News Corp: dollaro forte e pubblicità in calo pesano sui conti

Il quarto trimestre fiscale chiuso in perdita, come l'esercizio intero. Per il Wall Street Journal, 1,27 milioni di utenti digitali attivi quotidianamente. Il gruppo lavoro per verificare la veridicità delle notizie
iStock

Oneri dovuti alle attività australiane e britanniche legate alla stampa hanno pesato ancora una vota sui conti di News Corp tanto che il gruppo editoriale ha chiuso in perdita un altro trimestre, l'ultimo dell'esercizio 2017 archiviato a sua volta in rosso.

L'azienda che pubblica, tra gli altri, il Wall Street Journal e The Sun, ha registrato un rosso attribuibile ai suoi soci di 430 milioni di dollari nei tre mesi al 30 giugno scorso contro quello da 89 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. Gli utili per azione al netto di voci straordinarie sono stati di 11 centesimi, uno in più delle stime degli analisti.

In quello che per News Corp rappresenta il quarto trimestre fiscale, i ricavi sono calati del 7% a 2,08 miliardi di dollari dai 2,22 miliardi del periodo aprile-giugno del 2016. Gli analisti si aspettavano un risultato di 2,11 miliardi. In particolare, la divisione "News and information", quella che genera il 60% del fatturato totale, ha visto una flessione delle vendite del 10% a 1,28 miliardi. Il gruppo ha spiegato la flessione con l'assenza di 77 milioni di dollari derivante dalla settimana addizionale che c'era stata nello stesso trimestre del 2016. In questa divisione gli introiti da pubblicità sono scesi del 12% a 650 milioni di dollari a causa dell'andamento delle inserzioni su carta stampata ma anche di un impatto negativo per 8 milioni di dollari dato dalle fluttuazioni valutarie; le vendite in edicola e da abbonamenti sono scese del 9% a 511 milioni ma se il trimestre avesse avuto una settimana in più e a cambi fossero rimasti invariati, il dato sarebbe salito dell'1%. Rispetto al fatturato totale di questa divisione, il 26% è arrivato dal digitale ossia il 3% in più sull'anno precedente. Nel periodo di riferimento il Wall Street Journal contava 1,27 milioni di utenti digitali attivi quotidianamente contro i 948 mila di 12 mesi prima.

Nella piccola ma in crescita divisione dei servizi immobiliari digitali il giro d'affari è aumentato del 10% a 251 milioni. Nella divisione libri il fatturato è calato del 6% a 407 milioni di dollari ma il gruppo punta sugli audio digitali come fonte aggiuntiva di una crescita futura. Nella divisione delle reti via cavo - su cui ha pesato l'acquisizione dell'Australian News Channel, operatore di Sky News in Australia - le vendite sono calate del 5% a 140 milioni.

Su base annuale, i ricavi sono calati del 2% a 8,14 miliardi di dollari. L'esercizio è finito con una perdita attribuibile ai soci di 740 milioni contro utili per 177 milioni del 2016; hanno pesato oneri per 785 milioni di dollari.

Robert Thomson, amministratore delegato, ha sottolineato la buona performance delle attività digitali nel real estate, che punta a fare diventare la fonte principale della redditività del gruppo. Secondo Thomson, per News Corp l'anno è stato "significativo dal momento che abbiamo visto miglioramenti tangibili nella redditività, grazie al segmento a rapida crescita dei servizi immobiliari digitali, e abbiamo imposto un premio ai contenuti premium focalizzandoci allo stesso tempo sulle efficienze operative". Il Ceo di News Corp ha poi parlato dell'ecosistema "disfunzionale dei contenuti", in cui [le informazioni] false e fraudolente sono fiorite. Ci troviamo in discussioni avanzate con piattaforme per la creazione di meccanismi a pagamento per verificare la veridicità delle notizie".

In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, i titoli di classe B di News Corp avevano perso il 3,78% a 14 dollari. In un anno sono saliti di oltre il 18% ma da gennaio soltanto dell'1,97%.

Altri Servizi

Trump, gli Usa restano in Afghanistan ma non dà dettagli sul numero dei militari che invierà

Il presidente presenta la nuova strategia: prevede di lavorare per obiettivi, insieme agli alleati e chiedendo un maggior contributo al Pakistan e all'india. "Non siamo più esportatori di democrazia ma killer di terroristi"
AP

Donald Trump è salito sul palco della base militare di Fort Myer, in Virginia, ammettendo di aver fatto un errore di valutazione: "Avevo promesso di uscire dalla guerra in Afghanistan, avevo seguito il mio istinto. Ma è diverso quando sei presidente, quando sei seduto dietro alla scrivania dell’ufficio ovale. Adesso ho deciso una strategia" per continuare una guerra che deve finire non "in una data stabilita, dando un numero, ma quando saranno raggiunti degli obiettivi", ha continuato il presidente americano iniziando a spiegare quale sarà la nuova strategia degli Stati Uniti in Afghanistan e nel Sud dell'Asia.

Nafta: finito il primo round di negoziati, si continua a settembre

L'amministrazione Trump vuole che le auto abbiano un maggiore contenuto Usa
iStock

Gli Stati Uniti, il Canada e il Messico hanno finito ieri il primo round di negoziati per un aggiornamento del North American Free Trade Agreement (Nafta), l'accordo di libero scambio tra le tre nazioni; queste hanno spiegato di avere fatto "dettagliate presentazioni concettuali" riguardanti le loro posizioni e che stanno lavorando a un "risultato ambizioso" attraverso un'agenda fitta di discussioni pensate per concludersi entro l'anno prossimo. Il secondo round è previsto a Città del Messico dal primo al 5 settembre prossimi; il terzo si verificherà sempre a settembre in Canada e a ottobre i negoziati torneranno in Usa.

