Passaggio a nord-ovest, una rivoluzione commerciale

La Nordic Orion, al suo arrivo, diventerà la prima bulk carrier ad aver percorso la rotta

Per secoli è stato il terreno di sfida dei più grandi esploratori, alla ricerca di un percorso verso l'Asia. Ora, il Passaggio a nord-ovest è il simbolo del riscaldamento globale e di una possibile rivoluzione commerciale. Il 17 settembre, un cargo carico di carbone è partito dal porto di Vancouver, in Canada, per raggiungere la Finlandia: all'inizio di ottobre, quando è atteso il suo arrivo, la danese Nordic Orion diventerà la prima bulk carrier ad aver percorso la rotta che la petroliera SS Manhattan riuscì ad aprire nel 1969.

Il viaggio della nave (conosciuta in italiano con il nome di portarinfuse, in grado di trasportare carichi non liquidi e non inseribili in container o pallet), scortata dalla Guardia costiera canadese, sottolinea i recenti sforzi di Ottawa per ampliare la presenza, finora sporadica, nel vasto territorio artico. Secondo gli esperti, il Canada è molto indietro rispetto alla Russia, che sta sviluppando una serie di porti sull'Artico e ha una flotta di rompighiaccio che tengono aperto il Passaggio a nord-est.

La nave della Nordic Bulk Carriers, partita con 15.000 tonnellate di carbone - proprio la materia prima che più contribuisce al cambiamento climatico - concluderà nei prossimi giorni il viaggio verso il porto di Pori, in Finlandia, seguendo una rotta una volta impraticabile. Quando la SS Manhattan, nel 1969, effettuò il passaggio per verificare la possibilità di usarlo per il trasporto di petrolio, gli americani ritennero che, viste le difficoltà e gli alti costi, il percorso non fosse praticabile, e decisero di costruire un oleodotto (Alaska Pipeline).

Se lo scioglimento dei ghiacci è allarmante per gli ambientalisti, di certo non lo è per chi, come la Nordic Bulk Carriers, punta sulle rotte artiche per il commercio internazionale, come ha ammesso l'amministratore delegato della compagnia, Edward Coll, al Wall Street Journal: "Lo scioglimento è allarmante, ma sta creando opportunità che non c'erano prima". Lo scorso anno, la superficie coperta dal ghiaccio ha raggiunto il livello più basso di sempre nell'Artico, con 3,42 milioni di chilometri quadrati; quest'anno, invece, si è registrato un aumento a 5,10 milioni di chilometri quadrati, secondo la University of Colorado Boulder. "Abbiamo avuto un po' di ripresa, ma non durerà" ha dichiarato il direttore del National Snow and Ice Data Center dell'università, Mark Serreze. Secondo la Bulk Partners, la rotta della Nordic Orion permetterà di risparmiare quattro giorni di viaggio, circa 1.500 miglia nautiche, e fino a 200.000 dollari.

Il passaggio della nave danese, effettuato sotto il controllo e l'aiuto canadese, rischia di far riesplodere la polemica sulle rotte artiche tra Stati Uniti e Canada: Washington considera il Passaggio a nord-ovest come acque internazionali, mentre il Canada le considera acque territoriali canadesi. I rischi associati al continuo dibattito sulla sovranità e i costi e i rischi associati alle condizioni climatiche proibitive potrebbero comunque ostacolare la trasformazione del Passaggio a nord-ovest in una rotta commerciale regolarmente percorsa.

Secondo Michael Byers, esperto di legislazione internazionale dell’università della British Columbia, il Canada non si è ancora dotato delle necessarie attività di ricerca e salvataggio e di altri dispositivi per la sicurezza di questo traffico navale, a cominciare dalle attrezzature per intervenire nel caso di fuoriuscita di carburante o di altri incidenti, in un ambiente molto delicato e ostile all'uomo. "Questo è il tipo di sfida che riguarda tutti e che richiederà abbastanza rapidamente centinaia di milioni, se non miliardi di dollari di investimenti da parte del governo del Canada, per garantire che le navi di questo tipo, se entrano nell’Artico canadese, possano farlo in relativa sicurezza". "I prossimi due anni - ha dichiarato Mihaela David, che lavora per l'Arctic Institute, una nonprofit di Washington - saranno un test per vedere se sarò economicamente praticabile".

Altri Servizi

Las Vegas: Paddock, giocatore da 1 milione di dollari a notte e Valium

L'autore della strage si raccontava nel 2013 in tribunale; gli investigatori alla ricerca di tracce per comprendere cosa abbia portato l'uomo a organizzare il piano che ha provocato la morte di 58 persone
AP

Era un giocatore compulsivo di videopoker, a cui si dedicava per tutta la notte, spendendo fino a un milione di dollari girando in ciabatte e tuta per i casinò di Las Vegas, e certe volte prendeva il Valium per controllare l'ansia. Così Stephen Paddock, l'autore della strage di Las Vegas di otto giorni fa, si descriveva in tribunale, nel 2013, durante una deposizione per una causa civile contro il Cosmopolitan Hotel.

Haley, il falco dietro la scelta di Trump sull'Iran: "Gli Usa rimarranno nell'accordo sul nucleare solo se migliorato"

L'ambasciatrice alle Nazioni Unite ha spinto il presidente a non certificare il rispetto dell'intesa da parte di Teheran. "Ora cambiamo in meglio l'intesa, nell'interesse americano"
Ap

L'ansia, un disturbo sempre più diffuso tra gli adolescenti americani

È la storia di copertina dell'ultimo numero del New York Times Magazine ed è la più letta della settimana sul sito nytimes.com

Amazon sbarcherà nel mercato dell'abbigliamento sportivo (con il proprio marchio)

Lo rivela Bloomberg. La società di Bezos starebbe già lavorando con alcuni produttori di Taiwan

Bannon va in guerra contro l'establishment repubblicano e predice: "Trump trionferà nel 2020"

Per l'ex stratega della Casa Bianca, il presidente "vincerà con 400 voti elettorali". "Faremo la guerra a tutti i repubblicani in carica, tranne Cruz"
AP

Draghi: il problema dei Npl è in Italia, va risolto. Visco: verso misure non destabilizzanti per le banche

Il governatore della Bce commenta le reazioni sull'addendum alle linee guida sulla gestione dei crediti deteriorati. Il governatore di Bankitalia: è manifestazione della forte volontà a mettere in sicurezza le banche. Padoan chiede chiarezza

Visco al Wsj: felici della ripresa in Italia. Bce su Npl? Il diavolo è nei dettagli

Il governatore di Banca d'Italia a Washington per i lavori del Fondo monetario internazionale

Il Ceo di Blackrock: Bitcoin un "indice del riciclaggio di denaro"

Laurence Fink si unisce a James Dimon, numero uno di JP Morgan, nel criticare la criptovaluta. Lagarde non esclude che l'Fmi possa arrivare a svilupparne una sua

Padoan: "grandi risultati" per rafforzare la crescita. Fmi: abbassare il debito

Per il ministro, la legge di bilancio "compatta ed efficace" continua l'aggiustamento dei conti pubblici. Npl? E' nell'interesse del nostro Paese ridurli in modo "ordinato e rapido".