gli Stati Uniti non hanno riconosciuto e su cui Trump ha lasciato una apertura: "Vedremo". Tra l'arto, il presidente Usa insiste nel voler affrontare parte del colloquio da solo con Putin, cosa che sta preoccupando molto l'amministrazione Usa, visto che Putin è un ex agende del Kgb, con decenni di formazione alle spalle. 

Trump: incontro con Putin un successo, anche secondo l'intelligence

Ieri, la marcia indietro: "Non ho motivi per non credere all'intelligence" sulla colpevolezza della Russia per le ingerenze nelle elezioni

Wall Street, attenzione al Beige Book

La Federal Reserve lo pubblicherà alle 14 (le 20 in Italia)
iStock

Obama celebra Mandela: "Viviamo in tempi strani e incerti. Attenzione all'uomo forte"

L'ex presidente Usa a Johannesburg per i 100 anni dalla nascita del leader per la lotta contro l'apartheid. "La stampa libera sotto attacco"
AP

Trump: vertice con Putin "anche meglio" di quello con la Nato

Il presidente Usa non cede di fronte alle critiche e rilancia, come sempre su Twitter
AP

Wall Street, attenzione a trimestrali e a testimonianza Powell

Il numero uno della Fed atteso in Congresso, trimestrali di Goldman Sachs e Johnson & Johnson
iStock

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

Trump: "Andare d'accordo con la Russia è una buona cosa, non cattiva"

Al via il vertice con Putin a Helsinki. Il presidente russo: "È ora di affrontare i punti dolenti"
Ap

Wall Street, attenzione alle trimestrali e al vertice Trump-Putin

Attesi i dati di Bank of America e BlackRock prima dell'apertura dei mercati. Trimestrale di Netflix dopo la chiusura
iStock