Obama autore di libri dopo la Casa Bianca? Per lui contratti per 45 milioni di dollari

Potrebbe essere il presidente-autore di maggior successo da Theodore Roosevelt, che ha scritto 42 libri. Ha già firmato 3 volumi, incassando oltre 10 milioni di dollari
AP

Barack Obama si prepara a lasciare la Casa Bianca e, quando succederà il prossimo gennaio, vorrebbe diventare un venture capitalist, investire nell'Nba e smettere di dovere subire controlli estenuanti ogni volta che si muove. Lo ha detto più volte, tra il serio e il faceto. Ma c'è una passione che sicuramente si rivelerà molto redditizia: scrivere libri.

Secondo agenti letterari ed editori, il presidente americano, prossimo a diventare un ex, potrà firmare, insieme alla consorte Michelle, contratti per biografie post-presidenza milionari: qualcuno scommette su cifre tra i 20 e i 45 milioni di dollari. Una somma più che sufficiente per togliersi molti sfizi e pagare l'affitto da 22.000 dollari al mese previsto per la casa con nove stanze da letto dove la famiglia Obama vivrà nel quartiere di Kalorama, a Washington.

"E' molto facile che sarà il libro, o i libri, di memorie presidenziali più pagati di sempre", ha detto Raphael Sagalyn, agente di ICM/Sagalyn Literary Agency, secondo cui Obama potrà guadagnare fino a 30 milioni di dollari con un contratto per due o tre libri. E la futura ex first lady gli farà concorrenza: "Anche lei ha l'opportunità di firmare la biografia meglio pagata di una ex first lady", ha detto Sagalyn.

Molti agenti sono d'accordo con lui, mentre gli editori scommettono su cifre più basse, seppur comunque di tutto rispetto: per loro è probabile che Obama non porterà a casa più di 12 milioni e Michelle non oltre 10 milioni. Per ora la Casa Bianca nicchia: "Ci sarà tantissimo tempo dopo la fine del mandato per parladre di libri e contratti, per ora il presidente si concentra su tutto il progresso possibile che si può far fare al Paese nei prossimi cinque mesi", ha detto Jen Psaki, portavoce del presidente.

Obama potrebbe comunque essere il presidente-autore di maggior successo da Theodore Roosevelt, che ha scritto 42 libri, tra cui i famosissimi "Hunting Trips of a Ranchman", del 1885, e "The Wilderness Hunter", del 1993. L'attuale presidente ha già pubblicato tre volumi - "I sogni di mio padre", "L'audacia della speranza" e "Di voi io canto" - che hanno venduto oltre 4 milioni di copie, facendogli incassare oltre 10 milioni di dollari.

Una curiosità: dal 1952 in poi tutti i candidati che hanno vinto le elezioni hanno pubblicato almeno un libro prima di iniziare il primo mandato alla Casa Bianca e John F. Kennedy con il suo "Profiles in Courage" aveva vinto il premio Pulitzer. Quindi, forse, prima ancora della biografia post-presidenziale di Obama arriverà nelle librerie un libro firmato da Hillary Clinton o Donald Trump, i due candidati che si contendono il posto di Obama.