La Nba entra nell'era digitale: un chip nelle divise in vendita per connettere i fan alle squadre

Una rivoluzione nella fruizione della pallacanestro, che sposta anche i confini della privacy: la Nike otterrà una mole di informazioni sui clienti senza precedenti

Le immagini prepartita, la playlist del campione preferito, le azioni salienti al termine dell'incontro. Tutto grazie alle nuove divise delle squadre della Nba, da quest'anno prodotte da Nike, che ha preso il posto di Adidas (con un contratto di otto anni).

L'azienda dello swoosh è entrata di prepotenza nella gestione del marchio sportivo più conosciuto al mondo, quello della pallacanestro nordamericana, portando la Nba nell'era del basket digitale. Nelle canottiere in vendita delle 30 franchigie è stato cucito un chip che permetterà al tifoso di avere accesso a una serie di contenuti esclusivi, come quelli sopracitati.

Una canottiera digitale e iperconnessa, l'arma segreta, forse, per conquistare il mercato dei millennials e della generazione X. "Un balzo in avanti nel rapporto con i nostri tifosi, una svolta che li porterà a condividere con noi direttamente gli allenamenti, le passioni e le partite" ha detto Kevin Durant, il campione dei Golden State Warriors, durante la conferenza stampa di lancio a Los Angeles.

Il nuovo sistema, chiamato NikeConnect, sarà inserito sia nelle canottiere in versione replica sia in quelle 'authentic', che costeranno rispettivamente 110 e 200 dollari, in vendita dal 29 settembre. Per accedere ai contenuti, i tifosi dovranno scaricare la app e connettersi con il loro account NikePlus. Tra le novità, quella che permette a chi ha comprato la canottiera di un determinato giocatore di avere un bonus da utilizzare giocando al videogame NBA2K18, che rende quel cestista più forte.

"L'applicazione consente altri tipi di interazione: permette per esempio - ha spiegato Adam Sussman, chief digital officer di Nike - di comprare i biglietti per le partite, prenotarne la visione sullo smartphone o di sfruttare offerte commerciali ad hoc". L'idea - ha dichiarato Adam Silver, il Commissioner della Nba - "è stabilire un nuovo standard di coinvolgimento e connessione tra i fan e i team". "Stiamo modernizzando e rivoluzionando il look di questo sport, spingendone un po' più avanti i confini" ha detto Mark Parker, amministratore delegato del colosso d'abbigliamento sportivo.

Si tratta di una rivoluzione nell'abbigliamento sportivo, nel rapporto tra giocatori e tifosi e nel marketing. I confini sono stati spinti un po' più avanti anche sulla privacy: la Nike avrà accesso a informazioni mai avute prima sugli acquirenti, di cui conoscerà preferenze, città di residenza e spostamenti. D'altra parte, l'accordo con la Nba costerà, in tutto, un miliardo di dollari.

La canottiera digital non sarà l'unica novità della stagione che sta per cominciare: per la prima volta, sull'uniforme delle squadre Nba sarà presente il marchio dell'azienda che le produce (lo swoosh della Nike) e, soprattutto, potrà essere presente uno sponsor. Al momento, 14 franchigie hanno deciso di 'sporcare' la loro canottiera con una patch: l'accordo più redditizio è stato firmato dai campioni dei Golden State Warriors, che riceveranno da Rakuten, azienda giapponese di e-commerce, 20 milioni di dollari a stagione per tre anni, quasi il doppio di quanto incasseranno i Cleveland Cavs grazie a Goodyear.

Altri Servizi

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

I politici iracheni, ancora incapaci di formare un nuovo governo dopo le elezioni di maggio, hanno davanti un problema ancora più pressante: persuadere il presidente statunitense, Donald Trump, a concedere l'esenzione dal rispetto delle sanzioni contro l'Iran, perché in caso contrario Baghdad dovrebbe rinunciare - per non essere sanzionata da Washington - al 40% della sua energia elettrica, già insufficiente a soddisfare la domanda, perché dipendente dal gas iraniano.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare la prossima settimana

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap

Ciberspazio, la strategia all'attacco di Trump promossa (con riserva) dagli esperti

In attesa dei dettagli, il documento sembra prendere ampiamente spunto dalle raccomandazioni dell'amministrazione Obama. Non a caso, due alti responsabili della cibersicurezza con il precedente presidente hanno dato la loro approvazione
Ap

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap

Wall Street: nel giorno delle "quattro streghe" solo il Dow da record

Scaduti future e opzioni. Per gli indici S&P, la maggiore riclassificazione dal 1999. Fed verso il terzo rialzo dei tassi del 2018. Nafta in bilico
AP

Airbnb sogna di premiare padroni di casa migliori con titoli del gruppo

Chiede all'autorità di borsa Usa un cambiamento delle regole sullo stock-sharing

Wall Street, i dazi non fanno paura

Record di S&P e Dow nonostante le tensioni tra Usa e Cina
iStock