Obama annuncia l’invio di truppe americane in Africa Centrale

Cento consiglieri militari USA aiuteranno nella lotta contro l’Esercito di Resistenza del Signore

In una lettera indirizzata al Congresso venerdì 14 ottobre, il Presidente Barack Obama ha annunciato la decisione di inviare un contingente di cento militari americani in Africa Centrale, al fine di aiutare i governi locali nella lotta contro i ribelli dell’Esercito di Resistenza del Signore, o Lord’s Resistance Army - LRA.

“Per oltre venti anni, l’Esercito di Resistenza del Signore ha ucciso, violentato e rapito decine di migliaia di uomini, donne e bambini in Africa Centrale”, ha scritto Obama nella lettera al Congresso. “I ribelli continuano a commettere atrocità nella Repubblica Centrafricana, nella Repubblica Democratica del Congo e nel Sudan del Sud, che hanno un impatto sproporzionato sulla sicurezza della regione”.

I militari americani, che saranno equipaggiati per il combattimento, avranno però solo un ruolo di consulenza, e non si scontreranno direttamente con le forze dell’Esercito di Resistenza del Signore se non in caso di legittima difesa. Nelle parole di Obama, l’obiettivo è di aiutare le forze della regione che “stanno tentando di rimuovere Joseph Kony [il leader del LRA] dal campo di battaglia”.

Dodici unità sono già partite il 12 ottobre per l’Uganda. La Casa Bianca ha intenzione di aumentare il contingente fino a cento rappresentanti delle forze armate americane, che verranno mandati anche in Sudan del Sud, nella Repubblica Centrafricana e nella Repubblica Democratica del Congo.