Obama pensa a tassare bibite e prodotti a base di zucchero

Presidente Usa: loro consumo è collegato all'obesità
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama sta prendendo in considerazione l’ipotesi di tassare le bibite gassate e altri prodotti a base di zucchero. Lo ha detto in un’intervista che sarà pubblicata la settimana prossima sulle riviste Men’s Health e Women’s Health.

Si tratterebbe in in qualche modo di una tassa sull’obesità e sugli stili di vita non salutari a cui il presidente è fermamente contrario. “Penso che sia un’idea che dovremmo esplorare”, ha detto. “Non c’è dubbio che i nostri bambini bevano troppe bibite gassate. E tutti gli studi sull’obesità mostrano che c’è un’alta correlazione tra l’aumento dei consumi di bibite gassate, obesità e quasi tutto il resto. Ovviamente non è l’unico fattore, ma è uno dei fattori principali”.

Questa proposta si è già sentita più volte al Congresso come una via potenziale per contribuire al finanziamento della riforma sanitaria. Obama, nell’intervista, riconosce che un’idea del genere incontrerà ostacoli. “I parlamentari di alcuni stati produttori di zucchero e altri dolcificanti “sono molto sensibili a qualsiasi proposta che possa ridurre la domanda di quei prodotti”, ha detto Obam. “E in fondo l’atteggiamento della gente è di non volere un Grande Fratello che gli dica cosa mangiare o bere, e lo capisco. E’ anche vero però che se si vuole avere un grande impatto sulla salute delle persone in questo paese, ridurre cose come il consumo di bibite gassate aiuterebbe”.