"Non solo attacchi informatici, anche propaganda e notizie false": l'intelligence Usa contro la Russia

Per il repubblicano John McCain, la Russia ha condotto un "attacco senza precedenti contro gli Usa" per influenzare le elezioni. Il presidente eletto non crede alla mano russa sull'hackeraggio contro i democratici
Ap

La seduta della commissione delle Forze armate del Senato statunitense, dedicata alle "minacce informatiche straniere" con la testimonianza delle massime autorità dell'intelligence, ha avuto, come atteso, un bersaglio principale: la Russia.

L'audizione si inserisce in un momento delicato nei rapporti tra intelligence, repubblicani e il presidente eletto, Donald Trump, che ha più volte detto di non credere ai servizi segreti, quando affermano che la Russia è responsabile degli attacchi informatici contro il partito democratico, durante la campagna presidenziale; si tratterebbe, per Trump, solo di un tentativo per delegittimare la sua vittoria. La commissione è guidata dal repubblicano John McCain, schierato con l'intelligence e convinto che "ogni americano dovrebbe essere preoccupato per l'attacco senza precedenti della Russia alla nostra nazione".

McCain ha portato subito la conversazione su Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks, che ha pubblicato i documenti che hanno messo in difficoltà il partito democratico; in una recente intervista, Assange ha detto che non è stata la Russia a fornire i messaggi rubati dagli account di posta elettronica dei politici democratici. McCain ha chiesto a James Clapper, il direttore dell'intelligence nazionale, se Assange sia un individuo credibile; Clapper ha risposto: "Non dal mio punto di vista". Il capo dell'intelligence ha poi detto che gli attacchi degli hacker sono stati solo una parte degli sforzi della Russia di disturbare la campagna presidenziale. "È stata una campagna sfaccettata, che ha compreso la propaganda classica, la disinformazione, la diffusione di notizie false". Clapper ha poi dichiarato che Assange ha messo in pericolo le vite degli americani, con le sue rivelazioni.

Clapper ha detto di sapere che c'è "un grosso interesse" per le interferenze russe nelle elezioni, ma ha indicato che il pubblico dovrà avere pazienza e aspettare la pubblicazione di un rapporto non classificato sulla questione, che avverrà la prossima settimana. Clapper ha comunque detto che l'intelligence non ha modo di determinare l'impatto degli attacchi informatici sul risultato delle elezioni e che comunque "non hanno cambiato il conteggio dei voti".

Il presidente Barack Obama ha ricevuto oggi un resoconto dettagliato su tutto il rapporto classificato sugli attacchi degli hacker e domani sarà il turno del presidente eletto, Donald Trump. A proposito del presidente eletto, il suo portavoce Sean Spicer ha smentito le indiscrezioni di stampa secondo cui vorrebbe riorganizzare l'intelligence.

Altri Servizi

Wall Street, settimana di trimestrali

A mercati chiusi è arrivata quella, superiore alle stime, di Netflix
AP

Amico di Trump inietta capitali in Weinstein Company

Il miliardario Tom Barrack tratta per comprare tutta o parte della società di produzione travolta dagli scandali sessuali del suo co-fondatore, silurato dal club degli Oscar
AP

The Weinstein Company, la società di produzione cinematografica travolta dagli scandali sessuali riguardanti il suo cofondatore Harvey Weinstein, ha raggiunto un accordo preliminare per una immediata iniezione di capitali. A concerderli è Colony Capital, società di investimento di Tom Barrack (amico di lunga data del presidente americano Donald Trump). A comunicarlo è stata l'azienda stessa, che ha iniziato un periodo di negoziati che potrebbe portare Colony Capital a comprare tutto o parte del gruppo che - tra gli altri - ha prodotto film come "Lion" e che ha distribuito "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino.

Cook: "La realtà aumentata cambierà la nostra vita, ma gli occhiali smart non sono ancora pronti"

L'amministratore delegato di Apple, intervistato dall'Independent, non parla solo di tecnologia: "La vita sarebbe così tanto più facile se solo trattassimo tutti con dignità e rispetto"
iStock

La realtà aumentata (AR) cambierà la nostra vita. Ne è convinto Tim Cook, l'amministratore delegato di Apple, che ha rilasciato un'intervista all'Independent. La società di Cupertino ha realizzato ArKit, una piattaforma che "offre un'opportunità commerciale a tutti i progetti basati sull'AR; senza questa opportunità non ci sarebbero 15 milioni di persone pronte a sviluppare le proprie passioni con la realtà aumentata".

Il Ceo di Blackrock: Bitcoin un "indice del riciclaggio di denaro"

Laurence Fink si unisce a James Dimon, numero uno di JP Morgan, nel criticare la criptovaluta. Lagarde non esclude che l'Fmi possa arrivare a svilupparne una sua

"Un indice del riciclaggio del denaro". Così il Ceo di Blackrock ha definito Bitcoin. E' stato Laurence Fink, l'uomo a capo del più grande gruppo di asset management al mondo, a lanciare l'ultimo attacco contro la criptovaluta già definita una "frode" dall'amministratore delegato di JP Morgan, che dopo l'ennesima critica sulla valuta digitale ha promesso che non si pronuncerà più sull'argomento.

Netflix: gli iscritti al di fuori degli Usa spingono i conti

Nel terzo trimestre conquistati 5,3 milioni di nuovi abbonati di cui 85mila in Usa e 4,45 milioni all'estero. Utili +150% a 130 milioni di dollari; ricavi +30,3% a 2,98 miliardi. Anche l'outlook superara le stime degli analisti
AP

Ecco la startup di New York che porta nel cloud il guardaroba a noleggio

Con 89 dollari al mese, Rent the Runway permette di scegliere quattro capi. Lanciato il primo spot con cui preannuncia la fine delle cabine armadio
Rent the runway

Casa Bianca: taglio aliquote aziendali sosterrà i salari. I democratici: matematica fake

I consiglieri economici di Trump sostengono che riducendola al 20% dal 35%, i redditi delle famiglie saliranno almeno di 4mila dollari l'anno
AP

Haley, il falco dietro la scelta di Trump sull'Iran: "Gli Usa rimarranno nell'accordo sul nucleare solo se migliorato"

L'ambasciatrice alle Nazioni Unite ha spinto il presidente a non certificare il rispetto dell'intesa da parte di Teheran. "Ora cambiamo in meglio l'intesa, nell'interesse americano"
Ap

L'ansia, un disturbo sempre più diffuso tra gli adolescenti americani

È la storia di copertina dell'ultimo numero del New York Times Magazine ed è la più letta della settimana sul sito nytimes.com

Amazon sbarcherà nel mercato dell'abbigliamento sportivo (con il proprio marchio)

Lo rivela Bloomberg. La società di Bezos starebbe già lavorando con alcuni produttori di Taiwan