Polaroid Fotobar, il negozio per sfruttare (e combattere) il successo di Instagram

L'obiettivo è trasformare le foto digitali nelle vecchie istantanee e stamparle, perché solo così potranno vivere

Il successo di Instagram è stato appena sancito dalla cifra record di 100 milioni di utenti attivi, raggiunta in poco più di due anni; un successo generato dalla voglia di raccontare, scattando fotografie. E grazie agli smartphone, tutti - ormai - si sentono fotografi. Per dare vita alle immagini scattate, però, serve compiere un passo in più. Per questo è nata Polaroid Fotobar, la catena di negozi inaugurata ufficialmente con la sede di Delray Beach, in Florida, ma che presto aprirà a New York, Boston, Las Vegas e altre cinque città.

L'obiettivo è quello di riguadagnare terreno in un settore dove ormai le nuove tecnologie hanno preso il sopravvento, sfruttando proprio il loro successo: nel Fotobar - che esiste in versione online da ottobre - è possibile stampare le foto, dopo averle anche modificate con vari strumenti e filtri, per renderle il più possibili simili alle vecchie istantanee della Polaroid. Scegliendo poi una cornice in metallo, bambù o altri materiali.

"Magari la foto è su uno smartphone, magari su Instagram o Facebook" ha dichiarato all'Ap Warren Struhl, fondatore e amministratore delegato di Fotobar. "Ma il digitale non è permanente. Lo è ciò che è fisico" ha aggiunto, dopo aver notato che le persone sono dispiaciute di lasciar vivere le loro foto nell'hard disk, e non in una cornice. I prezzi vanno da un dollaro per la stampa che replica la Polaroid tradizionale - anche se è necessario acquistarne almeno sei - ai 2.500 dollari per una stampa 7 piedi per 4 (circa 2 metri per 1,2) su lastra di acrilico. 

Fotobar scommette sul fascino dei vecchi marchi come Polaroid, grazie a un accordo sullo sfruttamento del nome con l'azienda statunitense, che ha interrotto la produzione della macchine fotografiche istantanee, dichiarato bancarotta e ricominciato, infine, puntando sul digitale. La produzione delle vecchie Polaroid è poi ripresa, con la moda del vintage, grazie a The Impossible Project. Lo scontro, anche nella fotografia, resta tra la nostalgia per il passato e la necessità di guardare, nel frattempo, al futuro.

Altri Servizi

L'ex consigliere Flynn ha mentito all'Fbi

Secondo il Washington Post, avrebbe negato di avere discusso di sanzioni con l'ambasciatore russo in Usa prima dell'arrivo di Trump alla Casa Bianca

Michael Flynn, l'ex consigliere per la Sicurezza nazionale dell'amministrazione Trump, avrebbe mentito durante un interrogatorio con gli agenti dell'Fbi.

Iguatemi Group

Valentino raddoppia a San Paolo. E dopo il negozio all'interno dello Shopping Cidade Jardim la maison italiana ha inaugurato il suo secondo store nella città brasiliana nell'Iguatemi Mall São Paulo, il primo shopping center della catena, il primo mai aperto in America Latina e che nel 2016 ha festeggiato il cinquantenario dall'inaugurazione.

A Wall Street torna la cautela

Solo il Dj è riuscito a mettere a segno il sesto record di fila
AP

Sul NyTimes la storia del giudice italiano che separa i figli dai padri mafiosi

Per Roberto Di Bella tagliare i legami tra i figli di famiglie mafiose e i parenti possa dare loro maggiori possibilità di avere una vita normale.

La storia di Roberto Di Bella, magistrato italiano di 53 anni, impegnato nella lotta alla mafia e dal settembre 2012 presidente del tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, è finita sul New York Times. Il quotidiano, che lo ha intervistato, racconta la convinzione del giudice che tagliare i legami tra i figli di famiglie mafiose e i genitori possa dare loro maggiori possibilità di avere una vita normale.

Tarullo lascia la Fed mentre Trump smantella la riforma finanziaria

E' l'uomo che ha creato un nuovo framework volto a garantire la sicurezza e la tenuta del sistema finanziario Usa. La sua uscita spiana la strada alla nomina di un amico delle banche

Mentre il governo repubblicano di Donald Trump si prepara ad allentare la riforma finanziaria adottata negli Stati Uniti dopo la crisi del 2008, uno dei suoi creatori ha deciso di lasciare il Board della Federal Reserve guidata da Janet Yellen. Si tratta di Daniel K. Tarullo. Dal 5 aprile prossimo non farà più parte dell'organo che governa la banca centrale americana e in cui era entrato nel 28 gennaio 2009, quando fu nominato dal 44esimo presidente americano Barack Obama (un democratico). Il suo incarico doveva terminare il 31 gennaio 2022.

Gli Usa fissano le condizioni per una relazione con la Russia

Nel suo primo viaggio all'estero da segretario di Stato, Tillerson chiede il rispetto degli accordi in Ucraina. Il capo del Pentagono Mattis: ancora non pronti per una collaborazione militare. Trump incolpa i media anche su Mosca
Rex Tillerson, segretario di Stato AP

Nuovo attacco di Trump alla stampa: "Sulla Russia sono solo notizie false"

Il presidente americano in una conferenza stampa di un'ora e venti minuti si scaglia contro i giornali. E poi promette un nuovo ordine sull'immigrazione per settimana prossima. Mosca? "Non ho nessun rapporto"

Trump vuole un suo alleato per riformare l'intelligence Usa

Feinberg ha un forte legame con Bannon e Kushner. Le agenzie temono che il presidente voglia ridurre la loro autonomia

Cisco: conti del II trimestre sopra le stime grazie alle soluzioni di sicurezza

Vendite in calo nei servizi di switching e routing.

Trump incontra Netanyahu. "Per la pace in Medio Oriente non serve la soluzione dei due stati"

Il presidente Usa riceve il primo ministro israeliano alla Casa Bianca e per la prima volta dopo anni mette in dubbio la soluzione sostenuta dagli Stati Uniti. Poi assicura: "Faremo un grande accordo di pace"