New York ama Renzo Piano

Un tour ha connesso i quattro importanti progetti con cui l'architetto genovese ha messo la firma su Manhattan

New York ama Renzo Piano. A lui ha affidato quattro progetti emblematici - l'estensione della storica Morgan Library, la sede del New York Times, il nuovo Whitney Museum e un campus scientifico della Columbia University - e lui in risposta ha creato quattro progetti permeabili con il tessuto urbano, aperti alla città. "E' l'archietto straniero di cui si sente maggiormente la presenza a New York", spiega Kyle Johnson, membro dell'American Institute of Architects, esperto di architettura newyorchese. Johnson è stata la guida di un tour alla scoperta dei progetti di Piano a Manhattan, un'iniziativa organizzata dalla Cattedra Inserra di Italianistica della Montclair State University in New Jersey e realizzata per l'anno della cultura italiana negli Stati Uniti in collaborazione con l'Istituto italiano di Cultura a New York e il New York Institute of Technology.

Il tour si è fermato nel cantiere per la nuova sede del Whitney Museum, tra l'Hudson River e il Meatpaking District, dove dal 2015 verranno conservate ed esposte le quasi 20.000 opere della collezione del museo ora nell'Upper East Side. La galleria del quinto piano "sarà la più grande di tutta New York", ha assicurato Kevin Shorn, architetto e ingegnere responsabile dell'andamento dei lavori per il museo. Parlando davanti allo scheletro di quello che entro il 2015 diventerà un monolite di cemento bianco e di vetro, il nuovo gioiello dell'arte contemporanea newyorchese, Shorn ha spiegato che il museo avrà diverse aree per la ricreazione e lo svago, compreso un giardino sul tetto dell'adiacente edificio adibito agli uffici amministrativi dell'High Line, il parco sopraelevato di Manhattan. Al piano terreno verrà poi a crearsi una vera propria piazza all'italiana, immersa nella luce naturale, con tanto di ristoranti e bar. A dare da subito un carattere forte e immersivo saranno i quattro ascensori, l'ultima opera dell'artista americano Richard Artschwager, che prima di morire ne ha progettato gli interni. L'arte sarà così parte integrante dell'architettura e del tessuto urbano al tempo stesso.

Tuttavia Piano a New York non sta mettendo la firma solo sul futuro dell'architettura museale, sta anche lavorando per realizzare una nuova sede per accogliere le migliori menti scientifiche del mondo, l'estensione verso Harlem del Campus della Columbia University tra la 125esima strada e la 133esima, non lontano dalla principale sede dell'università. E ha anche lavorato per rinnovare la sede di uno dei più importanti incubatori della memoria della città, la Morgan Library, la storica biblioteca nel cuore di Midtown. Nel 2006 Piano ha connesso tre edifici - realizzati tra la seconda metà del XIX secolo e la prima metà del XX - progettandone un'estensione. Ha fatto costruire un grande atrio vetrato, una piazza all'italiana, da cui si accede da un ingresso a misura d'uomo per poi trovarsi immersi in uno spazio ampio e luminoso, dove sedersi per un caffè o semplicemente fermarsi e guardare. Piano ha creato una struttura dove il confine tra il passato e il presente è trasparente, dove i dettagli catturano lo sguardo, ma poi quasi scompaiono lasciando posto alla luce naturale.

Non si tratta dell'unico progetto di questo tipo: anche a Boston, per l'Isabella Stewart Gardner Museum, Piano ha realizzato un'estensione del museo in vetro e rame ossidato, connettendola - con un lungo corridoio vetrato - all'elegante villa in stile veneziano che ospita la collezione lasciata da Isabella Stewart. L'atrio ampio, la "piazza" coperta che connette l'edificio con la strada, è un elemento che torna anche nel grattacielo realizzato per il New York Times, un'edificio di 52 piani inaugurato nel 2007 e ormai divenuto icona dell'architettura contemporanea a New York. Con un rigore che ricorda un altro emblema di Manhattan, il Seagram di Mies Van Der Rohe, l'edificio guarda al futuro con una struttura pensata per il risparmio energetico (un punto - quello della cura per l'ambiente - molto caro all'architetto genovese anche nell'ambito della sua agenda politica come senatore a vita). Il piano terreno, aperto al pubblico nei giorni lavorativi, è uno spazio permeabile con la strada, dove l'atrio, il giardino centrale e l'auditorium si possono catturare in una sola occhiata, separati solo da vetrate e colonne d'acciaio dal carattere post industriale, memore di quella Genova che Piano lo ha visto nascere.

Altri Servizi

Nate tocca terra per la seconda volta in Usa, poi si indebolisce

Arrivato come uragano di categoria 1 a ovest di Biloxi, in Mississippi, è stato poi declassato a tempesta tropicale
AP

L’uragano Nate ha toccato terra per la seconda volta negli Stati Uniti arrivando questa mattina nella zona di Biloxi, in Mississippi. Poco dopo, come dichiarato dal Centro nazionale uragani, l’uragano si è indebolito ed è stato declassato a tempesta tropicale senza però arrestare la sua corsa che continua verso Nord con venti che si spingono ad una velocità massima di 110 chilometri orari.

