Obama blocca le trivellazioni nell'Artico e nell'Atlantico

Grazie a provvedimento contenuto in una legge del 1953 che sarà molto difficile da invertire per Donald Trump

Nonostante la sua eredità sia a forte rischio, nonostante Donald Trump abbia promesso di ridare spazio ai combustibili fossili, Barack Obama ha assestato l'ultimo colpo in tema di ambiente. Un colpo forte, destinato a restare visto che sarà molto complesso per il suo successore ribaltare la decisione. Obama ha infatti vietano in modo permanente le trivellazioni di petrolio e di gas naturale offshore nell'Artico e nell'Atlantico.

In che modo? L'amministrazione Obama fa riferimento a una misura contenuta in una legge del 1953 (Outer Continental Shelf Lands Act) che dà al presidente la possibilità di agire in modo unilaterale sulla questione. E se alcuni presidenti hanno deciso di applicare questo provvedimento sono su piccole aree, Obama ha deciso di estendere il divieto dalla Virginia al Maine e lungo la maggior parte della costa dell'Alaska.

Per ora, scrive il New York Times, la certezza è che il provvedimento firmato dal presidente Usa possa oltre che attirare l'ira di Trump, finire in un tribunale e aprire una battaglia legale. Ma soprattutto per far saltare la decisione di Obama la nuova amministrazione dovrà preparare un rapporto dettagliato per cui potrebbero servire almeno due anni. Poi bisognerebbe organizzare le concessioni con le multinazionali, operazione che potrebbe richiedere altro tempo. A questo punto, Trump, dovrebbe presentarsi alle elezioni per cercare il suo secondo termine.

Quindi il piano di Obama sarebbe un ultimo tentativo finale per cercare di tamponare l'azione di Trump nei prossimi quattro anni, sperando in un nuovo presidente ambientalista e democratico nelle elezioni del 2020. Il New York Times fa notare come la partita nei prossimi anni sarà molto combattuta, anche se il team di legali ed esperti di Obama si sia studiato tutte le possibilità e abbia usato uno strumento molto potente per temporeggiare.

La nuova legge prevede che le perforazioni siano messe al bando nel 98% delle acque dell'Artico di proprietà dello stato federali, circa 46 milioni di ettari: una regione che contiene decine di specie animali a rischio, tra cui l'orso polare e le balene della Groenlandia. Allo stesso tempo vieta le perforazioni lungo la costa atlantica in corrispondenza dei canyon sottomarini, dove vivono specie di coralli e di pesci molto rari. Oltre a Obama anche il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha annunciato un provvedimento simile per le acque dei mari del suo paese.

Da anni i grandi gruppi petroliferi tentano esplorazioni dell'Artico: sono molto costose e difficili e spesso si sono concluse senza alcun risultato. Ad esempio Royal Dutch Shell ha scoperto un pozzo nel 2015 dopo anni di analisi. Il risultato? Ha speso più di 7 miliardi anche se alla fine il giacimento era vuoto. Tra i sostenitori di Trump tuttavia c'è chi spera che il miliardario possa intraprendere azioni legali per bloccare la decisione di Obama.

Bill Clinton ad esempio aveva usato la stessa misura di Obama mettendo in sicurezza 121 milioni di ettari. Il presidente George W. Bush in otto anni alla Casa Bianca era riuscito a riaprire alle trivellazioni 20 milioni di ettari che invece erano protetti dalla decisione di Clinton.

Altri Servizi

Cisco: conti del II trimestre sopra le stime grazie alle soluzioni di sicurezza

Vendite in calo nei servizi di switching e routing.

Trump incontra Netanyahu. "Per la pace in Medio Oriente non serve la soluzione dei due stati"

Il presidente Usa riceve il primo ministro israeliano alla Casa Bianca e per la prima volta dopo anni mette in dubbio la soluzione sostenuta dagli Stati Uniti. Poi assicura: "Faremo un grande accordo di pace"

Trump alla Casa Bianca, primo mese tra caos e immobilismo

Polemiche e scandali, ordini esecutivi ma, in realtà, pochi fatti. Il senatore McCain: "Nessuno sa chi fa cosa"

Prosegue l'ottimismo a Wall Street

Ieri, nuova tripletta record
AP

Trump accoglie Netanyahu: focus su una soluzione dei due Stati

Ha promesso di essere il presidente americano più vicino a Tel Aviv ma punta a ottenere la pace tra Israele e Palestina. Il forte legame tra i due alleati verrà ribadito così come gli attacchi all'Iran
AP

Montano le pressioni per un'inchiesta sui legami Russia-Trump

Dopo le dimissioni del consigliere per la Sicurezza nazionale Flynn, i senatori chiedono nuove indagini. Alla Casa Bianca domina la confusione

Etan Patz, dopo 38 anni c'è un colpevole di omicidio

Era un bambino di 6 anni, quando fu rapito e ucciso nel 1979. Fu il primo a finire, con la sua foto, sui cartoni del latte

Harward, Kellogg, Petraeus: chi prenderà il posto di Flynn?

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, deve scegliere il nuovo consigliere per la sicurezza nazionale, dopo le dimissioni del generale a tre stelle
Defense Intelligence Agency

Wall Street: altra seduta di record nonostante una Yellen un po' falco

Il governatore della Fed ha detto che non sarebbe saggio aspettare troppo per alzare i tassi
AP