A New York la consegna del 2016 Fiac Excellency Award a Davide Gasparotto e Eike Schmidt

Un veneto a Los Angeles e un tedesco a Firenze: ecco i vincitori del premio americano per l'arte italiana

Il 26 gennaio si è svolta al Tennis and Racquet Club di New York la cerimonia di consegna del "2016 Fiac Excellency Award", il premio voluto dalla Foundation for Italian Art & Culture (Fiac) per onorare figure di primo piano nella cultura italiana che operino sia in Italia sia negli Stati Uniti. Il riconoscimento, che è stato istituito nel 2005, premia per la prima volta un tedesco come vincitore "italiano" e un italiano come vincitore "americano". I due premiati sono il direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze Eike Schmidt, e il Senior Curator del dipartimento di pittura del Getty Museum di Los Angeles Davide Gasparotto. 

Gasparotto ha studiato Storia dell'Arte e Archeologia Classica all'Università di Pisa e alla Scuola Normale Superiore ed è stato il Direttore della Fondazione Piero della Francesca a Sansepolcro. E' stato per dodici anni curatore presso la Galleria Nazionale di Parma e la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Parma e Piacenza, e in seguito è stato direttore della Galleria Estense di Modena, dove ha supervisionato il restauro completo del museo e della collezione d’arte dopo il terremoto del 2012. Ha pubblicato estesamente sull’arte toscana, veneta, emiliana e lombarda dal XVI al XVIII secolo. Recentemente è stato uno dei curatori delle mostre "Louis Style. French Frames 1610-1792" (Getty Museum, 2015) e "The Shimmer of Gold: Giovanni di Paolo in Renaissance Siena" (Getty Museum, 2016). Attualmente sta lavorando ad una mostra su Giovanni Bellini che si terrà al Getty nell'autunno 2017. La sua prima acquisizione di pittura per il Getty Museum è stata Danae (circa 1621-1623) di Orazio Gentileschi.

Schmidt è uno storico dell’arte tedesco nato a Friburgo. Ha lavorato e vissuto a lungo in Italia, in particolare a Firenze, dove dal 1994 al 2001 è stato borsista e ricercatore presso il Deutsches Kunsthistorisches Institut. Dal 2001 al 2006 è stato curatore e ricercatore alla National Gallery of Art di Washington, e poi curatore del Dipartimento di Sculture e Arti Decorative al J. Paul Getty Museum di Los Angeles. In seguito è stato direttore e capo del Dipartimento di Scultura e Arti Applicate Europee a Sotheby’s (Londra) e curatore e capo del Dipartimento di Scultura, Arti Applicate e Tessili al Minneapolis Institute of Arts. Nel 2009 ha conseguito con lode il dottorato di ricerca in storia dell’arte alla Ruprecht-Karls-Universität con una tesi su “La collezione medicea di sculture in avorio nel Cinquecento e Seicento”. Dal 2011 al 2015 è stato membro del Comitato Scientifico della fiera “TEFAF – The European Fine Art Fair” di Maastricht, Paesi Bassi. Dal novembre del 2015 è direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze. Esperto di fama internazionale in arte fiorentina, ha pubblicato svariate monografie e decine di saggi. E' stato sette volte vincitore dei “Museum Acquisitions of the Year” della rivista “Apollo” con opere d’arte acquistate per il J. Paul Getty Museum e il Minneapolis Institute of Arts.

"Il Dr. Eike Schmidt e il Dr. Davide Gasparotto hanno promosso il più alto livello di arte italiana negli Stati Uniti e in Italia ", ha detto Alain Elkann, presidente di Fiac. "Entrambi hanno dedicato la loro vita all'arte italiana e FIAC è onorata di consegnare loro questo premio".

A consegnare il riconoscimento, oltre al presidente Elkann, ci sarà il chairman Daniele Bodini.

Fiac è un’associazione no-profit che ha sede a New York, fondata nel 2003. Il suo scopo principale è quello di promuovere la conoscenza e l'apprezzamento delle tradizioni culturali e artistiche italiane dal periodo classico ai tempi moderni negli Stati Uniti. L’attivita’ di FIAC è iniziata con il prestito della Fornarina di Raffaello alla Frick Collection di New York nel 2004. L'anno successivo, FIAC ha contribuito a portare al Metropolitan Museum of Art tre capolavori di Antonello da Messina, tra cui La Madonna dell'Annunziata. Altri prestiti importanti sono stati l'Antea del Parmigianino alla Frick Collection nel 2008, e in seguito, La Schiava Turca del Parmigianino presso la Frick Collection nel 2014 e La Bella di Tiziano al Kimbell Art Museum, Nevada Museum of Art e Portland Museum of Art nel 2011-2012. Più di recente, il Ritratto la dama con un unicorno di Raffaello della Galleria Borghese di Roma è stato in mostra presso il Cincinnati Art Museum e il Fine Arts Museum di San Francisco da ottobre ad aprile 2016. In seguito, la morte di Cleopatra del Cagnacci e’ stata in mostra presso l'Istituto Italiano di Cultura di New York fino al 19 gennaio 2017. Fiac sta attualmente lavorando ad un’opera di Caravaggio per la primavera 2017. Lavora a stretto contatto con il Ministero della Cultura italiana per il conseguimento della propria missione. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.fiacfoundation.org.

Altri Servizi

Alphabet: i conti tengono nonostante la fuga degli inserzionisti da YouTube

Utili in rialzo del 29% nel primo trimestre e ricavi in aumento del 22%. Il cost-per-clickè sceso del 21% sui siti Google
Shutterstock

Alphabet ha chiuso il suo primo trimestre fiscale con utili per 5,43 miliardi, in rialzo dai 4,2 miliardi dello stesso periodo del 2016 (+29%). Al netto di voci straordinarie, i profitti per azione sono passati a 7,73 dollari da 6,02 dollari ma gli analisti si aspettavano quota 7,39 dollari. I ricavi sono aumentati del 22% a 24,75 miliardi, oltre le attese per 24,22 miliardi.

Il legname canadese nel mirino di Trump, gli Usa vogliono dazi al 20%

Dopo le proteste dei produttori di latte Usa per la politica dei prezzi di Ottawa, Washington apre un nuovo fronte nella guerra contro i prodotti provenienti dall'estero. Il governo canadese: "Decisione iniqua e punitiva"

Donald Trump apre un nuovo fronte nella guerra commerciale contro i prodotti provenienti dall'estero venduti negli Stati Uniti. Il bersaglio questa volta è il legname canadese, per il quale la Casa Bianca è pronta a introdurre un dazio punitivo del 20 per cento sulle importazioni (la media di un intervallo che va dal 3% al 24%). La decisione è preliminare: ne ha parlato lo stesso presidente americano ieri durante un incontro con i giornalisti delle testate d'ispirazione conservatrice; la notizia è stata confermata in una intervista al Wall Street Journal dal segretario al Commercio Wilbur Ross.

Amazon: nel primo trimestre, utili e ricavi cresciuti più delle stime

La divisione di cloud computing continua a premiare. Svelate per la prima volta le vendite associate alla logistica. Nuovo record per il titolo del gruppo
AP

Amazon ha chiuso il primo trimestre del 2017 con utili saliti annualmente del 41% e ricavi in aumento del 23% superando le stime degli analisti.

Trump promette taglio tasse corporate al 15%, resta nodo coperture. Mnuchin: riforma storica

Si rispolvera la teoria che l'economista Arthur Laffer aveva delineato nel 1974: i tagli delle tasse si "pagheranno" da soli con la crescita economica innescata dalla riduzione fiscale.

La tanto attesa proposta di Donald Trump sulla riforma fiscale americana sarà presentata oggi, attorno alle 19.30 italiane. Qualche dettaglio, confermato per altro dal segretario al Tesoro Steven Mnuchin durante un evento a Washington, si sa già: il presidente proporrà un alleggerimento della tassazione dei profitti generati all'estero e una riduzione dell'aliquota corporate dal 35 al 15%, un taglio maggiore di quello al 28% ipotizzato, senza successo, da Barack Obama e di quello al 25% suggerito dai repubblicani nel 2014.

United: i bonus diventano legati all'esperienza dei passeggeri

Il Ceo non assumerà automaticamente il ruolo di presidente del cda nel 2018, come previsto. La compagnia aerea si riorganizza dopo le polemiche legate al passeggero prelevato violentemente da un aereo in overbooking
United

Bonus dei dipendenti legati all'esperienza dei passeggeri e niente promozione automatica dell'amministratore delegato. Sono queste le principali modifiche organizzative decise da United Airlines, la compagnia aerea travolta dalle polemiche dopo che la polizia aeroportuale di Chicago aveva prelevato di peso un passeggero da un aereo in overbooking della compagnia. Il risultato? L'uomo ultra sessantenne ha perso due denti, ha subito una concussione oltre a una frattura del naso. L'azienda ha rimborsato tutti i passeggeri di quel volo e ha dato il via a un'inchiesta interna.

Trump svela la "maggiore riforma fiscale dal 1986", ma mancano i dettagli

Proposto un taglio dell'aliquota aziendale al 15% dal 35%. Raddoppiato il livello di redditi non tassati per le famiglie. Eliminata la tassa di successione. Obiettivo: spingere crescita (per coprire le entrate che veranno a mancare)

Donald Trump l'ha definita "grandiosa". Il suo consigliere economico la considera "un'opportunità che capita una volta per generazione". Il segretario al Tesoro crede che sia un mezzo per portare ad almeno il 3% la crescita annua degli Stati Uniti alimentando l'occupazione e convincendo le aziende americane a rimpatriare "migliaia di miliardi di dollari" di utili parcheggiati all'estero. Ma la riforma fiscale presentata oggi dalla Casa Bianca come la "maggiore dal 1986" non ha stupito praticamente nessuno, nemmeno gli investitori che a Wall Street hanno fatto perdere slancio agli indici. Il motivo è semplice: il 45esimo presidente Usa vuole s" promuovere "uno dei maggiori tagli delle tasse nella storia Usa" ma i dettagli scarseggiano, anche su come coprire le entrate nelle casse del fisco che verrebbero a mancare.

Pagato dalla Russia, il Pentagono apre un'indagine su Flynn

Ha ricevuto denaro senza autorizzazione dell'esercito come generale in pensione. Si intensificano le polemiche sull'ex consigliere per la Sicurezza nazionale del presidente Trump, dimessosi dopo meno di un mese dal suo giuramento

Dal muro con il Messico alla riforma fiscale: i primi 100 giorni di Trump

Un periodo trascorso tra promesse, polemiche, contraddizioni e contrapposizioni. Tra i momenti più importanti, il record del Dow Jones, la bocciatura della riforma sanitaria alla Camera, gli screzi con gli alleati della Nato, i missili lanciati in Siria