Nuovo imbarazzo per il sito legato all'Obamacare

Meno di 50.000 persone hanno trovato una polizza sanitaria sulla piattaforma voluta dal presidente, il 90% in meno del target dell'amministrazione

Nuovi problemi per il la riforma sanitaria voluta dal presidente Barack Obama. Questa volta la stoccata arriva dai numeri. L'amministrazione infatti - anche se consapevole dei problemi al sito che ha promesso di riparare entro la fine di novembre - aveva stimato che circa 500.000 persone a livello federale avevano fatto domanda a ottobre per ricevere la copertura sanitaria Obamacare, facendo riferimento a un rapporto citato dal repubblicano Dave Camp, Michigan. Tuttavia - come riporta il Wall Street Journal - le richieste andate a buon fine sarebbero state meno di 50.000, il 90% in meno rispetto a quanto precedentemente detto da Washington. La notizia è stata rivelata da due persone vicine al documento interno.

Una nuova figuraccia che aggiunge come il primo ottobre - il giorno in cui venne lanciato il portale - solo sei persone riuscirono a sottoporre la loro richiesta. Entro la fine del periodo stabilito per legge, il 31 marzo 2014, si attende che sette milioni di americani sottoscrivano le nuove polizze.

Per far fronte ai ritardi infatti Obama - che la scorsa settimana si era scusato per i disagi - aveva dato tempo fino al 31 marzo per acquistare l'assicurazione e non più fino al 15 febbraio. Numeri così bassi - continua il Wsj - stanno preoccupando i fornitori di polizze che si aspettavano molte più sottoscrizioni. Meglio invece sul fronte statale visto che i siti dei singoli Stati membri hanno avuto pochi problemi e stanno continuando a ricevere e valutare le richieste.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap