Nia Franklin, prima Miss America senza sfilata in bikini

Afroamericana, 24 anni, cantante d'opera. La rivoluzione al concorso decisa dopo uno scandalo interno e la nascita del movimento #MeToo contro le violenze sulle donne
Ap

Nia Imani Franklin è la prima Miss America a essere stata incoronata senza aver dovuto indossare un costume da bagno. La ragazza afroamericana, 24 anni, che ha partecipato alla competizione ad Atlantic City come Miss New York, ha detto in conferenza stampa di essere contenta di non aver dovuto indossare un costume da bagno e di apprezzare il cambiamento deciso per il concorso, nato 97 anni fa.

"Sono felice di non averlo dovuto fare per vincere questo titolo - ha detto Miss America 2019, cantante d'opera che, oltre alla corona, ha vinto 50.000 dollari in borsa di studio per l'università, che probabilmente userà per un dottorato in composizione - perché sono molto più di questo. E tutte queste donne sul palco sono molto più di questo". La decisione di eliminare la sfilata in costume era stata annunciata a giugno come segnale di svolta per la Miss America Organization, dopo uno scandalo scoppiato nei mesi precedenti e la campagna #MeToo contro le molestie sessuali.

A presiedere l'organizzazione del concorso, da gennaio, è Gretchen Carlson, 51 anni, ex conduttrice di Fox News e vincitrice del concorso nel 1989, scelta dopo le dimissioni di Lynn Weidner e dell'amministratore delegato, Sam Haskell, provocate dalla diffusione pubblica delle e-mail sessiste scambiate con altri manager del concorso sulle ex vincitrici. Carlson ha parlato di "rivoluzione culturale" per il concorso, già iniziata a livello manageriale, visto che ci sono ora sette donne tra i nove membri del board, tra cui le ex vincitrici Laura Kaeppeler Fleiss (2012), Heather French Henry (2000) e Kate Shindle (1998).

Al posto della sfilata in costume, aveva annunciato l'organizzazione, "ogni candidata prenderà parte a una sessione interattiva con i giudici, durante la quale" avrà la possibilità di "mettere in risalto i suoi obiettivi e successi nella vita" e di parlare di come intenda "usare il suo talento, la sua passione e la sua ambizione per ricoprire il ruolo di Miss America".

Nella serata di ieri, ha colpito molto la presentazione di una candidata, Emily Sioma, Miss Michigan, che ha usato il discorso introduttivo non per parlare di sé, ma per denunciare la crisi dell'acqua che interessa la città di Flint dal 2014. Miss Michigan ha detto di arrivare "dallo Stato con l'84% dell'acqua dolce degli Stati Uniti, ma senza acqua per i propri residenti". Residenti costretti ancora a bere acqua filtrata o imbottigliata. Quasi 100.000 residenti della città di Flint, prevalentemente afroamericani poveri, sono stati esposti ad alti livelli di piombo; la contaminazione dell'acqua avrebbe provocato almeno 12 morti.

Altri Servizi

L’euforia del mercato azionario statunitense è razionale?

L'analisi di Didier Saint-Georges, managing director e membro del comitato investimenti di Carmignac
Carmignac

di Didier Saint-Georges*

A Wall Street piace la marijuana: performance 'stupefacente' di Tilray

Il titolo del produttore canadese arrivato a guadagnare fino al 94%. Dall'Ipo di luglio +1.100% circa. Il gruppo punta sul beverage e sul pharma

Tilray, produttore canadese di cannabis, ha appena archiviato una seduta sull'ottovolante a Wall Street, confermando una performance 'stupefacente' da quando il gruppo si è quotato sul Nasdaq il 19 luglio scorso. Da allora, quando debuttò il borsa a 17 dollari, l'azione che oggi ha raggiunto un record intraday a 300 dollari ha guadagnato oltre il 1.100%.

Trump difende Kavanaugh ("difficile immaginare che sia successo qualcosa") e si augura che l'accusatrice parli

Il giudice nominato dal presidente alla Corte Suprema accusato di tentato stupro
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha detto che dovrà "prendere una decisione" sul futuro della nomina del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema, se la sua accusatrice, Christine Blasey Ford, darà "una testimonianza credibile". Sarebbe "meraviglioso" se si presentasse davanti alla commissione Giustizia del Senato, "spiacevole" se non lo facesse, ha aggiunto il presidente.

Facebook verificherà l'autenticità di video e foto

Attenzione non solo ad articoli e link. Ricorrerà a segnalazioni di utenti e tecnologia per individuare "nuovi formati visuali di disinformazione"

Continuano gli sforzi di Facebook volti a individuare i contenuti falsi che circolano sulla sua piattaforma. Con l'aiuto di persone e strumenti tecnologici, il social network verificherà l'autenticità di immagini e video testati.

Bitcoin: verso standard globali contro il riciclaggio, boom di mining illecito

La Financial Action Task Force punta a un quadro normativo uniforme. La Cyber Threat Alliance lancia l'allarme sulla generazione illegale di valite digitali

Sono sempre più vicini gli standard globali contro il riciclaggio di denaro realizzato attraverso criptovalute. La Financial Action Task Force (FATF) creata a questo proposito si riunirà a ottobre e c'è ottimismo affinché venga trovata un'intesa su una serie di standard. "E' essenziale che vengano fissati degli standard globali da usare in modo uniforme", ha dichiarato Marshall Billingslea, il presidente della FATF mentre la Cyber Threat Alliance pubblicava un rapporto secondo cui gli hacker stanno generando illegalmente Bitcoin, Monero e altre valute digitali attraverso uno strumento (Eternal Blue) sviluppato presumibilmente dalla National Security Agency per sfruttare falle di un software Microsoft.

Nafta: Usa e Canada tornano a trattare

Sembra difficile che un accordo possa essere raggiunto entro la scadenza del 30 settembre
AP

A Washington sono ripresi i negoziati tra Usa e Canada per riscrivere il North American Free Trade Agreement (Nafta), l'accordo di libero scambio siglato nel 1994 e che include anche il Messico. E' stato il presidente americano, Donald Trump, a spingere affinché il Nafta - giudicato "l'accordo peggiore di sempre" - fosse rivisto.

Jack Ma 'tradisce' Trump: Alibaba non creerà più 1 mln di posti di lavoro in Usa

La promessa si fondava su "partnership amichevole tra Usa e Cina e relazioni commerciali razionali"
ap

La Cina ammette: in "difficoltà" ma no a svalutazione yuan, unilateralismo inutile

Il premier cinese Li Keqiang parla all'indomani dell'annuncio di nuovi dazi con cui Usa e Pechino si sono colpiti a vicenda

Wall Street, nessun contraccolpo dal nuovo capitolo dello scontro Usa-Cina

I due Paesi continuano a sfidarsi a colpi di dazi
iStock

La Giustizia Usa ordina a due media cinesi di registrarsi da agenti stranieri

Si tratta dell'agenzia Xinhua e dell'emittente China Global Television Network. Stesso destino toccato alle russe RT e Sputnik