Patteggiamento a sorpresa tra Uber e Waymo, vale 245 milioni di dollari

Il servizio alternativo al taxi tradizionale si impegna a non usare la tecnologia della controllata di Alphabet nelle sue auto a guida autonoma. Un ex dipendente di Google poi passato in Uber fu accusato di furto di segreti commerciali
Fca

La battaglia legale tra Uber e Waymo è finita con un patteggiamento valutato 245 milioni di dollari, cosa che mette fine a un processo iniziato lunedì 5 febbraio e attentamente monitorato dalla Silicon Valley.

Il gruppo che offre un servizio alternativo al taxi tradizionale era stato accusato dalla controllata di Alphabet specializzata nello sviluppo di auto a guida autonoma di avere rubato - attraverso un ex dipendente di Google, da cui Waymo è stata poi scorporata, poi passato a Uber - segreti commerciali relativi a quella tecnologia. Tra le tecnologie rubate - secondo Waymo - ci sarebbe stato il sistema 'Lidar' (light detection and ranging), che consente a un veicolo self-driving di capire cosa gli sta succedendo intorno. Il patteggiamento prevede che Uber paghi a Waymo una quota dello 0,34% con un valore, appunto, di 245 milioni di dollari sulla base della valutazione recente di Uber di 72 miliardi di dollari.

"Abbiamo raggiunto un accordo con Uber che crediamo proteggerà la proprietà intellettuale di Waymo ora e in futuro", ha detto in una nota la controllata di Alphabet, quella a cui Fiat Chrysler consegnerà a partire dalla fine del 2018 migliaia di minivan ibridi a marchio Chrysler Pacifica in vista del lancio del primo servizio di taxi a guida autonoma di Waymo. "Siamo impegnati a lavorare con Uber per fare in modo che ogni azienda sviluppi una propria tecnologia. Questo include un accordo per garantire che qualsiasi informazione confidenziale di Waymo non sia usata nell'hardware e nel sofware di Uber", ha aggiunto Waymo precisando: "Abbiamo sempre creduto che la competizione debba essere alimentata dall'innovazione nei laboratori e sulle strade e siamo impazienti di portare auto a guida autonoma nel mondo".

Anche il Ceo di Uber, Dara Khosrowshahi, ha rilasciato una nota esprimendo "dispiacere per le azioni che mi hanno costretto a scrivere questa lettera. Anche se non crediamo che alcun segreto commerciale sia arrivato da Waymo a Uber e anche se non crediamo che Uber abbia utilizzato informazioni di proprietà di Waymo nella sua tecnologia self-driving, stiamo facendo passi con Waymo per garantire che il nostro Lidar e il nostro software riflettano solo il nostro lavoro". Rivolgendosi ai dipendenti - travolti da questo e molti altri casi imbarazzanti - Khosrowshahi ha aggiunto: Nell'ultimo anno ci siamo distratti dalla nostra missione. Di questo, mi scuso".

La fine del caso chiude un capitolo sordido nella relazione tra l'ex Ceo di Uber, Travis Kalanick, e quello di Alphabet, Larry Page. Nella sua deposizione, Kalanick - lo scorso anno cacciato dalla guida del gruppo per la sua leadership controversa e sessista - aveva espresso l'ambizione di collaborare con Waymo, dopo che Google ha investito in Uber. L'accordo tra le due aziende arriva mentre Uber si è impegnato a evolversi in Uber "2.0" sotto il nuovo Ceo. I termini del patteggiamento potrebbero influenzare il modo in cui Uber e Waymo porteranno avanti i loro progetti costosi e laboriosi di auto a guida autonoma, potenzialmente mettendo un'azienda davanti ai rivali.

Altri Servizi

Mnuchin: Usa pronti a togliere le sanzioni al gigante russo Rusal

Il secondo produttore al mondo di alluminio colpito per 'colpa' di Deripaska, il tycoon vicino a Putin coinvolto nelle indagini sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi

Duck boat, una trappola mortale per turisti

La morte di 13 persone in un incidente nel 1999 portò alla pubblicazione di una serie di raccomandazioni per gli operatori sulla sicurezza. Ma poco è cambiato, fino all'incidente di giovedì notte, in cui sono morte 17 persone
Ap

Gli Usa dicono no al referendum nell'Ucraina orientale e stanziano 200 milioni in aiuti per la difesa di Kiev

Putin aveva chiesto a Trump il sostegno per l'organizzazione di un voto nelle regioni separatiste, ma Washington ha respinto l'ipotesi. Gli Stati Uniti, invece, continuano ad appoggiare il governo centrale

Tregua tra Nfl e giocatori sull'inno, sospeso l'obbligo di stare in piedi

A maggio, l'annuncio della nuova regola, una 'vittoria' per Trump; ora, la lega e l'associazione che rappresenta gli atleti cercano un accordo. Il presidente insorge: "Ancora si discute, non posso crederci!"
AP

Trump registrato dal suo ex avvocato sul pagamento a un'ex modella di Playboy

I due discussero della situazione prima delle elezioni; ora la registrazione è in mano agli investigatori
AP

Il capo dell'intelligence Usa bacchetta Trump sull'incontro con Putin

Coats: "Non doveva incontrarlo da solo, mi aspettavo dichiarazioni diverse"

Trump: pronto a dazi su tutto l'import cinese, pari a 505 miliardi

Il presidente Usa minaccia Pechino in un'intervista alla Cnbc

Wall Street, pesano i nuovi dazi minacciati da Trump

Il presidente Usa è tornato poi ad attaccare l'Unione europea e a criticare la Fed
iStock

Usa 2016, Nyt: Trump sapeva delle ingerenze di Putin sin dall'inizio

Il presidente ha visto le prove due settimane prima del suo insediamento

Wall Street, attenzione alle trimestrali

Ancora una giornata significativa per la pubblicazione di dati societari
iStock