Per Chrysler "trimestre eccezionale", prova concreta successo integrazione con Fiat

L'amministratore delegato Sergio Marchionne ha commentato i risultati del terzo trimestre

Il terzo trimestre “è stato eccezionale, i numeri parlano da soli”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Chrysler e Fiat Sergio Marchionne, durante la conference call a commento dei risultati di bilancio del terzo trimestre diffusi ieri. “E’ la conferma che il piano del 2009 funziona e guardiamo con fiducia al 2012. Sostanzialmente, non ho notizie negative da dare”, ha aggiunto. Nel terzo trimestre Chrysler Group, parte del gruppo Fiat, ha riportato un utile netto di 212 milioni di dollari, conto la perdita netta di 84 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.

Prosegue inoltre secondo i piani l’incremento della partecipazione in Chrysler Group di Fiat, che dovrebbe salire di un ulteriore 5% entro la fine dell’anno (porterebbe la quota del Lingotto al 51% con il raggiungimento del terzo dei cosiddetti “performance event” previsti dalla società). “Quello è il piano”, ha confermato semplicemente Marchionne. Restano anche i piani per uno sbarco in Borsa, ma per il momento Chrysler prende tempo: "non farei nulla con i mercati in questo stato. Bisogna attendere che siano stabili", ha aggiunto.

Del resto, aveva detto poco prima il numero uno del gruppo, i risultati ottenuti nel terzo trimestre (un utile netto di 212 milioni di dollari, dopo la perdita netta di 84 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso) sono “la prova concreta del successo dell’integrazione tra Chyrsler e Fiat”. Il numero uno della società ha inoltre confermato gli obiettivi di Chrysler per il 2011: utile netto adjusted da una forchetta tra 200 e 500 milioni di dollari a circa 600 milioni di dollari, mentre le stime sul flusso di cassa sono state aumentate da 1 a 1,2 miliardi di dollari.

Il colosso automobilistico americano continua inoltre a essere ottimista sulla concessione del finanziamento che il dipartimento all’Energia americano dovrebbe stanziare per lo sviluppo di vetture efficienti dal punto di vista dei consumi. “Ci stiamo lavorando da tempo, ci sono ancora questioni da risolvere”, ha detto Marchionne, sottolineando che “il dipartimento all’Energia in questo momento deve affrontare varie questioni interne, la palla è nel loro campo”.

Altri Servizi

liveblog4testing

subtitle

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP