Paul Singer difende la sua strategia: "non siamo tiratori di bombe"

AP

"Gli attivisti per definizione hanno una visione di breve termine ma molte delle cose in cui siamo coinvolti non sono soluzioni di breve termine, al contrario di quanto si pensi". Lo ha detto Paul Singer, l'investitore attivista a capo di Elliott e particolarmente dinamico in Europa (Italia inclusa).

Parlando dalla The Deal's Corporate Governance Conference organizzata a New York da Cnbc, Singer ha commentato una copertura negativa della stampa del suo hedge fund, spiegando che secondo lui "la stampa crea una narrativa, in molti casi guidata da ideologie. Quando approcciamo un'azienda, lo facciamo con cautela. [Al suo interno] sanno che abbiamo fatto il nostro lavoro e che perseguiremo la nostra tesi in modo razionale; sanno che siamo dei deal maker e non dei 'bomb thrower' (tiratori di bombe, ndr). Sviluppiamo e concordiamo strategie con la società".

Secondo l'uomo a capo dell'hedge fund Elliot, "l'attivismo è un modo per esergitare il controllo degli azionisti; in molti casi il management non ha alcuna responsabilità". Singer ha riconosciuto che "alcune battaglie sono accese. Alcune persone vedono il loro lavoro a rischio e la prendono sul personale ma in molti casi bussiamo a una porta aperta da cui le persone vogliono uscire". Come a dire che lui offre loro una exit strategy.

A inizio maggio Elliott ha conquistato due terzi del cda di Telecom Italia. L'azienda facente capo a Singer ha anche acquistato una quota superiore al 3% nella britannica Sky, anticipando una guerra tra Comcast e 21st Century Fox per prenderne il controllo. Alla fine del mese scorso ha comprato una partecipazione "significativa" nel gruppo industriale tedesco ThyssenKrupp. Lo scorso anno ha raggiunto una tregua con Akzo Nobel, in base alla quale l'azienda olandese di vernici e prodotti chimici ha accolto due rappresentanti del fondo nel suo cda e ha accordato uno scorporo delle attività chimiche. Un altro fronte è in corso in Asia: il 21 maggio scorso Hyundai Mobis aveva concesso, almeno per ora, una vittoria all'investitore attivista Elliott Management. Il produttore di componentistica controllato dall'omonimo gruppo automobilistico sudcoreano ha cancellato il suo piano di ristrutturazione "nella sua forma attuale" ma ha detto che punterà ad ottenere "l'approvazione dei soci su un piano di ristrutturazione aggiornato in una data futura". 

Altri Servizi
Da sinista, l'administrator di UNDP, Achim Steiner, e l'a.d. di Eni, Claudio Descalzi

Eni e il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) coopereranno per migliorare l'accessibilità a un'energia sostenibile in Africa e per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. La partnership è la prima di questo genere tra lo UNDP e una compagnia energetica globale.

Moavero da NY, pronto a difendere in Europa una manovra per favorire la crescita in Italia

Il ministro degli Esteri chiede alla Ue di fare di più su migranti e Libia. Descalzi (Eni) sulla manovra: "Tutti gli italiani stanno lavorando a livello istituzionale e di imprese per il bene del Paese"

Trump incontrerà Rosenstein giovedì. Dimissioni, licenziamento o tutto fermo fino alle elezioni?

Il vicesegretario alla Giustizia ha nominato il procuratore speciale Mueller e supervisiona le indagini sulle ingerenze di Mosca nel voto del 2016. Dopo voci contrastanti su dimissioni e licenziamento, la notizia dell'incontro
AP

Trump sta con Kavanaugh: "Accuse totalmente politiche"

Il presidente sostiene il giudice nominato per la Corte Suprema

Wall Street, attenzione rivolta ai dazi Usa-Cina in vigore da oggi

Il presidente Trump impregnato a New York per i primi impegni alle Nazioni Unite, in attesa del suo discorso, domani, all'Assemblea generale
iStock

Trump alle Nazioni Unite: focus su Iran, commercio e sovranità

Il presidente Usa alla sua seconda apparizione al Palazzo di Vetro di New York, per la 73esima Assemblea generale. Lo scorso anno, minacciò di "distruggere totalmente" la Corea del Nord; ora si vanta dei nuovi rapporti con Pyongyang (con pochi risultati)
Ap

La guerra di Trump contro gli immigrati poveri

L'amministrazione non vuole concedere visti provvisori e Green Card agli stranieri che ricevano, o potrebbero ricevere, aiuti statali: no al "carico pubblico". E ha già abbassato ai minimi storici il numero massimo di rifugiati da accogliere

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare giovedì

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock