Impeachment Trump, la difesa: "Processo incostituzionale"

Il team legale del presidente risponde alle accuse. Per i democratici, va rimosso perché rappresenta "una minaccia alla sicurezza nazionale"
Ap

I legali del presidente statunitense Donald Trump hanno respinto con decisione le accuse che hanno portato al suo impeachment, definendo il processo contro di lui "incostituzionale" e "un attacco alla libertà di voto degli americani". I democratici, invece, hanno chiesto al Senato di rimuovere la "minaccia alla sicurezza nazionale" che il presidente rappresenta. Nei primi documenti consegnati per il processo in Senato, emergono chiaramente le strategie e le opposte argomentazioni sul destino di Trump, anche in vista delle presidenziali di novembre.

In un memorandum di 46 pagine, più 60 pagine di prove, i sette deputati democratici che ricoprono il ruolo dell'accusa in Senato affermano che Trump ha intrapreso una campagna corruttiva per arruolare un governo straniero per farsi aiutare a vincere le elezioni del 2020. Lo ha fatto, secondo i democratici, facendo pressioni sull'Ucraina affinché annunciasse pubblicamente delle indagini sul suo principale avversario politico, l'ex vicepresidente Joe Biden. Pressioni esercitate trattenendo quasi 400 milioni di dollari in aiuti militari e promettendo al presidente Volodymyr Zelensky un incontro alla Casa Bianca.

Il presidente avrebbe poi cercato di nascondere le sue azioni al Congresso, "ponendo una serie minaccia al sistema di 'check and balance' previsto dalla nostra Costituzione", ordinando ai funzionari dell'amministrazione di non testimoniare e non consegnare i documenti richiesti dagli investigatori della Camera. "È una minaccia alla sicurezza nazionale" hanno scritto i democratici della Camera, osservando che Trump "ha dimostrato la sua volontà di corrompere le elezioni" in più occasioni. Le prove finora raccolte, aggiungono, sono schiaccianti nel dimostrare che è colpevole.

L'accusa ha fatto intendere di voler usare non solo le prove raccolte durante i due mesi di inchiesta che hanno portato all'impeachment, ma anche quelle ottenute successivamente alla messa in stato d'accusa, votata il 18 dicembre. Ha infatti citato i documenti consegnati da Lev Parnas, un socio di Rudy Giuliani, avvocato personale del presidente, da cui emergono nuovi dettagli sulla campagna di pressione su Kiev, e il rapporto del Government Accountability Office, agenzia federale investigativa che relaziona il Congresso degli Stati Uniti, secondo cui l'amministrazione Trump ha violato la legge, trattenendo gli aiuti militari all'Ucraina, che il Congresso aveva approvato, "per ragioni politiche".

In un documento di sei pagine in risposta alle accuse, l'avvocato personale Jay Sekulow e il consigliere della Casa Bianca Pat Cipollone, che guidano il team legale del presidente, hanno illustrato la linea difensiva di Trump. Le accuse di abuso di potere e intralcio al Congresso sono un "pericoloso attacco al diritto degli americani di scegliere liberamente il loro presidente", un "tentativo sfrontato e fuori legge di invertire il risultato delle elezioni del 2016 e di interferire con quelle del 2020". L'impeachment - aggiungono - va "respinto" perché è "un affronto alla Costituzione, alle istituzioni democratiche e agli americani", è la "vendetta" da parte di un partito. Gli avvocati di Trump non hanno negato nessuno dei fatti contestati al presidente, ma hanno affermato che Trump non ha violato alcuna legge e che ha agito in modo appropriato e nell'ambito dei suoi poteri. Secondo la linea difensiva, Trump non ha cercato un vantaggio politico personale, ma di lavorare per aiutare l'Ucraina a eliminare la corruzione.

Trump è il terzo presidente statunitense a subire un processo, dopo Andrew Johnson (1868) e Bill Clinton (1999); entrambi i presidenti furono assolti. Richard Nixon, nel 1974, si dimise - primo e unico presidente a farlo - prima che la Camera votasse il suo impeachment.

La Costituzione richiede una maggioranza di due terzi in Senato per la condanna e la rimozione - in questo caso - del presidente (l'impeachment può riguardare qualsiasi "funzionario civile degli Stati Uniti"). In Senato, 53 seggi su 100 sono in mano al partito repubblicano: questo significa che servirebbe il voto di almeno 20 repubblicani per rimuovere Trump. Il processo, dopo i passi formali dei giorni scorsi, entrerà nel vivo martedì 21 gennaio.

Altri Servizi

Usa 2020, Biden al bivio. E ora anche la South Carolina è a rischio

L'ex vicepresidente ha dato per scontata la sua vittoria nello Stato, ma gli afroamericani sembrano meno convinti di sostenerlo. Soprattutto dopo il voto in Iowa e New Hampshire

La South Carolina è considerata il vero punto di partenza della campagna elettorale di Joe Biden, il suo muro invalicabile per gli avversari. Un muro, però, che mostra profonde crepe, a due settimane dal voto che potrebbe, al contrario, mettere fine alla corsa presidenziale del candidato che, fino a poche settimane fa, era considerato l'indiscusso favorito per la nomination democratica.

Negli Stati Uniti è il Presidents' Day. Le priorità di Trump: "Dio, famiglia e Paese"

Il presidente Usa è stato ieri alla Daytona 500 del campionato Nascar: c'è da difendere la Florida, a novembre
Ap

Usa 2020, Buttigieg risponde a Rush Limbaugh: "Amo mio marito e non prendo lezioni sulla famiglia"

Il candidato dem alla Casa Bianca replica alle affermazioni omofobe del commentatore radiofonico di destra
Wikipedia

Oltre mille procuratori americani hanno chiesto le dimissioni di William Barr

Il procuratore generale accusato insieme a Trump di "interferenze nell’amministrazione della Giustizia"
Wikipedia

Gli Usa valutano lo stop all'export in Cina di motori GE

In ballo c'è la concessione della licenza che permette alla CFM International, una joint venture tra GE e la francese Safran, di incrementare la fornitura alla Cina dei motori a reazione Leap 1C
General Electric

Ci sono 607 miliardari negli Usa: solo 5 sono afroamericani

Business Insider analizza la lista di Forbes dei Paperoni d’America
AP

Iraq, razzi vicino ad ambasciata americana di Baghdad

Non ci sono vittime. Si tratta del 19 attacco che coinvolge gli Usa in quattro mesi

Pelosi con Trump: "Non vi avvicinate a Huawei"

La speaker della Camera Usa avverte gli alleati: "Non mettete le vostre comunicazioni in mano a un governo autocratico che non condivide i nostri valori"
Ap

Accordo Usa-talebani per una tregua, passo verso il ritiro dall'Afghanistan

Dopo una "riduzione delle violenze" per sette giorni, nuova intesa e trattative di pace tra ribelli e governo; poi, se non ci saranno intoppi, il ritorno a casa delle truppe Usa. Trump: "È ora di tornare a casa"
AP

Gli Usa accusano: Deripaska riciclava denaro per conto di Putin

L'oligarca russo colpito dalle sanzioni Usa
Ap