I potenziali successori di Buffett nominati vicepresidenti di Berkshire

Il 55ennne Gregory Abel e il 66enne Ajit Jain entrano anche nel cda. Per ora l'oracolo di Omaha mantiene i suoi incarichi di Ceo e presidente: "Godo di ottima salute". Ha 87 anni
AP

Warren Buffett ha promosso due manager di lunga data della sua Berkshire Hathaway confermando anni di voci secondo cui uno dei due gli succederà come Ceo. Il 55ennne Gregory Abel e il 66enne Ajit Jain sono stati nominati nel consiglio di amministrazione della conglomerata americana portando a 14 da 12 il numero di membri che ne fanno parte. Tutti e due sono stati anche nominati vicepresidenti, il primo per le attività non assicurative e il secondo per quelle assicurative. L'oracolo di Omaha, al comando dell'azienda da oltre 50 anni, manterrà i suoi ruoli di amministratore delegato e presidente e il suo partner storico Charlie Munger resterà vicepresidente.

Per chi segue le sorti di un gruppo attivo nei settori più disparati, dalle assicurazioni alle ferrovie, la promozione di Abel e Jain conferma quanto era implicitamente emerso due anni fa nella lettera annuale agli azionisti; in essa il 94enne Munger aveva fatto capire che Abel (Ceo di Berkshire Hathaway Energy) e Jain (l'executive più importante del ramo assicurativo dell'azienda) potevano giocarsi la successione di Buffett. L'azienda non aveva mai confermato. Nell'assemblea annuale con i soci, Buffett aveva suggerito che il passaggio di testimone sarebbe avvenuto con lui ancora in vita e che il suo successore dovrà spendere il cash del gruppo, cresciuto a colpi di acquisizioni.

Oggi, in una intervista a Cnbc, Buffett ha ammesso che i due executive "sono figure chiave" nel piano di successione e che lui non si aspetta di essere al comando del gruppo per più di 10 anni. Il celebre investitore, 87 anni, ha spiegato di godere di "un'ottima salute" e che comunicherebbe immediatamente ai soci qualsiasi problema su questo fronte (nel 2012 fu curato per un cancro alla prostata). Alla sua età, ha ammesso, "10 anni sarebbero tanti" per restare nel suo ruolo attuale. "Quando vedo il dottore, gli dico 'garantiscimi i prossimi cinque anni'". Buffett non sembra dunque spaventato dalla sua età, visto che ha detto che "il periodo di transizione potrebbe durate per molto tempo". La mossa annunciata oggi è giudicata "positiva sia per Berkshire sia per lui".

Wall Street sembra credere che il futuro Ceo di Berkshire sarà il più giovane dei due potenziali successori di Buffett. "Secondo noi, il probabile successore, lodato regolarmente da Warren Buffett, è Greg Abel", scrisse JP Morgan in un rapporto lo scorso settembre. Allora Sarah DeWitt, analista della banca guidata da Jamie Dimon, scrisse anche che "Ajit Jain potrebbe essere a sua volta un potenziale successore ma la sua età potrebbe preculedere" un tale scenario.

Chiunque prenderà le redini di un groppo composto da una sessantina di aziende si occuperà delle attività operative della conglomerata. Come fu già indicato da Buffett in passato, le sue attuali responsabilità verranno divise in tre: le scelte di investimento finiranno nelle mani di due hedge fund manager reclutati dal celebre investitore, Todd Combs e Ted Weschler. Il figlio dell'oracolo di Omaha, Howard, diventerà presidente. Resta da capire chi si siederà sulla poltrona di Ceo.

Altri Servizi

Bezos dona 33 milioni di dollari per studenti Dreamers: mio padre (adottivo) arrivò in Usa da minore e solo

Il Ceo di Amazon ricorda il caso personale: il secondo marito della madre atterrò in America da Cuba come parte del più grande esodo di minori non accompagnati dell'emisfero occidentale

L'amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, ha deciso di donare 33 milioni di dollari in mille borse di studio destinate ai cosiddetti Dreamers, le persone entrate quando erano bambine negli Stati Uniti e che tutt'ora sono prive di un permesso di soggiorno.

