Persona dell'anno: Time sceglie le donne che hanno denunciato le violenze sessuali

Premio al movimento #MeToo, che ha raggiunto una dimensione mondiale dopo le accuse contro il produttore Weinstein. Tra i dieci finalisti c'erano Trump, Mueller, Kim e Xi

Le donne che hanno rotto il silenzio con il movimento #MeToo e denunciato le molestie e le violenze sessuali subite sono state proclamate 'Persona dell'anno' dalla rivista Time. Lo ha appena rivelato la rivista, che assegna il premio annuale dal 1927, dedicato all'individuo (o individui) che si è contraddistinto, nel bene o nel male.

Nonostante il movimento #MeToo sia nato anni fa, grazie all'attivista Tarana Burke, è solo recentemente che ha guadagnato un vasto interesse, raggiungendo l'opinione pubblica mondiale dopo le accuse contro il produttore cinematografico Harvey Weinstein e altre celebrità. L'hashtag #MeToo è stato usato in tutto il mondo dalle donne, che hanno denunciato violenze e abusi che non avevano mai avuto la forza di denunciare.

Time ha dedicato la copertina ad alcune di queste 'Silence Breakers', ovvero Ashley Judd, Susan Fowler, Adama Iwu, Taylor Swift e Isabel Pascual, e ha dato spazio, nell'articolo, al racconto di numerose donne; nel movimento, ha compreso anche gli uomini, come l'attore Terry Crews, che hanno avuto il coraggio di difendere le vittime, spesso messe sotto accusa più dei responsabili delle violenze.

Nei giorni scorsi, Time aveva comunicato la lista dei 10 finalisti per il titolo: gli altri nove erano il presidente statunitense, Donald Trump, vincitore nel 2016; Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni statunitensi e le possibili collusioni con lo staff di Trump; Kim Jong Un, il leader nordcoreano; i 'Dreamers', ovvero le migliaia di giovani immigrati senza documenti che rischiano di essere espulsi dagli Stati Uniti a causa delle politiche di Trump; Xi Jinping, il presidente cinese.

Tra i finalisti c'erano anche Colin Kaepernick, il giocatore di football americano che ha dato inizio alla protesta durante l'esecuzione dell'inno prima delle partite; Jeff Bezos, l'amministratore delegato di Amazon; Patty Jenkins, regista di Wonder Woman, e il principe saudita Mohammed bin Salman.

Altri Servizi

Immigrazione, scontro tra California e amministrazione Trump

Le autorità locali non collaborano nella lotta contro gli irregolari, Washington lancia un'operazione nell'area di Los Angeles: 212 immigrati arrestati
Immigration and Customs Enforcement

Immobiliare, esperti e costruttori avvisano: "Crisi in arrivo"

Si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili. Le famiglie con un reddito medio-basso spendono proporzionalmente di più per l'affitto

McMaster contro Iran, Siria e Russia alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco

Il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense chiede di "agire contro Teheran". Assad "usa ancora armi chimiche" contro la popolazione, mentre le prove sulle interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali sono "incontrovertibili"
Ap

Google non ha violato le leggi sul lavoro licenziando l'ingegnere sessista

Il National Labor Relations Board ha dato torto a James Damore, che ora punta tutto su una class action contro il colosso tech: "Discrimina gli uomini bianchi e conservatori come me"
iStock

Mueller: la Russia ha condotto una guerra informatica contro gli Usa

Lo scopo: favorire Trump e Sanders con migliaia di troll, pubblicità e interferenze nella campagna elettorale. Facebook e Twitter chiudono in rosso a Wall Street
AP

Strage in Florida, l'Fbi: "Avvertiti sul killer, ma non abbiamo agito"

Il Federal Bureau aveva ricevuto una segnalazione da una persona vicina a Cruz sul suo "desiderio di uccidere"

Il dip.Commercio a Trump: imponiamo dazi e quote su alluminio e acciaio

La Casa Bianca ha tempo fino ad aprile per prendere una decisione

Uber fa concessioni per riottenere la licenza a Londra

La City rappresenta il mercato europeo più grande per il gruppo
BigStock

Black Panther come Star Wars, stime da record per incassi

Uscito oggi negli Stati Uniti (il 14 febbraio in Italia), potrebbe diventare un altro dei grandi successi di Walt Disney. Il titolo del film è stato il più twittato del 2018, ha superato tutte le prevendite sulle piattaforme americane Imax e Amc.
AP