America 24

Fotografia

Polaroid Fotobar, il negozio per sfruttare (e combattere) il successo di Instagram

3 Marzo 2013, 22:56

Il successo di Instagram è stato appena sancito dalla cifra record di 100 milioni di utenti attivi, raggiunta in poco più di due anni; un successo generato dalla voglia di raccontare, scattando fotografie. E grazie agli smartphone, tutti - ormai - si sentono fotografi. Per dare vita alle immagini scattate, però, serve compiere un passo in più. Per questo è nata Polaroid Fotobar, la catena di negozi inaugurata ufficialmente con la sede di Delray Beach, in Florida, ma che presto aprirà a New York, Boston, Las Vegas e altre cinque città.

L'obiettivo è quello di riguadagnare terreno in un settore dove ormai le nuove tecnologie hanno preso il sopravvento, sfruttando proprio il loro successo: nel Fotobar - che esiste in versione online da ottobre - è possibile stampare le foto, dopo averle anche modificate con vari strumenti e filtri, per renderle il più possibili simili alle vecchie istantanee della Polaroid. Scegliendo poi una cornice in metallo, bambù o altri materiali.

"Magari la foto è su uno smartphone, magari su Instagram o Facebook" ha dichiarato all'Ap Warren Struhl, fondatore e amministratore delegato di Fotobar. "Ma il digitale non è permanente. Lo è ciò che è fisico" ha aggiunto, dopo aver notato che le persone sono dispiaciute di lasciar vivere le loro foto nell'hard disk, e non in una cornice. I prezzi vanno da un dollaro per la stampa che replica la Polaroid tradizionale - anche se è necessario acquistarne almeno sei - ai 2.500 dollari per una stampa 7 piedi per 4 (circa 2 metri per 1,2) su lastra di acrilico. 

Fotobar scommette sul fascino dei vecchi marchi come Polaroid, grazie a un accordo sullo sfruttamento del nome con l'azienda statunitense, che ha interrotto la produzione della macchine fotografiche istantanee, dichiarato bancarotta e ricominciato, infine, puntando sul digitale. La produzione delle vecchie Polaroid è poi ripresa, con la moda del vintage, grazie a The Impossible Project. Lo scontro, anche nella fotografia, resta tra la nostalgia per il passato e la necessità di guardare, nel frattempo, al futuro.

Ultimo aggiornamento: 1 anno, 1 mese fa