Non paga il conto al ristorante, turista italiano a New York finisce in carcere

E' successo alla steakhouse Smith and Wollensky. Sul caso interviene il capo della polizia Raymond Kelly con una diversa versione dei fatti

La seconda notte a New York, Graziano Graziussi, 43 anni, avvocato di Napoli, l'ha passata in carcere. Turista in vacanza, lunedì sera, è andato a cena in una delle bisteccherie simbolo della città, Smith and Wollensky, a Midtown East a Manhattan ma al momento di pagare il conto - 208 dollari esclusa la mancia - si è accorto di non avere il porfafogli.

Al personale del ristorante ha spiegato di averlo dimenticato in albergo, offrendo in pegno l'iPhone per il tempo necessario ad andarlo a recuperare. Ma non è bastato: al ristorante è stata invece chiamata la polizia che ha arrestato Graziussi con l'accusa di furto di servizi e lo ha tenuto in cella per una notte.

Il turista italiano ha provato a convincere gli agenti ad accompagnarlo a casa a prendere il denaro. "Mi hanno risposto che non sono tassisti - ha detto Graziussi al Daily News, uno dei tabloid di New York - e immediatamente mi hanno messo le manette ai polsi". Il passaggio Uptown lo ha avuto, ma fino alla 51ma strada, dove si trova la caserma.

L'iPhone non bastava? Secondo gli agenti no: "Come facevano a sapere che era davvero suo?" Ma la realtà è che i tentativi di consumare una cena al ristorante evitando il conto con una scusa sono piuttosto frequenti.

A dare la notizia per primo è stato il blog Honest Cooking che racconta l'esperienza della notte in carcere, terribile e in qualche misura interessante. "La prigione è stata un'esperienza orribile, è orribile per chiunque, sei dietro le sbarre, trattato come un animale per esserti dimenticato il portafogli". Ma "le persone che ho incontrato erano abbastanza civili. Era un po' come trovarsi in un film, è stata un'esperienza".

Un giudice, il mattino successivo, ha ritirato tutte le accuse riconvocandolo in tribunale dopo una settimana per pagare il conto del ristorante.

Aggiornamento: Il capo della polizia di New York Raymond Kelly ha corretto la versione dell'incidente data ieri dal tabloid Daily News, sulla scia del clamore suscitato dall'arresto del turista italiano. Graziano Graziussi il portafogli lo aveva con se, ma dentro c'erano appena 118 dollari, non abbastanza per pagare il conto, da 208 dollari, della steakhouse Smith and Wollensky. Graziussi "semplicemente non voleva pagare il conto" ha detto Kelly al Daily News "il ristorante ha chiesto di procedere con la denuncia e la procedura è stata seguita". America 24, che ha ripreso la notizia pubblicata da Daily News e Honest Cooking, ha cercato di mettersi in contatto con Graziussi per l'intera giornata, ieri, con l'intenzione di invitarlo a partecipare al programma di Mario Platero, che va in onda da lunedì a venerdì su Radio 24 ed è prodotto nella redazione de Il Sole 24 Ore di New York. Dopo l'intervento di Kelly sulla vicenda ci sono due versioni. Platero ne ha tratto spunto per parlare della questione in termini più generali nella trasmissione andata in onda il 28 gennaio.

 Il consiglio di America 24 per evitare circostanze simili? State alla larga da Smith and Wollensky e Peter Luger's (la bisteccheria più rinomata di New York) e andate direttamente in macelleria, la migliore della città si chiama Staubitz Market, 222 Court Street, Brooklyn, NY 11201 (718) 624-0014. Vende la stessa carne che ha Peter Luger's, ma con circa 25 dollari vi portate a casa la bistecca dei vostri sogni. Scegliete una porterhouse, una new york stripsteak o una rockport, cuocete su una graticola rovente 4 minuti da un lato e 4 dall'altro. And that's it.