Golden Globe: Oprah Winfrey invoca un "nuovo giorno"

"Tre manifesti a Ebbing, Missouri" vince quattro premi, tanti quanti "Big Little Lies". Guillermo del Toro migliore regista con "La forma dell’acqua". Italiani a bocca asciutta
AP

L'edizione 2018 dei Golden Globe verrà forse ricordata per il suo tono moderato, per nulla entusiasmante e insolitamente piatto. In una Hollywood ancora sconvolta dallo scandalo di molestie sessuali, esploso a ottobre con le accuse di molestie che hanno travolto il produttore Harvey Weinstein e che hanno poi travolto altri pesi massimi del settore, il mondo del cinema si è riunito al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles all'insegna della pacatezza. Persino Seth Meyers, non proprio a suo agio nei panni di presentatore di un evento simile, è stato misurato nelle sue comparse centellinate durante la cerimonia ma il comico ha toccato con la sua tipica ironia da precisione il tema dominante della serata, un tema che grazie a Oprah Winfrey ha raggiunto l'apice dando una maggiore autorevolezza al neo nato "Time's Up", fondo per il sostegno legale a donne che sono state vittime di molestie sul posto di lavoro. L'accessorio politico della serata sono state spille a tema.

Venerdì inizia stagione trimestrali, su conti banche Usa peserà riforma fiscale

Secondo il Wall Street Journal, che ha tenuto conto delle dichiarazioni fatte di recente dalle banche stesse, le big americane riporteranno oneri straordinari complessivi per circa 31 miliardi di dollari.
iStock

Venerdì la stagione delle trimestrali americane entra nel vivo con le prime grandi banche, Wells Fargo e JPMorgan Chase. Secondo gli esperti, per il settore bancario il quarto trimestre sarà complesso, visto che gli istituti dovranno mettere a bilancio oneri straordinari per adeguarsi alle nuove norme introdotte dalla riforma fiscale voluta dal presidente Donald Trump.

New York City vuole far causa ai big del petrolio per i gas serra

Intanto la città disinveste dal settore fossile. Lo scorso mese, già lo Stato di New York aveva annunciato un piano simile. Dalla parte del sindaco de Blasio anche il Rockefeller Brothers Fund

La città di New York annuncerà oggi la decisione di cancellare i propri investimenti nelle società di petrolio e gas e la volontà di citarle in giudizio per danni climatici. Nel mirino i grandi gruppi petroliferi - del calibro di Exxon, Bp, Chevron, Royal Dutch Shell - per il loro ruolo nell'emissione di gas serra.

Il settore farmaceutico italiano va a caccia di investitori a San Francisco

Oggi la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, in concomitanza con la JP Morgan Annual Healthcare Conference

Si tiene oggi a San Francisco la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, l'incontro internazionale dedicato alle Scienze della Vita programmato in concomitanza con l'ultimo giorno dell'annuale JP Morgan Annual Healthcare Conference.

Bannon cacciato da Breitbart News dopo scontro con Trump su libro controverso

Costretto alle dimissioni da alcuni finanziatori del sito dell'alt-right sulla scia dei botta e risposta provocati da 'Fire and Fury'
AP

Steve Bannon, ex consigliere di Donald Trump, lascerà la sua posizione di executive chairman di Breitbart News. Lo ha annunciato il sito dell'alt right americana. L'addio di Bannon - che è stato forzato da una delle principali finanziatrici del sito e di Bannon, Rebekah Mercer - arriva dopo la scomunica da parte del presidente americano del suo ex braccio destro, reo di avere rilasciato dichiarazioni pesanti nel libro 'Fire and Fury: Inside the Trump White House' di Michael Wolff.

Con Trump, gli Usa puntano a più pene di morte per punire crimini violenti

Il favore dell'opinione pubblica americana per questo tipo di pena è tuttavia ai minimi di 45 anni fa
Il segretario alla Giustizia, Jeff Sessions Ap

Dagli Stati Uniti sono arrivati i primi segnali di come, per punire crimini violenti, il dipartimento di Giustizia nell'era Trump voglia un uso maggiore della pena di morte rispetto ad amministrazioni precedenti. E questo, nonostante il favore dell'opinione pubblica verso questa misura sia calato: secondo un sondaggio di Gallup risalente a ottobre, l'ultimo disponibile sull'argomento, il 55% degli americani adulti è favorevole a spedire nel braccio della morte gli autori di omicidi; si tratta di minimi di 45 anni fa.

Kodak si unisce alla criptomania: lancia valuta digitale per fotografi

Si chiama KODAKCoin. Al via piattaforma KODAKOne su cui gli artisti potranno registrare il loro lavoro in modo da poterlo offrire in licenza
Kodak

Anche Eastman Kodak si unisce alla mania associata alle valute digitali. E il titolo vola del 45% a 4,49 dollari al New York Stock Exchange.