A New York il Cornelia Street Café compie 40 anni

Aperto nel 1977 da tre artisti, il locale è un’istituzione che promuove concerti ed eventi letterari tra i tavolini del bar

Il Cornelia Street Café di New York compie quarant’anni. Diventato ormai un’istituzione, il locale si trova nel cuore del Greenwich Village, al 29 di Cornelia Street, e conta un ristorante e un club underground che ospita concerti ed eventi. Per celebrare il suo compleanno, il 4 luglio Sheila Jordan ha cantato sul palco del locale, accompagnata dal bassista Cameron Brown e dal trombettista John McNeil. La Jordan ha quasi novant’anni, e da oltre dieci il palco del Cornelia è casa sua, così come per molti artisti che qui hanno iniziato la loro carriera. Al centro della scena, martedì, anche Robin Hirsch, il proprietario del locale, la scrittrice Jennifer Rawlings e tanti altri ospiti che hanno riempito la serata per un festeggiamento vecchio stile a quattro decenni dall’apertura.

Il club ha infatti aperto i battenti il 4 luglio del 1977 e fin da subito si è creato un’identità autonoma tra musica jazz, folk e letteratura. Furono tre artisti a dare il via all’attività: l’italo-canadese Raphaela Pivetta, lo scrittore irlandese Charles McKenna e l’attore inglese Robert Hirsch, che ancora dirige il club. Solo negli anni ’80, però, l’intrattenimento si è spostato nel seminterrato, trasformando il locale in quello che è rimasto fino ad oggi: un mix underground di eventi musicali, letterari e buon cibo. Uno dei momenti chiave per la storia dell’attività fu la performance di Siv Cedering ed Eugene McCarthy, l’ex membro del Congresso divenuto poeta, che fece il tutto esaurito. Ma quello fu solo l’inizio. Il club ha ospitato infatti alcune delle prime performance di artisti poi divenuti famosi in tutto il mondo: tra i tanti, Eve Ensler ha letto qui, per la prima volta, i suoi “Monologhi della vagina”, Suzanne Vega ha cantato nei suoi primi anni da artista sul palco del sottoscala e Oliver Sacks ha letto tra i tavolini del club le sue opere. David Amram, compositore e musicista ottantaseienne che scrisse le musiche di “Pull My Daisy”, il film derivato dal testo di Jack Kerouac “Beat Generation”, suona ancora ogni luned" nel locale.

Gli affari, però, non vanno bene: l’affitto per lo spazio è di 33.000 dollari al mese, 77 volte il prezzo originario, che era di 450. Nello stesso isolato quest’anno hanno chiuso, per ragioni simili, due ristoranti storici: l’Home e il Pò. Per provare ad aiutare il Cornelia molti artisti hanno donato fotografie e opere d’arte che ne decorano le pareti. Sul sito del locale, in basso a destra, c’è un tasto per le donazioni libere. “Ospitiamo circa 700 show all’anno e siamo l’unica attività ad avere due Guinnes World Record” scrive il café tra le ragioni per sostenere il suo progetto. La richiesta di fondi si chiude poi con una frase che racconta l’intera storia del locale, e spiega perché valga la pena cercare di farlo sopravvivere: “Abbiamo aiutato le carriere di migliaia di artisti emergenti e siamo stati qui abbastanza per vedere alcuni di loro diventare leggenda”.

Altri Servizi

Fca scommette su Jeep e Ram. Marchionne, "non abbiamo bisogno di nessuno"

Il gruppo tira dritto da stand alone. Target 2017 e 2018 confermati. Dividendo? Meglio un buyback. Un futuro in politica? "Nemmeno di notte"
Fca

Detroit - Per avere più chiarezza sul futuro di Fiat Chrysler Automobiles in Italia bisognerà aspettare il nuovo piano industriale, che verrà presentato il primo giugno prossimo con ogni probabilità a Balocco. Ma la rotta del gruppo, specialmente in Usa, sembra comunque già tracciata e destinata a passare attraverso i veicoli che rendono di più: pickup truck e Suv. "L'azienda ci ha visto lungo spostando la sua attenzione dalle auto ai light truck in Usa", ha detto alla stampa Sergio Marchionne, confermando i target del 2017 e del 2018, anno in cui potrebbe esserci lo spinoff di Magneti Marelli con quotazione solo a Milano.

Il settore farmaceutico italiano va a caccia di investitori a San Francisco

Oggi la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, in concomitanza con la JP Morgan Annual Healthcare Conference

Si tiene oggi a San Francisco la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, l'incontro internazionale dedicato alle Scienze della Vita programmato in concomitanza con l'ultimo giorno dell'annuale JP Morgan Annual Healthcare Conference.

Con Trump, gli Usa puntano a più pene di morte per punire crimini violenti

Il favore dell'opinione pubblica americana per questo tipo di pena è tuttavia ai minimi di 45 anni fa
Il segretario alla Giustizia, Jeff Sessions Ap

Dagli Stati Uniti sono arrivati i primi segnali di come, per punire crimini violenti, il dipartimento di Giustizia nell'era Trump voglia un uso maggiore della pena di morte rispetto ad amministrazioni precedenti. E questo, nonostante il favore dell'opinione pubblica verso questa misura sia calato: secondo un sondaggio di Gallup risalente a ottobre, l'ultimo disponibile sull'argomento, il 55% degli americani adulti è favorevole a spedire nel braccio della morte gli autori di omicidi; si tratta di minimi di 45 anni fa.

Kodak si unisce alla criptomania: lancia valuta digitale per fotografi

Si chiama KODAKCoin. Al via piattaforma KODAKOne su cui gli artisti potranno registrare il loro lavoro in modo da poterlo offrire in licenza
Kodak

Anche Eastman Kodak si unisce alla mania associata alle valute digitali. E il titolo vola del 45% a 4,49 dollari al New York Stock Exchange.

La nipote di Martin Luther King difende Trump: "Non è razzista e le sue politiche aiutano gli afroamericani"

Nel giorno in cui si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, la figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace difende il presidente, che dice: "Il sogno di Martin Luther King è il nostro sogno, è il sogno americano".

Tensioni Usa-Turchia sulla Siria. Erdogan: "Stroncheremo le nuove forze curde appoggiate da Washington"

È in corso di preparazione un nuovo esercito di frontiera nel nord e nel sud-est della Siria, dominato dai curdi, che dovrebbe essere formato da 30.000 soldati

Spotify vuole rivoluzionare le Ipo a Wall Street: per banche commissioni più basse

I tre adviser di Spotify, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Allen & Co, si divideranno probabilmente commissioni per 30 milioni di dollari, cifra che potrebbe cambiare in base alle dimensioni della società al momento del debutto e al successo della quotazio
iStock

Per Astaldi contratto da 108 milioni di dollari per costruire una tratta autostradale in Usa

È prevista la costruzione di 8 chilometri di nuova autostrada lungo il tracciato State Road 429–State Road 46 (Wekiva Parkway, Sezione 7A), compresi 12 ponti e tutte le opere connesse.