(Ovviamente, andando in macelleria, non avrete la prima pagina sul Daily News come Graziussi).

Altri Servizi

Cia, 109 ex leader militari protestano contro la nomina di Haspel

La veterana dell'agenzia, scelta dal presidente Trump come nuovo direttore, in passato ha guidato il centro di torture sui presunti terroristi in Thailandia
AP

Prima dell'inizio, al Senato statunitense, del processo di conferma di Gina Haspel a capo della Cia, 109 alti ufficiali in pensione di Esercito, Marina, Aeronautica, Corpo dei Marine e Guardia Costiera hanno firmato una lettera in cui esprimono le loro preoccupazioni sulla sua nomina.

Trump minaccia l'Iran, Macron cerca un compromesso sull'accordo nucleare

Il presidente Usa: nessuna concessione alla Corea del Nord. Il leader francese "fiducioso" sui dazi. Il ministro iraniano degli Esteri Zarif: "C'è un deficit di dialogo"
AP

Uno ha fatto la voce grossa. L'altro ha preferito toni più pacati per continuare a coltivare la sua relazione speciale con il padrone di casa e allo stesso tempo portare avanti gli interessi dei partner della Ue. Si inquadrano così i colloqui tra Donald Trump ed Emmanuel Macron sull'Iran.

iStock

Da sempre il Nasdaq è sinonimo di Ipo tecnologiche. Ma nell'ultimo anno la supremazia dell'exchange è minacciata dal New York Stock Exchange, che nel marzo 2017 ha visto il debutto in borsa della app Snapchat e all'inizio del mese in corso quello del servizio di musica in streaming Spotify. In vista delle quotazioni di giganti come Uber e Airbnb, Wall Street si domanda chi l'avrà vinta tra i due exchange.

Wall Street, attenzione rivolta agli Spring Meetings dell'Fmi

Tra i dati in programma oggi, le richieste dei sussidi di disoccupazione
iStock

Gli Usa ammorbidiscono i toni su Rusal, tonfo dell'alluminio

Slitta di quasi 5 mesi la scadenza entro cui le aziende, anche europee, devono tagliare i ponti con il colosso russo sanzionato. Nel frattempo Washington studia se rimuovere le sanzioni, ma Deripaska deve cederne il controllo

Gli Stati Uniti hanno parzialmente accontentato gli alleati europei facendo slittare di quasi cinque mesi al prossimo 23 ottobre la scadenza entro la quale gli investitori devono tagliare i ponti con il russo United Company RUSAL, il secondo produttore al mondo di alluminio.

Furgone sulla folla a Toronto, 10 morti. Per ora nessun legame con il terrorismo

Lo ha confermato la polizia. Arrestato il sospetto: un 25enne senza precedenti. Sembra abbia agito "intenzionalmente"
AP

Con ogni probabilità si è trattato di un atto volontario in cui sono state uccise 10 persone e ne sono rimaste ferite 15. Un uomo alla guida di un furgone bianco preso a noleggio ha investito diverse persone, entrando in due aree pedonali di Toronto in Canada. I testimoni oculari sostengono che l'uomo abbia cercato di colpire i pedoni uno a uno, mentre secondo le prime ricostruzioni l'autore viaggiava a 50 chilometri orari ed ha percorso quasi due chilometri.

Il rendimento del T-Bond a 10 anni tocca il 3%

E' la prima volta dal gennaio 2014. Azionario nervoso. Focus su vertice Trump-Macron
iStock

Alphabet: cambiamenti contabili spingono gli utili, salgono le spese

Google spende di più per attrarre traffico sui suoi siti. Data center, cavi sottomarini e l'acquisizione del Chelsea market a NYC costano. Rassicurazioni in vista di nuove regole Ue più stringenti

Sì di Manchin, Pompeo verso la conferma a segretario di Stato

Per ora, l'attuale capo della Cia ha il voto di due democratici in Senato: probabilmente è sufficiente per ottenere l'incarico
Ap