Wall Street, preoccupa la situazione nella penisola coreana

Le esercitazioni annuali di Stati Uniti e Corea del Sud rischiano di aggravare le tensioni con il Nord
AP

Trump, nuova strategia in Afghanistan per battere i terroristi

L'annuncio sarà dato in diretta tv. Il Pentagono ha già ricevuto l'approvazione per l'invio di altri 3.900 soldati

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha preso una decisione sulla nuova strategia da adottare in Afghanistan e la presenterà questa sera (alle 21, le 3 di domattina mattina in Italia) in un discorso in diretta televisiva dalla base militare di Fort Myer, a sud-ovest di Washington. Il nuovo piano, probabilmente, darà il via libera all'invio di migliaia di altri soldati statunitensi nel Paese invaso nel 2001.

Nella corsa per accaparrarsi l'utility texana Oncor, la Berkshire Hathaway di Warren Buffett è stata battuta da Sempra Energy. Quest'ultima ha messo sul piatto 9,45 miliardi di dollari, più dei 9,3 miliardi inizialmente offerti e oltre i 9 miliardi proposti dal cosiddetto oracolo di Omaha. Buffett aveva chiarito la settimana scorsa che la sua offerta non sarebbe stata rivista al rialzo, un approccio tipico per un uomo noto nel rifiutare di farsi coinvolgere in guerre per accaparrarsi aziende. L'operazione complessiva vale 18,8 miliardi di dollari se si aggiungono oltre 9 miliardi di dollari di debito (quella di Buffett sarebbe arrivata a 18 miliardi).

Boston, migliaia di persone marciano contro il razzismo

Una manifestazione per protestare contro un'altra marcia organizzata da un gruppo di destra. Otto arresti. Il tweet di Trump: "Voglio elogiare le persone che si battono contro l'odio e l'intolleranza. Presto saremo un paese unito".

Migliaia di persone hanno manifestato pacificamente a Boston contro il razzismo che dopo la manifestazione di sabato scorso a Charlottesville, in Virginia, è ritornato ad essere argomento centrale del dibattito in America. Secondo la polizia di Boston sono state oltre 40.000, un numero ernome che ha eclissato la prima manifestazione organizzata nella città, quella per la libertà di espressione, voluta da un gruppo di destra.

La Silicon Valley vende l'antico sogno dell'immortalità

Il filosofo Metzinger ne parla sul Financial Times. Siamo di fronte a una religione senza dio che promettendo il futuro infinito vende i propri prodotti
AP

Sembra che negli ultimi anni le startup e i grandi colossi della Silicon Valley si stia concentrando su un unico tema: vendere il più grande e antico sogno dell'uomo, l'immortalità. Nel 2013 Google ha fondato Calico, che ha come scopo quello di portare l'umanità verso una vita più lunga e in salute. Altri, come Aubrey de Grey, si sono spinti ancora più in là: ha fondato infatti Strategies for Engineered Negligible Senescence, una startup che prevede di risolvere l'invecchiamento trattandolo come un problema ingegneristico. Proprio a Google invece lavora, Ray Kurzweil, che ha fissato per il 2045 l'anno della singolarità, quando potremo fondarci con le macchine e moltiplicare la nostra intelligenza in modo impensabile. Ne scrive sul Financial Times, Thomas Metzinger, filosofo tedesco che insegna alla Johannes Gutenberg University di Magonza, in Germania.

Mattis: "Trump ha deciso la nuova strategia in Afghanistan"

Il segretario alla Difesa ha poi detto che sarà il presidente ad annunciarla. Possibile un aumento fino a 5.000 unità dei soldati statunitensi nel Paese invaso nel 2001

Il presidente Donald Trump ha preso una decisione sull'Afghanistan. Lo ha annunciato il segretario alla Difesa statunitense, James Mattis, affermando che la nuova strategia ella Casa Bianca è stata messa a punto dopo una valutazione "sufficientemente rigorosa". "Il presidente ha deciso. Come ha detto, vuole essere colui che l'annuncerà al popolo americano" ha detto Mattis.

Camminare inviando sms? Multe in arrivo in parti degli Usa

Honolulu ha approvato una norma apposita, altre città potrebbero seguire l'esempio

Chi ci ha provato dovrebbe saperlo: mandare sms o controllare lo smartphone e al contempo camminare è possibile ma a risentirne è l'attenzione rivolta alla strada, specialmente se si ha la malaugurata idea di attraversarla con gli occhi fissi sullo schermo.

Google lancia Oreo, ultima versione del sistema operativo Android

Come da tradizione, il nome si ispira a un dolce. La vera sfida del gruppo è aumentare il numero di utenti che la utilizza visto che ancora dominano quelle vecchie
Google

Google ha lanciato la versione 8.0 di Android, il suo sistema operativo per dispositivi mobili. E come da tradizione, il suo nome si ispira a un dolce. Dopo Nougat (torrone), è la volta di Oreo che altro non è che un marchio di biscotti tra i più amati dagli americani (parte del colosso alimentare Mondelez International). Prima ancora c'erano state la versioni Marshmallow, Lollipop (lecca lecca) e - nel 2013 - KitKat. Come in passato, la sfida per la controllata di Alphabet sta nel fare in modo che chiunque sia dotato di un dispositivo Android scarichi l'ultimissima versione.