P&G: i mercati in via di sviluppo preferiscono la barba, svalutazione di 8 mld di dollari per Gillette

Il quarto trimestre fiscale è finito per questo in perdita di oltre 5 miliardi. Bene le vendite

Procter & Gamble ha chiuso in perdita il suo quarto trimestre fiscale ma a livello pro forma il gruppo ha battuto le stime degli analisti.

Il gigante americano dei prodotti al consumo ha terminato i tre mesi al 30 giugno scorso con una perdita di 5,24 miliardi di dollari, o 2,12 dollari ad azione, contro profitti per 1,89 miliardi, o 72 centesimi ad azione, dello stesso periodo del 2018. Sul risultato hanno pesato 8 miliardi di dollari di svalutazione delle attività legate a Gillette.

L'azienda ha attribuito la svalutazione in parte all'andamento del mercato di rasoi e lamette nei mercati in via di sviluppo dovuto a un aumento della competizione e al fatto che gli uomini si tagliano la barba con meno frequenza.

Al netto di questa e di altre voci straordinarie, P&G ha messo a segno 1,10 dollari di utili per azione (+17%), 5 centesimi sopra le stime degli analisti. Il fatturato netto è cresciuto nel trimestre del 4% annuo a 17,1 miliardi, sopra le stime del mercato pari a 16,86 miliardi.

Il produttore di detersivi e prodotti per la cura della persona ha visto le vendite organiche - quelle che escludono fluttuazioni valutarie, acquisizioni e disinvestimenti - salire del 7% grazie a un aumento dei prezzi e dei volumi. P&G ha spiegato che cambi valutari sfavorevoli hanno pesato sulle vendite per il 4%.

Per l'anno fiscale 2020 il gruppo si aspetta ricavi in aumento del 3-4%, vendite organiche in crescita a loro volta del 3-4%, utili per azione pro forma in aumento del 4-9% rispetto ai 4,52 dollari messi a segno nell'anno fiscale appena concluso (+7%). Sempre nell'esercizio 2019 i ricavi sono saliti dell'1% a 67,7 miliardi. Nel nuovo esercizio P&G conta di pagare oltre 7,5 miliardi di dollari di dividendi e di ricomprare titoli propri per 6-8 miliardi.

Da gennaio il titolo P&G ha guadagnato il 26% e negli ultimi 12 mesi il 44%.