Portavoce gay di Romney si dimette dopo critiche

Ha lasciato l’incarico dopo appena un giorno

Dopo appena un giorno di lavoro, si dimette Richard Grenell, portavoce in materia di politica estera di Mitt Romney, l’avversario repubblicano del presidente Barack Obama. Grenell, apertamente omossessuale, ha lasciato l’incarico dopo avere ricevuto critiche pesanti dall’ala più conservatrice del partito sul suo orientamento sessuale.

Grenell, tuttavia, ha detto di avere presentato le dimissioni per “ragioni personali”. Tra i critici, Bryan Fischer, direttore dell’American family Association, ha detto che Romney “stava dando un messaggio sbagliato” con la sua scelta. “Questo è il genere di bigotti, estremisti e omofobi di cui l'amministrazione Romney sarebbe ostaggio in caso di vittoria”, ha risposto Bill Burton, rappresentante di un’associazione per i diritti gay.