Restyling da 27 miliardi di dollari per la metro di New York

Piano in 5 anni per rendere la rete più tecnologica e connessa: avrà porte USB, Wi-Fi e arte contemporanea nelle stazioni

La metropolitana di New York verrà dotata di 1.025 nuove carrozze che porteranno il sistema di trasporto nel centro finanziario degli Stati Uniti al passo coi tempi. A detta del governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo — un italoamericano — i nuovi vagoni saranno dotati di Wi-Fi, porte Usb e display digitali. Il piano della Mta — l’ente pubblico che gestisce la rete di trasporto locale — costerà 27 miliardi di dollari e richiederà cinque anni per essere completata. Sembra che le prime cinque stazioni a godere del restyling saranno tutte a Brooklyn.

La notizia è stata accolta con grande fervore dai newyorchesi. I vagoni che ogni giorno servono gli otto milioni di abitanti della città, infatti, sono datati e il loro design risale in alcuni casi agli anni '40. Hanno di certo il loro fascino magari tra i turisti, ma secondo i locali, che ci devono trascorrere una buona parte della giornata è tempo che si adeguino a degli standard più moderni.

I nuovi provvedimenti, a parte migliorare l’esperienza generale dei passeggeri, aiuteranno a diminuire i ritardi. I treni saranno infatti dotati di porte più larghe per facilitare l'ingresso e l'uscita dei passeggeri. I vagoni non saranno più separati da porte — cosa che ora rende pericoloso il trasferimento da una carrozza all’altra — in modo da renderli più capienti.

Il progetto di rinnovamento include anche la ristrutturazione di circa 31 stazioni: verrà migliorata la visibilità degli ingressi e verranno aggiunti sistemi digitali che annunceranno l’arrivo dei treni con un conto alla rovescia. La ricezione dei telefoni nei tunnel verrà inoltre migliorata (ora scarseggia). Il tutto avverrà nel pieno rispetto del design storico delle stazioni: il sistema di trasporto pubblico di New York è uno dei più antichi e unici del mondo.

È infine prevista l’installazione di arte contemporanea nelle stazioni: nel caso in cui i nuovissimi treni arrivassero in ritardo nelle fermate ristrutturale, almeno ci sarà qualcosa a intrattenere i passeggeri.

Altri Servizi

I resort di Trump sulla rotta dell'uragano Irma

Mar-a-Lago, la "Casa Bianca d'inverno", dovrebbe resistere ai forti venti grazie anche all'uso di pietra italiana nella sua costruzione. Altri tre club a rischio in Florida. Se subirà danni, il presidente potrà accedere a fondi federali

Mentre continua la fuga in Florida in vista dell'arrivo dell'uragano Irma, la "Casa Bianca d'inverno" di Donald Trump ha chiuso i battenti. Il resort Mar-a-Lago, amato dal presidente americano per trascorrevi molti fine settimana al posto di stare al freddo di Washington, si trova in un'area dove a partire da ieri alle 23 italiane l'evacuazione era obbligatoria. Grazie anche alle pietre importate da Genova (Italia) per la costruzione delle pareti esterne, degli archi e di alcuni interni, l'immibile dovrebbe resistere ai forti venti della tempesta ma non sono tuttavia esclusi pesanti danni causati da probabili allagamenti.

Hillary Clinton dice basta alle corse elettorali: "Ho chiuso come candidata"

L’ex segretario di Stato americano ha rilasciato un’intervista a Cbs in cui ha ribadito di non voler dire addio alla politica

Apple, in arrivo l'iPhone 8. Tutti i rumors sul nuovo melafonino

Dal nuovo design allo scanner facciale, passando per la ricarica wireless e la preoccupante notizia di un prezzo maggiorato, come potrebbe essere il nuovo smartphone di Cupertino

McCain commenta il suo cancro: "sto affrontando una sfida"

Il senatore repubblicano appare per la prima volta in tv dopo la diagnosi dello scorso luglio

Trump su Irma: "andrò in Florida molto presto". L'uragano (declassato a categoria 2) ha effettuato il suo secondo impatto a Marco Island ed è già emergenza inondazioni a Naples

Il governatore Scott: "Pregate per noi". Il bilancio delle vittime è fermo a 3 mentre sono 2 milioni le utenze senza elettricità

Uragano Irma, polemica contro le compagnie aeree per i rincari sui voli dalla Florida

Mentre gli Stati Uniti si preparano ad affrontare una delle tempesta più potenti degli ultimi 100 anni, le linee aeree sono finite sotto accusa per il brusco rincaro dei prezzi dei voli in partenza dalla Florida
iStock

Irma si avvicina alla Florida e torna a categoria 4. Trump su Twitter: "Andate via"

L’uragano si avvicina all’arcipelago delle Keys e dovrebbe raggiungere le sue coste attorno alle 7 del mattino ora locale, le 13 in Italia

Irma rallenta e vira verso Tampa, ma Miami in pericolo. Il governatore Scott: rischio potenzialmente mortale

Complessivamente, secondo gli esperti, Irma potrebbe lasciarsi alle spalle danni per oltre 200 miliardi di dollari, di cui 135 miliardi solo in Florida. Circa 9 milioni di persone potrebbero restare senza energia elettrica. Coprifuoco a Miami.
Ap

Ray Dalio punta sulla Cina: Bridgewater studia creazione maxi fondo

Bridgewater già gestisce miliardi di dollari investiti fuori dal Paese della Muraglia da istituzioni cinesi e dal Governo di Pechino.

La pizzeria diventa scuola di formazione anche in streaming e sui social

In un momento che si conferma favorevole per i prodotti Made in Italy all'estero, non più solo un simbolo dell'italianità, ma sempre più spunto culturale e turistico. L'esempio di Keste Pizza a New York.
Keste Pizza