Nuova speranza per chi soffre di calvizie

Sperimentata con successo una cura contro la caduta di capelli. Si tratta di un farmaco in origine usato per una malattia al midollo osseo
iStock

C’è forse una speranza per tutti coloro che soffrono di calvizie. Si tratta di un farmaco, originariamente studiato per curare una malattia del midollo osseo, ma che si sta rivelando utile per combattere problemi di perdita dei capelli, in particolare l’alopecia areata, una forma di calvizie che colpisce circa l’1% della popolazione mondiale e che si manifesta con una caduta prima circoscritta di capelli che poi si estende a tutto il cranio e spesso a tutto il corpo.

La ricerca è stata condotta dal Columbia University Medical Center. Nello specifico, dopo aver testato con successo su delle cavie due farmaci chiamati “inibitori JAK” - che sopprimono cioè l'attività del sistema immunitario bloccando alcuni enzimi - i ricercatori hanno iniziato a testare uno di questi, il ruxolitinib, su sette donne e cinque uomini.

I risultati – documentati e pubblicati sulla rivista Nature Medicine - sono stati molto significativi. Inizialmente e piuttosto velocemente – come riferiscono gli stessi pazienti – si è assistito alla crescita di una sorta di “frangia", poi i capelli hanno cominciato a crescere in tre o quattro grandi aree del capo e infine, entro cinque mesi, la crescita è stata consistente su tutta la testa e anche in altre parti del corpo come mento, braccia e schiena.

Un risultato sorprendente ma che ha bisogno di nuovi test e conferme per essere considerato definitivo.

Intanto non è detto che il farmaco funzioni anche su altri pazienti oltre a quelli che si sono sottoposti al test, riferiscono i medici. Bisogna inoltre verificare che la cura possa dare risultati positivi anche su altre e più comuni forme di calvizie. Inoltre, è ancora troppo presto per dire con certezza che non esistano effetti collaterali.

“La ricerca continua”, ha dichiarato Julian Mackay-Wiggan al New York Times, direttore della divisione della ricerca clinica del dipartimento di dermatologia della Columbia University e autore dello studio. “La cura sembra funzionare ma abbiamo bisogno di più tempo e dati su eventuali rischi a lungo termine”, conclude.

Altri Servizi

liveblog4testing

subtitle

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP