Obama ignora Trump, quattro detenuti lasciano Guantanamo

Il presidente eletto aveva chiesto il congelamento dei trasferimenti; la Casa Bianca ringrazia l'Arabia Saudita, che li ha accolti

Barack Obama ha ignorato Donald Trump. Il presidente uscente ha dato il via libera al trasferimento di quattro detenuti yemeniti da Guantanamo, il carcere di massima sicurezza a Cuba che lo stesso Obama aveva promesso di chiudure all'inizio del suo primo mandato nel 2009.

Il 44esimo Commander in chief ha dunque snobbato il suo successore, che il 3 gennaio scorso aveva chiesto un congelamento dei trasferimenti; in un tweet aveva scritto: "Non ci dovrebbe essere un ulteriore rilascio da Gitmo. Queste sono persone estremamente pericolose e non dovrebbe essere permesso loro di tornare sul campo di battaglia". Trump aveva anche promesso di riempire Guantanamo di "cattivi ragazzi".

I quattro sono arrivati in Arabia Saudita il 5 gennaio 2016. Si tratta di Salem Ahmad Hadi Bin Kanad, Muhammed Rajab Sadiq Abu Ghanim, Abdallah Yahya Yusif Al-Shibli e Muhammad Ali Abdallah Muhammad Bwazir. La popolazione dei detenuti a Guantanamo scende così a 55; era pari a 240 quando Obama arrivò alla Casa Bianca dopo essere diventato il primo Commander in chief afroamericano della storia Usa. Il trasferimento di altri 20 prigionieri non è escluso prima del 20 gennaio, quando Trump giurerà sulla Costituzione Usa diventando formalmente il 45esimo inquilino della Casa Bianca.

Con pochi giorni rimasti al comando degli Stati Uniti, e impossibilitato dall'ostruzionismo del Congresso a realizzare la sua promessa su Guantanamo, Obama ha espresso gratitudine nei confronti di Riad. Come recita una nota del dipartimento della Difesa, Washington apprezza "il gesto umanitario e la disponibilità a sostenere gli sforzi in corso degli Usa per chiudere il centro di detenzione di Guantanamo". Gli Usa, "si sono coordinati con il governo saudita per garantire che il trasferimento avvenisse nel rispetto di misure di sicurezza appropriate e di un trattamento umano". Si tratta delle frasi di rito usate in queste circostanze: le stesse parole furono pronunciate lo scorso sette luglio, quando Fayiz Ahmad Yahia Suleiman fu trasferito da Guantanamo in Italia.

Altri Servizi

John Kelly renderà la Casa Bianca meno caotica e più disciplinata. Ma durerà?

Il nuovo capo di Gabinetto è chiamato a prendere in mano le redini della West Wing, che negli ultimi sei mesi, da quando Trump si è insediato alla Casa Bianca, è stata travolta da divisioni e disorganizzazione. Ma qualcuno già pensa che non resisterà
AP

Usa pronti a guerra preventiva contro Nord Corea. McMaster: è un'opzione

Il consigliere per la sicurezza nazionale H.R. McMaster ha commentato il fatto che Pyongyang il mese scorso ha condotto due test sul lancio di missili balistici a lungo raggio.

Trump ribadisce il no agli accordi di Parigi sul clima, ma gli Usa sono disposti a negoziare

Gli Stati Uniti hanno confermato alle Nazioni Unite la volontà di abbandonare l'accordo di Parigi, ma si sono detti "aperti a impegnarsi di nuovo".

Per fare cassa, il Governo Trump pensa di eliminare sgravi per proprietari casa

Nonostante la promessa di proteggerli fatta lo scorso aprile dal presidente. A farne le spese sarebbe anche il settore immobiliare a cui Trump, almeno in parte, deve la vittoria alle presidenziali dello scorso anno.
AP

Russiagate, Mueller chiede alla Casa Bianca documenti su Flynn

Si cerca di capire se l'ex generale americano abbia ricevuto di nascosto denaro dalla Turchia, negli ultimi mesi della campagna elettorale.

L'imprenditore pharma più odiato d'America colpevole di frodi

Lo ha deciso una giuria chiudendo un caso seguito su scala internazionale. Il 34enne Martin Shkreli canta vittoria: colpevole di tre degli otto capi di imputazione. Ma rischia 20 anni di carcere

Trump inizia "vacanza di lavoro" in golf club esclusivo

La Casa Bianca giustifica il trasferimento in New Jersey per via di opere di manutenzione nella residenza presidenziale
Trump National Golf Club - Bedminster

L'amministrazione Trump lancia guerra contro la fuga di notizie

Il segretario alla Giustizia, Jeff Sessions, avverte gli aspiranti 'leaker': non fatelo. Sicurezza nazionale a rischio. Triplicate le inchieste. Stampa avvertita: la sua libertà "non è illimitata"

Usa: creati più posti di lavoro del previsto, disoccupazione ai minimi di 16 anni

I salari orari sono cresciuti poco più delle attese a luglio; la Fed potrebbe essere ancora più convinta ad alzare i tassi una terza volta nel 2017

WikiLeaks svela Dumbo, come la Cia controlla webcam e microfoni di un pc

L'agente della Cia deve solo infilare una Usb in un computer dotato del sistema operativo Windows di Microsoft
AP