Riforma sanitaria, Trump disposto ad un "accordo temporaneo"

Poi la promessa su Trinity Broadcasting Network: "Avremo una riforma entro le prossime elezioni"
AP

In attesa di superare l’impasse che frena l’abrogazione e la sostituzione dell’Obamacare, il presidente Donald Trump si è detto pronto a perseguire "un accordo temporaneo" sulla riforma sanitaria.

Corea del Nord, continua il botta e risposta a distanza tra Trump e Kim Jong Un

"Funzionerà soltanto una cosa" twitta il presidente americano, il nostro arsenale "è un potente deterrente" risponde il leader coreano

La crisi internazionale tra Stati Uniti e Corea del Nord continua ad arricchirsi grazie ai contrasti dialettici tra il presidente americano, Donald Trump, e il leader nordcoreano, Kim Jong Un

Trump irritato dai ritardi sull'abrogazione dell'Obamcare, si rivolge direttamente ai democratici

Il presidente ha teso la mano ai democratici, sentendo direttamente il leader di minoranza al Senato, Charles Schumer, per capire se e che tipo di disponibilità ci sia a trattare e collaborare.
White House

Le divisioni dei repubblicani e l'incapacità di trovare una quadra sull'abrogazione dell'Obamacare non piace a Donald Trump. Per questo il presidente americano ha deciso di impegnarsi fin da subito in prima persona per superare lo stallo che crea imbarazzo alla sua amministrazione: il presidente americano aveva infatti promesso una rapida cancellazione e sostituzione della riforma della sanità voluta da Barack Obama, ma, così come sul fronte fiscale, non è ancora riuscito a produrre risultati.

Wells Fargo: Buffett ha fiducia nel Ceo, senatrice anti-Wall Street vuole sia silurato

Continuano le polemiche legate allo scandalo di conti fantasma che ha travolto la banca nell'estate 2016
Wells Fargo

Wells Fargo torna al centro delle polemiche per lo scandalo di conti fantasma, esploso nell'estate 2016 e risultato peggiore del previsto un anno dopo. Per la prima volta Elizabeth Warren, senatrice democratica famosa per le sue posizioni anti-Wall Street, ha chiesto il licenziamento del Ceo della banca di San Francisco cos" come fece per il suo predecessore (John Stumpf). Durante un'audizione alla commissione Bancaria del Senato del numero uno di Wells Fargo, Timothy Sloan, Warren gli ha detto senza giri di parole: nel migliore dei casi sei un "incompetente"; nel peggiore, sei "complice". Per la senatrice, "Wells Fargo deve ricominciare da capo. Ciò non succederà fino a quando la banca non si sbarazza di persone come lui".

Las Vegas, strage al concerto: 59 morti e 527 feriti. È la più sanguinosa nella storia Usa

L'Isis rivendica; per le autorità, il killer, Stephen Paddock, 64 anni, non aveva legami con il terrorismo internazionale. Si riaccende la polemica contro la lobby delle armi. Nella sua casa trovato un arsenale

Le autorità lo hanno definito un 'lupo solitario', il fratello lo ha descritto come una persona senza affiliazioni politiche o religiose, senza esperienze militari alle spalle; l'Isis ne ha rivendicato le azioni, definendolo un suo "soldato", convertitosi all'Islam "mesi fa".

Hollywood sceglie l'Italia per ambientare i set dei film. Occasione per il turismo

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale.

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale. Anche le produzione americane di fantascienza hanno scelto angoli meno noti per ambientare scontri epici, da Star Wars agli Avengers, lasciando in secondo piano le città storiche come Roma, Firenze e Venezia, teatri di numerose riprese di commedie o film di azione negli ultimi anni.

La prima nomina di Trump nella Fed approvata dal Senato Usa

Randal Quarles, al Tesoro Usa durante il governo di George W. Bush, è il primo a ricoprire formalmente un ruolo creato dalla riforma finanziaria del 2010. A lui le attività di supervisione della banca centrale. Continua il toto nomine

Come ampiamente atteso, il Senato amaricano a maggioranza repubblicana ha approvato quella che è la prima nomina fatta da Donald Trump nel sistema della Federal Reserve.

Nate diventa uragano e spaventa Mississippi, Alabama e Louisiana

Si trova circa 150 chilometri a ovest-nordovest dell'estremità occidentale di Cuba e circa a 800 chilometri dalla foce del fiume Mississippi.

L'uragano Nate sta avanzando verso le popolari località turistiche del Messico e la costa del Golfo degli Stati Uniti, dopo aver ucciso almeno 28 persone nell'America Centrale. Louisiana, Mississippi e Alabama sono in stato di allarme.

Google al lavoro per riportare servizi internet e cellulari a Porto Rico

La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite da Maria.
AP

Google va in aiuto di Porto Rico, l'isola devastata dall'uragano Maria. La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite per ovviare al fatto che l'83% della popolazione è attualmente senza servizio.